Aforismi: lettera G

Galileo Galilei (1564-1642)

 

[L’universo] non potrà essere letto finché non avremo imparato il linguaggio e avremo familiarizzato con i caratteri con cui è scritto. E’ scritto in linguaggio matematico, e le lettere sono triangoli, cerchi e altre figure geometriche, senza le quali è umanamente impossibile comprendere una singola parola.

 

Opere Il Saggiatore p. 171.

 

 

Galileo Galilei (1564-1642)

 

Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile ciò che non lo è.

 

Citato in H. Weyl “Mathematics and the Laws of Nature” in I Gordon and S. Sorkin (eds.) The Armchair Science Reader, New York: Simon and Schuster, 1959.

 

 

Galileo Galilei (1564-1642)

 

Nelle mie scoperte scientifiche ho appreso più col concorso della divina grazia che con i telescopi.

 

 

Evariste Galois (1811-1832)

 

In una parola, i calcoli sono impossibili.

 

Citato in Algebra di Micheal Artin

 

 

Sir Francis Galton (1822-1911)

 

Quando puoi farlo, conta.

 

In J. R. Newman (ed.) The World of Mathematics, New York: Simon and Schuster, 1956.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

[Una risposta ai tentativi di Olbers nel 1816 a convincerlo a lavorare sul Teorema di Fermat:]
Vi confesso che il Teorema di Fermat come proposizione isolata mi interessa veramente poco, perché potrei facilmente buttar giù una moltitudine di proposizioni del genere, che uno non possa né dimostrare nè trattare.

 

In J. R. Newman (ed.) The World of Mathematics, New York: Simon and Schuster, 1956. p. 312.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

Se altri non facessero altro che riflettere sulle verità matematiche così in profondo e con continuità come ho fatto io, farebbero le mie scoperte.

 

In J. R. Newman (ed.) The World of Mathematics, New York: Simon and Schuster, 1956. p. 326.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

Sapete che scrivo lentamente. Questo accade soprattutto perché non sono mai soddisfatto finché non ho detto il più possibile in poche parole, e scrivere in breve costa molto più tempo che scrivere in lungo.

 

In G. Simmons Calculus Gems, New York: McGraw Hill inc., 1992.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

Dio fa aritmetica.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

Dobbiamo umilmente ammettere che, mentre il numero è un puro prodotto delle nostre menti, lo spazio ha una realtà al di fuori delle nostre menti, così che non possiamo completamente descriverne le proprietà a priori.

 

Lettera a Bessel, 1830.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

Intendo la parola dimostrazione non nel senso degli avvocati, i quali stabiliscono che due mezze dimostrazioni ne uguagliano una intera, ma nel senso di un matematico, dove mezza dimostrazione = 0, ed è richiesto per la dimostrazione che ogni dubbio diventi impossibile.

 

In G. Simmons Calculus Gems, New York: McGraw Hill inc., 1992.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

Ho trovato i miei risultati da tanto tempo: ma non conosco ancora come sono arrivato ad essi.

 

In A. Arber The Mind and the Eye 1954.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

E’ comunque un grande piacere, dopo aver girato a lungo attorno a una verità, trovare il modo più semplice e diretto di dimostrarla.

 

 

Karl Friedrich Gauss (1777-1855)

 

La matematica è la regina delle scienze, e l’aritmetica è la regina della matematica.

 

Eric T. Bell “I grandi matematici” Sansoni pag. VII

 

 

Sophie Germain (1776-1831)

 

L’algebra non è che geometria scritta; la geometria non è che algebra figurata.

 

Citato in Algebra di Micheal Artin

 

 

Josiah Willard Gibbs (1839-1903)

 

La matematica è un linguaggio.

 

 

Kurt Goedel (1906-1978)

 

Non credo nella scienza della natura.

 

Ed Regis, Who Got Einstein’s Office? Addison Wesley, 1987.

 

 

Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832)

 

E’ stato detto che le cifre governano il mondo. Forse. Ma sono sicuro che le cifre ci mostrano se è governato bene o male.

 

In J. P. Eckermann, Conversations with Goethe.

 

 

Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832)

 

Mi sono sentito accusare di essere l’avversario, il nemico della matematica, che nessuno invece pone come me così in alto, perché compie ciò che a me è stato negato.

 

Eric T. Bell “I grandi matematici” Sansoni pag. VII

 

 

Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832)

 

I matematici sono come i francesi: ogni volta che dite loro una cosa, essi la traducono nel loro linguaggio e subito è qualcosa di interamente diverso.

 

 

Nicholas P. Goodman

 

Non ci sono teoremi profondi – solo teoremi che non abbiamo capito molto bene.

 

The Mathematical Intelligencer, vol. 5, no. 3, 1983.

 

 

P. Gordon

 

[Quando gli fu esposto il lavoro di Hilbert sulla teoria degli invarianti:]
Questa non è matematica, è teologia.

 

Citato in P. Davis and R. Hersh The Mathematical Experience, Boston: Birkhäuser, 1981.

Commenti

commenti