Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda ZfreS » 16/04/2019, 20:16

Va bene, possiamo chiudere la discussione. Grazie per il contributo di tutti!
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1585 di 1890
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda ZfreS » 18/05/2019, 13:00

Riprendo il thread perhè ho capito cosa intendeva axpgn.Tuttavia non é stato così banale arrivarci, infatti se prendo una banale disequazione da libro come $x-3<0$ in base a quanto detto andrebbe messa una linea trateggiata alla sinistra di 3 invece il libro mette una linea continua per dire che per $x<3$ la disequazione è verificata. Questo mi confonde.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1665 di 1890
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda axpgn » 18/05/2019, 20:09

Ti confonde perché applichi meccanicamente quanto leggi invece di andare oltre per comprenderne il significato profondo, tant'è che basta una linea tratteggiata invece che continua per mandarti in tilt.
Leggi di meno ma studia di più :wink:
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 13487 di 14326
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda ZfreS » 19/05/2019, 09:17

Ma quel che non capisco è perchè in un caso la linea trateggiata indica la negatività e in un altro caso indica il non verificare la disuguaglianza.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1666 di 1890
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda gugo82 » 19/05/2019, 11:22

Perché, a volte, lo stesso simbolo può denotare cose diverse; per chiarire il significato di un simbolo serve capire il contesto in cui esso è inserito.

Non è una cosa nuova: cos’è “amo”?
Una voce del verbo “amare” o un “uncino metallico fissato all’estremo di una lenza al quale si attacca l’esca”?
Se non fai un controllo semantico (inserendo la parola nel contesto in cui si trova)1, è impossibile distinguere le due accezioni.

Allo stesso modo, per capire cosa un simbolo denota devi conoscere ciò che gli sta intorno e capire ciò che stai facendo con tale simbolo.

Note

  1. Cosa che non fa, ad esempio, il correttore ortografico del mio tablet, il quale sostituisce “è” (voce del verbo “essere”) ad “e” (congiunzione) quasi sempre.
Sono sempre stato, e mi ritengo ancora un dilettante. Cioè una persona che si diletta, che cerca sempre di provare piacere e di regalare il piacere agli altri, che scopre ogni volta quello che fa come se fosse la prima volta. (Freak Antoni)
Avatar utente
gugo82
Moderatore globale
Moderatore globale
 
Messaggio: 21483 di 22596
Iscritto il: 13/10/2007, 00:58
Località: Napoli

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda ZfreS » 19/05/2019, 11:43

Ok, le disequazioni $x-5>0$ e $x-5<0$ cosa possono voler dire? Che la quantità $x-5$ è positiva se $x>5$ ed è negativa se $x<5$. Quindi rapperesento così la prima: -----------5+++++++++ ovvero prima di 5 è negativo, dopo è positiva e la seconda coì: ---------5+++++ il che vuol dire che prima di 5 è negativa come volevo sapere e dopo il 5 positiva, quindi è uguale a peima, oppure posso scriverla così: +++++5------- ovvero prima di 5 è verificata $x-5<0$ mentre dopo no. Come faccio a capire quale delle due usare? Nelle disequazioni fratte ho usato la seconda interpretazione ma poi axpgn mi ha detto che era sbagliato fare così, allora ho usato la prima.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1669 di 1890
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda axpgn » 19/05/2019, 12:03

Non ne veniamo fuori ...
Ti è chiaro che le due disequazioni che hai proposto sono differenti? Ovvero che esse NON sono equivalenti?
Ecco, questo è il primo punto che devi approfondire.
Secondariamente il fatto che siano differenti NON ci impedisce di ricavare le stesse informazioni ovvero stabilire il segno di una determinata espressione.
Perché?
Questo è l'altro punto che devi approfondire.
Ovviamente se parti da punti diversi per giungere comunque alla stessa meta, è logico che le strade da percorrere siano diverse, magari molto simili come in questo caso ma diverse.
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 13488 di 14326
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda ZfreS » 19/05/2019, 12:28

Sono differenti ma possiamo ricavare le stesse informazioni. Per uscirne bisognerebbe spiegarmi bene come stanno le cose, visto che a scuola si punta a imaprare a farle in maniera meccanica.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1670 di 1890
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda axpgn » 19/05/2019, 13:41

Un post inutile ...
ZfreS ha scritto:Sono differenti ma possiamo ricavare le stesse informazioni.

È esattamente quello che ho scritto sopra quindi a che serve riscriverlo se non aggiungi niente?
Ti ho fatto un paio di domande, risposte?
ZfreS ha scritto:Per uscirne bisognerebbe spiegarmi bene come stanno le cose, ...

Inutile perché è già stato ampiamente fatto ...
ZfreS ha scritto:..., visto che a scuola si punta a imaprare a farle in maniera meccanica.

Può darsi che sia anche così ma allora ci si deve dar da fare per conto proprio (se interessa) ...

Ritornando in topic:
Cosa significa che due equazioni (o disequazioni) sono equivalenti?
Perché possiamo ricavare le stesse informazioni da quelle due disequazioni pur se differenti?

Riflettici e proponi la tua risposta ...
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 13489 di 14326
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

Re: Domanda su disequazioni

Messaggioda ZfreS » 19/05/2019, 14:06

Due disequazioni si dicono equivalenti quando ammettono le stesse soluzioni. Possiamo ricavare le stesse informazioni perchè una disequazione ci dice auando quella quantità è positiva o negativa e per esclusione scopriamo il viceversa.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1671 di 1890
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

PrecedenteProssimo

Torna a Secondaria II grado

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti