Re: Libro analisi 1

Messaggioda Vidocq » 02/06/2019, 15:56

Questo è il problema della nuova era informatica.
Troppe informazioni = assenza di informazioni.

Ho consigliato di stare qualche passo indietro non di allontanarsi...

Ora pure il De Marco.
E con questo abbiamo chiuso. :roll:
Nell'oscurità l'immaginazione lavora più attivamente che in piena luce. (Immanuel Kant)
Avatar utente
Vidocq
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 133 di 239
Iscritto il: 25/03/2019, 21:39
Località: Trantor

Re: Libro analisi 1

Messaggioda SirDanielFortesque » 02/06/2019, 16:08

A mio avviso ZfreS: segui il cuore. Se stai studiando per la "matura" e nei ritagli di tempo hai deciso che vuoi metterti a studiare quello che ti pare e piace (cosa che per inciso facevo anch'io) allora fallo.

Altrimenti studia quello che ti dicono a scuola e per il resto datti a vita inerte e dissipata.

Sinceramente a maggio, appestato da mille interrogazioni prima dell'esame, non so quanto tempo tu abbia. So già che i tuoi docenti vorranno assestare le medie. E anche tu starai valutando se tenere o ritagliare quell'eventuale $+0,25$ in lettere, convertire quell'$8,5$ in inglese in un $9$,...
Conoscete la storia del Conte Giacomo Ceconi?
Avatar utente
SirDanielFortesque
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1032 di 1091
Iscritto il: 27/12/2016, 09:35
Località: Milano.

Re: Libro analisi 1

Messaggioda arnett » 02/06/2019, 16:12

Io non so che post abbia scritto l'OP, ma da qualche parte bisogna pur iniziare. I libri di matematica per facoltà non matematiche non mi sembrano il massimo da consigliare a uno che ha (a quanto leggo da quello che scrivete) le idee confuse sul metodo e sull'approccio: forse pure un impatto traumatico con un libro di livello un po' alto può fargli bene.
Ad ogni modo, il mio modesto consiglio è di usare uno di quei libri di passaggio dalla scuola superiore all'università, come l'Analisi zero di De Marco (che poi credo sia contenuta pure in Analisi uno): dovrebbero insegnare una giusta prospettiva e un giusto rigore senza perdersi in argomenti inutilmente avanzati.
"ci scruta poi gira se ne va"
arnett
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 891 di 1137
Iscritto il: 18/07/2018, 09:08

Re: Libro analisi 1

Messaggioda marco2132k » 02/06/2019, 16:29

@Vidocq ho capito cosa intendi ma, riguardo a
Vidocq ha scritto: Tempo fa non ha "visto" la differenza fra due vettori.
Probabilmente (ipotizzo io) @Zfres manco sa cosa è un vettore. La vaghezza delle "definizioni" date in un testo del liceo credo sia la causa di molti problemi simili a questo. Ivi manca ogni cenno di impalcatura teorica e nessuna deduzione formale può essere fatta a dare conferme. Se non è figo non avere quelle che tu chiami "basi" (ma che non lo sono: si può fare un'immensa quantità di matematica senza il novanta percento della trigonometria uno scientifico), nemmeno questo aiuta.

ZfreS ha scritto:Vorrei sapere se frequenti già l'università o no.
No; probabilmente abbiamo la stessa età.
Ora puoi rispondere tu alla mia domanda?
marco2132k
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 280 di 403
Iscritto il: 19/02/2018, 00:52

Re: Libro analisi 1

Messaggioda ZfreS » 02/06/2019, 19:43

Ora sto terminando il quarto anno di liceo scientifico. Avendo studiato il programma di quest'anno già dall'anno scorso mi sono permesso di andare avanti col programma di quinta che riguarda l'analisi. Voglio ora approfondire quanto studiato e cimentarmi con esercizi più complessi. Per questo ho valutato il De Marco. Non ho il problema di prepararmi alla maturità, ho ancora un anno davanti. Confermo che studio matematica almeno 1 ora al giorno + nei ritagli di tempo. Sono d'accordo sul fatto che i libri delle superiori, essendo poco rigorosi, confondono spesso le idee e non danno informazioni precise, ma confrontandomi con la mia insegnante sembra essere una cosa recente. Marco, confermami se siamo coetanei e ne parliamo in privato. Aver studiato prima degli altri ha portato diversi vantaggi: piena consapevolezza del materiale da conoscere, evitare di avere ulteriori lacune per non aver dedicato il tempo necessario a tanti argomenti, non avere voti da recuperare a fine anno. Devo dire che la discussione si è fatta interessante!
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1708 di 1806
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Libro analisi 1

Messaggioda Settevoltesette » 02/06/2019, 20:32

Perché non provi con altre materie, un libro di fisica di base per esempio, così ti cimenti un po' con gli esperimenti e ti diverti, l'analisi che troverai sul de marco non pensare sia differente da quella che hai studiato ora, io studiai sul giusti alle superiori poi all'università sul soardi (e meno male così ho rivisto tutto con gli spazi metrici, ed é arrivata un po' d'aria fresca, se studiavo di nuovo la stessa cosa non avrei retto) se ti metti a studiare sul de marco rischi di ristudiare mille volte la stessa cosa, in modo più completo ma in sostanza la stessa cosa, tanto vale che provi con il prodi se ti interessa solo l'analisi a questo punto.
Settevoltesette
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 140 di 162
Iscritto il: 07/04/2018, 17:06

Re: Libro analisi 1

Messaggioda ZfreS » 02/06/2019, 21:33

Beh, non avevo intenzione di ristudiare tutto da capo, ma studiare i dettagli in più.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1709 di 1806
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

Re: Libro analisi 1

Messaggioda gugo82 » 02/06/2019, 23:03

ZfreS ha scritto:Beh, non avevo intenzione di ristudiare tutto da capo, ma studiare i dettagli in più.

Che vuol dire per te "i dettagli in più"?
Quali sono "i dettagli"?
Sono sempre stato, e mi ritengo ancora un dilettante. Cioè una persona che si diletta, che cerca sempre di provare piacere e di regalare il piacere agli altri, che scopre ogni volta quello che fa come se fosse la prima volta. (Freak Antoni)
Avatar utente
gugo82
Moderatore globale
Moderatore globale
 
Messaggio: 21607 di 22381
Iscritto il: 13/10/2007, 00:58
Località: Napoli

Re: Libro analisi 1

Messaggioda vict85 » 03/06/2019, 12:03

Personalmente penso che "studiare subito tutto il più formale, rigoroso e completo possibile" sia un obiettivo utopico che non abbia alcun senso percorrere. Certo, lo vogliono fare un po' tutti, ma con l'esperienza arriva la consapevolezza della sua inutilità. Provo sempre molta gioia quando, rileggendo qualcosa di apparentemente elementare, riesco ancora a trovare aspetti che non avevo visto nella "prima" lettura. Quando fai analisi alle superiori ne cogli il sapore, quando lo vedi al primo anno il tutto diventa più chiaro e pensi di averci capito tutto. Poi studi topologia generale e il modo in cui vedi analisi si modifica e vedi cose che erano lì sin dall'inizio ma che non avevi notato prima. Poi viene analisi multivariata, analisi complessa, teoria della misura, analisi funzionale, calcolo delle probabilità, analisi numerica... Pensare che si abbia visto tutto solo perché si ha scalato (parte del)la montagna percorrendo un certo sentiero è sbagliato.
Finire analisi matematica 1 è l'inizio del tuo percorso, non la fine.
vict85
Moderatore
Moderatore
 
Messaggio: 9684 di 9844
Iscritto il: 16/01/2008, 01:13
Località: Berlin

Re: Libro analisi 1

Messaggioda ZfreS » 03/06/2019, 13:39

Non so che dettagli sono, ma sicuramente sono informazioni aggiuntive che rendono così voluminoso quel libro. Ssono curioso vict, fammi un esempio di elementi che non cogli durante lo studio di analisi, quelli che vedi alla prima lettura.
ZfreS
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1710 di 1806
Iscritto il: 22/10/2016, 18:52

PrecedenteProssimo

Torna a Leggiti questo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti