Introduzione alla relatività: Appendici

relativita-amadori.pngL’appendice conclusiva del libro di Amadori e Lussardi sulla Relatività: A.1 Tensore energia, impulso nella materia; listati dei principali blocchi dei programmi in PHP di calcolo numerico utilizzati per la RG.

Bibliografia
[1] Manfredo Perdigao Do Carmo, Riemannian Geometry, Birkhauser, Boston 1992.
[2] Boris Dubrovin, Anatolij Fomenko e Sergej Novikov, Geometria contemporanea: metodi e applicazioni, Editori riuniti, Roma 1988.
[3] Stephen Hawking e George Ellis, The large scale structure of space-time, Cambridge university press, Cambridge, New York 1973.
[4] Lev Davidovic Landau e Evgenij Mihajlovic Lifsic, Meccanica, Boringhieri, Torino 1965.
[5] Lev Davidovic Landau e Evgenij Mihajlovic Lifsic, Teoria dei campi, Editori riuniti, Roma 1999.
[6] Tullio Levi Civita, Lezioni di Calcolo Differenziale assoluto, trad. di E. Persico, Stock editore, Roma 1925.
[7] Corrado Mencuccini e Vittorio Silvestrini, Fisica Generale I e II, Liguori editore, Napoli 1995.
[8] Gregory Naber, The Geometry of Minkowski Spacetime, Springer Verlag, New York 1992.
[9] Carlo Rovelli, Quantum gravity, Cambridge university press, Cambridge, New York 2004.
[10] Barry Spain, Calcolo Tensoriale, Edizioni cremonese, Roma 1971.
[11] Robert Wald, General relativity, University Of Chicago Press, Chicago 1984.


ico-pdf.pngIntroduzione alla teoria della relatività: Appendice

Commenti

commenti

Ci sono 2 commenti su questo articolo:

  1. Chi è il cattivone che ha votato 1 ? Dato che penso di offrire in futuro qualcosa di simile in Javascript incoraggio il prode Arrigo Amadori ( ora in università c’e’ l’inflazione dei 30…)! Ma la soluzione è rendere VIVA ossia pastrugnabile simbolicamente la RG usando Mathematica e divulgando i propri pasticci col Computable Document Format (CDF). E’ molto più divertente vedere manipolate automaticamente terribili espressioni tensoriali. Trovare a mano l’inversa di una matrice di ordine quattro è cosa da Pico della Mirandola… Figuriamoci trovare un tensore di Ricci !

  2. Errata corrige :

    —–

    pag. 114 :

    Estendendo poi il concetto di continuità, la (A.2) rappresenta la forma matematica generale di una legge di conservazione.

    Questo risultato è molto importante perché è adatto per grandezze continue e perché è in forma tensoriale e quindi coerente con la costruzione della teoria.

    La sua più importante e prolifica applicazione sta nella possibilità di esprimere le leggi di conservazione dell’energia e della quantità di moto appunto in termini tensoriali.

    Consideriamo un sistema fisico formato da materia classica continua immersa in un campo gravitazionale. Per questo sistema, definiamo il tensore energia-impulso della materia :

    Tij

    —–

    pag. 121 :

    if ($R[$i][$j] != “0” or $g[$i][$j] != “0”)

    —–