Una forza della natura – Fabio Toscano

Fisico teorico specializzato in comunicazione della scienza, Fabio Toscano è sicuramente la persona più adatta per accompagnarci in questo percorso attraverso la storia dell’elettromagnetismo. Accuratamente documentata, la storia è sviluppata in ogni aspetto e non c’è proprio nulla da aggiungere a questo libro, accurato e dettagliato.

Copertina del libro “Una forza della natura”Una forza della natura”, 432 pagine, è pubblicato dalla Casa Editrice Sironi per la collana Galápagos, dedicata alla scienza, un “arcipelago di rappresentazioni della scienza”, come si trova scritto sul loro sito.

Il libro è diviso in dodici capitoli, organizzati in brevi paragrafi, ambientati nel 1800 e ha come protagonisti essenzialmente i quattro fisici che hanno permesso lo sviluppo dell’elettromagnetismo così come ci è noto: Ørsted, Ampère, Faraday e Maxwell. Non manca però un riferimento alla preistoria dell’elettromagnetismo: il secondo capitolo è infatti dedicato ai personaggi che hanno popolato i due secoli precedenti, con riferimenti riguardo la loro biografia, alcune curiosità e, soprattutto, la descrizione dettagliata dei loro esperimenti e dei risultati raggiunti. Il resto del percorso è diviso a metà: da un lato Ørsted e Ampère che danno l’avvio al processo di riconoscimento di elettricità e magnetismo come due aspetti dello stesso fenomeno, dall’altra Faraday e Maxwell che riescono a regalarci una visione unitaria e matematizzata dell’argomento.

All’interno del testo possiamo seguire uno schema fisso: grazie a una descrizione accurata, conosciamo il contesto storico, culturale e filosofico dentro al quale è nato e ha sviluppato la propria personalità il fisico in questione, come a sottolineare che le idee, anche quelle scientifiche, per germogliare hanno bisogno di determinati contesti. È come se l’autore sottolineasse che il progresso non è appannaggio degli scienziati: ad esempio, Ørsted aveva un dottorato in filosofia. La storia dell’elettromagnetismo è trattata a tutto tondo, con riferimenti a tutte le discipline umanistiche, tanto che il testo potrebbe tornare utile in particolare per gli insegnanti di fisica del liceo, visto che numerosi sono i suggerimenti che si possono trovare per proporre dei percorsi pluridisciplinari.

Il libro non descrive solo l’elettromagnetismo ma il percorso della scienza in generale: vengono descritti i confronti, anche con toni accesi, tra gli scienziati, resi certo più umani dalle loro ambizioni e dalle piccole invidie. Gli esperimenti cruciali vengono descritti dettagliatamente e diventano così facili da visualizzare nonostante non ci siano immagini. Non viene sminuita nemmeno l’importanza della fortuna, anche se non si parla di colpi di fortuna, quanto di una fortuna artificiale, determinata proprio dalla bravura e dallo studio dello scienziato.

La lettura è stata, per me, davvero interessante: aspettavo da tempo un testo del genere, perché l’argomento appartiene al programma di quinta e mi piace soffermarmi sulla vita dei fisici e sulla storia nascosta dietro ogni scoperta, a partire dal percorso umano di ogni personaggio. Ho potuto trovare descritte vicende che conoscevo in un percorso più organico e sistematico e, al tempo stesso, conoscere numerosi aspetti della personalità e della vicenda di Faraday che non conoscevo.

Consiglierei la lettura di questo libro agli insegnanti, pensando ad esempio al capitolo dedicato alle analogie di Maxwell: nei libri di testo di fisica, ci si limita a descrivere i risultati, ma manca il percorso che ha portato al risultato in questione. A volte, venire a conoscenza di come sono maturate le idee può aiutare ad imparare meglio e, come nel caso delle analogie, esse possono diventare uno strumento di cui può avvalersi l’insegnante per aiutare i propri studenti a comprendere meglio. Consiglierei la lettura anche agli studenti: la tenacia di Faraday, la sfortuna di Ampère e la passione di Maxwell possono diventare uno stimolo: conoscere le fatiche di chi ha raggiunto grandi risultati può essere uno sprone a fare meglio e ad ottenere, a propria volta, gli obiettivi che ci si è prefissati.

Fabio Toscano soddisfa tutte le nostre curiosità anche per quanto riguarda i termini dell’elettromagnetismo: perché vengono scelti alcuni termini? Come vengono scelti? Chi li sceglie? Toscano ha davvero una risposta per tutte le nostre curiosità.

 

Potrebbe interessarti

 

Commenti

commenti