Il moto dei satelliti artificiali

satellite-dishes-by-watchsamart.jpgIl 4 ottobre 1957 venne lanciato il primo satellite artificiale intorno alla terra, ebbe inizio l’era spaziale e l’opinione pubblica cominciò a conoscere dai mass media i concetti fondamentali della navigazione spaziale ed i termini ad essa relativi, come velocità di fuga, orbita terrestre, satellite geostazionario, ecc. Quanti però conoscono realmente il significato fisico e matematico che si nasconde dietro tali termini?

Commenti

commenti

Ci sono 3 commenti su questo articolo:

  1. Si, molto bello ed interessante, ma purtuttavia … come si ottengono materialmente 28 mila e passa km /h ? Che potenza deve avere un motore per ottenere tale velocità ?