Introduzione alla relatività: 2 relatività ristretta

relativita-amadori.pngCapitolo 2 La relatività ristretta. Fra Ottocento e Novecento la meccanica classica entrò in una grave crisi che portò ad una critica profonda dei suoi fondamenti. Si trattò, però, di una crisi tanto travagliata quanto costruttiva che gettò le basi per la nascita delle due teorie su cui è fondata la scienza contemporanea: la teoria della relatività (relatività ristretta, Einstein, 1905, relatività generale, Einstein, 1915) e la meccanica quantistica. Il fatto principale che aprì le porte alla teoria della relatività fu la non coerenza fra il modello di Maxwell che stava consolidandosi in quegli anni circa la propagazione delle onde elettromagnetiche e gli assunti della meccanica classica, in particolare il fondamentale principio di relatività galileiana. Il tentativo, finalmente coronato da Einstein nel 1905, di risolvere l’incoerenza, salvando ed aggiornando l’irrinunciabile principio di relatività, portò a qualcosa di assolutamente imprevisto: un ripensamento radicale dei concetti fisici fondamentali di spazio e di tempo.

ico-pdf.pngScarica il secondo capitolo di Introduzione alla teoria della relatività

 

Commenti

commenti

Ci sono 3 commenti su questo articolo:

  1. @paola: immagino perchè è una trattazione di livello universitario, improponibile in questi termini in una scuola media superiore