Prova logica dell’esistenza di Dio di Raimondo Lullo

esistenza_di_dio.jpg

Raimondo Lullo (1232-1316) ha racchiuso in queste tavole lo schema concettuale della prova logica dell’esistenza di Dio.

Commenti

commenti

Ci sono 2 commenti su questo articolo:

  1. Non credo all’esistenza di dei. Essi sono solo la proiezione dei sentimenti e delle angosce umane, e il pregarli vale come speranza di rafforzare quelli del pregante. Nessun animale, salvo l’uomo, pare averne nozione. E cosa dovremmo avere noi di speciale per averne nozione? Se poi uno vuol credere, sappia che crede solo nelle proprie angosce, paure, sentimenti (belli o brutti che siano). Il dio delle religioni monoteistiche non è che il tentativo di collocare quelle angosce e sentimenti in un unico soggetto che, poi, è il pensante stesso. Anche Cioran ci chiarisce.
    Scusatemi se sono caustico, ma Wittgenstein diceva che ciò di cui non è dato conoscere è meglio tacerne.
    (Pacoloio on web)