Aforismi: lettera A

Niels H. Abel (1802-1829)

 

Se tralasciate i casi veramente semplici, in tutta la matematica non c’è una singola serie infinita la cui somma sia stata rigorosamente determinata. In altre parole, le più importanti aree della matematica restano in piedi senza un fondamento.

 

In G. F. Simmons, Calculus Gems, New York: Mcgraw Hill, Inc., 1992, p. 188.

 

 

Niels H. Abel (1802-1829)

 

[Una risposta ad una domanda su come ottenne la sua competenza:]
Studiando i maestri e non i loro allievi.

 

 

Niels H. Abel (1802-1829)

 

[Riguardo allo stile di scrittura matematica di Gauss:]
E’ come la volpe, che cancella con la coda le proprie tracce sulla sabbia.

 

In G. F. Simmons, Calculus Gems, New York: Mcgraw Hill, Inc., 1992, p. 177.

 

 

Niels H. Abel (1802-1829)

 

[Durante il suo periodo di permanenza in Francia:]
Ognuno lavora per proprio conto, senza preoccuparsi minimamente degli altri. Tutti vogliono insegnare, ma nessuno vuole imparare. Qui regna il più assoluto egoismo.

 

Citato in L’equazione Impossibile di Mario Livio.

 

 

John Adams (1735-1826)

 

Devo studiare politica e arte della guerra in modo che i miei figli possano avere la libertà di studiare matematica e filosofia. I miei figli dovrebbero studiare matematica e filosofia, geografia, storia naturale, architettura navale, navigazione, commercio e agricoltura affinché i loro bambini abbiano il diritto di studiare pittura, poesia, musica, architettura, scultura, tappezzeria e porcellana.

 

 

Sant’Agostino (354-430)

 

Sei è un numero perfetto in sé, e non perché Dio creò il mondo in sei giorni; piuttosto è vero il contrario. Dio creò il mondo in sei giorni perché questo è un numero perfetto, e rimarrebbe perfetto anche se il lavoro dei sei giorni non esistesse.

 

La città di Dio

 

 

Sant’Agostino (354-430)

 

Se mi danno una formula, e non conosco il suo significato, non mi può spiegare nulla, ma se già la conoscevo che cosa mi può spiegare?

 

De Magistro ch X, 23.

 

 

Alfred Adler (1870-1937)

 

Ogni generazione ha i suoi pochi grandi matematici, e la matematica non si accorgerebbe nemmeno dell’assenza degli altri. Essi sono utili come insegnanti, e la loro ricerca non danneggia nessuno, ma non è di alcuna importanza. Un matematico è grande oppure non è nulla.

 

“Mathematics and Creativity.” The New Yorker Magazine, February 19, 1972.

 

 

Alfred Adler (1870-1937)

 

La vita matematica di un matematico è breve. Il lavoro fa raramente progressi dopo i venticinque o trent’anni. Se a quell’età si è combinato poco, il futuro non riserverà nulla di meglio.

 

“Mathematics and Creativity.” The New Yorker Magazine, February 19, 1972.

 

 

Alfred Adler (1870-1937)

 

In compagnia di amici, gli scrittori possono discutere dei loro libri, gli economisti della condizione dell’economia, gli avvocati dei loro ultimi casi e gli uomini d’affari dei loro recenti acquisti, ma i matematici non possono affatto discutere la loro matematica. E più è profondo il loro lavoro, meno è comprensibile.

 

“Reflections: mathematics and creativity”, New Yorker, 47 (1972), no. 53, 39 – 45.

 

 

Conrad Aiken (1889-1973)

 

[Ad un concerto musicale:]
…la musica è pura algebra dell’incantesimo.

 

 

Woody Allen (1935-)

 

Il 94,5% delle statistiche è sbagliato.

 

 

Morey Amsterdam (1908-1996)

 

Secondo le statistiche l’uomo mangia una prugna ogni 20 secondi. Non so chi sia ‘sto tizio, ma so dove trovarlo.

 

 

W. S. Anglin

 

La matematica non è una marcia in perfetto ordine lungo un corso sgombro e diritto, ma è un viaggio in una strana terra selvaggia, dove spesso gli esploratori si perdono. Il rigore dovrebbe essere un segnale per lo storico che le mappe sono state tracciate e che i veri esploratori sono andati altrove.

 

Citato in L’ultimo teorema di Fermat di Simon Singh

 

 

Anonimo

 

Se tu sei capace, O straniero, di scoprire tutte queste cose e di congiungerle assieme nella tua mente, fornendo tutte le relazioni, allora potrai ripartire incoronato di gloria e cosciente di essere stato giudicato perfetto in questa specie di saggezza.

 

In Ivor Thomas “Greek Mathematics” in J. R. Newman (ed.) The World of Mathematics, New York: Simon and Schuster, 1956.

 

 

Anonimo

 

Defendit numerus: Nei numeri è la sicurezza.

 

In J. R. Newman (ed.) The World of Mathematics, New York: Simon and Schuster, 1956, p. 1452.

 

 

Anonimo

 

Come la cresta di un pavone così è la matematica al punto massimo di tutta la conoscenza.

 

[Un antico detto indiano. InoltreLike the Crest of a Peacock è il titolo di un libro di G.G. Joseph]

 

 

Anonimo

 

Giudizio del critico: questo saggio contiene molte cose nuove e molte cose vere. Sfortunatamente, ciò che è vero non è nuovo e ciò che è nuovo non è vero.

 

In H.Eves Return to Mathematical Circles, Boston: Prindle, Weber, and Schmidt, 1988.

 

 

Anonimo

 

La matematica è schiava e regina di tutte le discipline.

 

 

Anonimo

 

I numeri non mentono mai. Questo non significa che chi mente non possa usare i numeri.

 

Gentilmente fornito dal prof. Tommaso Iurisci.

 

 

Anonimo

 

La matematica è l’arte del dubbio, e il dubbio consolida ciò che la certezza metterebbe in dubbio.

 

Gentilmente fornito dal prof. Tommaso Iurisci.

 

 

Aristotele (384-322 a.C.)

 

Il tutto è maggiore della somma delle sue parti.

 

Metaphysica 10f-1045a

 

 

Aristotele (384-322 a.C.)

 

Le scienza matematica in particolare mostra ordine, simmetria e limitazione; e queste sono le più meravigliose forme della bellezza.

 

Metaphysica 10f-1045a

 

 

Emil Artin (1898-1962)

 

La nostra difficoltà non è nelle dimostrazioni, ma nel capire che cosa dimostrare.

 

Citato in Algebra di Micheal Artin

 

 

G. O. Ashley

 

Come altre tecniche occulte di divinazione, il metodo statistico ha un gergo deliberatamente inventato per rendere oscuri i relativi metodi da parte dei non addetti.

Commenti

commenti

Ci sono 2 commenti su questo articolo:

  1. Salve sono Federico, ho visto il vostro sito e lo reputo molto interessante, ho una sola precisazione da fare riguardo le mie conoscenze di letteratura latina: la frase \\\”difendit numerus\\\” \\\”nei numeri la sicurezza\\\” è di Giovenale satira II verso 46 controllate qui http://latine.studentville.it/versioni/latino/giovenale-39/satire-117/satira_ii-1855.htm accanto al numero 45
    Poi l\\\’ altra cosa che volevo fare presente è che la frase \\\”Come la cresta di un pavone così è la matematica al punto massimo di tutta la conoscenza\\\” io l\\\’ho letta anche su altri siti e in questi siti è scritto che è un antico detto indiano

  2. I numeri non mentono mai. Ma non è detto che chi usa i numeri non menta.
    A me pare questa la frase del prof. Iurisci…anche se sono passati diversi anni da quando sono stata sua alunna. Un saluto al mio prof. preferito!: – )