Re: Me e l'università...

Messaggioda civamb » 11/11/2017, 14:30

Ingegneria fisica non é un misto fra meccanica ed elettronica. Fra l'altro tu consideri solo in cdl del politecnico di Milano mentre a Torino il corso é impostato in modo differente visto che prepara per la laurea magistrale in fisica dei sistemi complessi, in cui vedrai molta fisica avanzata (in particolare teorica).
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 479 di 504
Iscritto il: 13/01/2014, 18:37

Re: Me e l'università...

Messaggioda v3ct0r » 11/11/2017, 17:12

@Vulplasir, è da un po’ che manco sul forum, ma è bello vedere che sono costantemente nei tuoi pensieri

oltretutto, noto con piacere che quando sono presente non osi rispondermi, e scappi con la coda tra le gambe, ma poi cerchi di rifarti non appena mi allontano

è il tipico atteggiamento degli smidollati, con i quali preferisco non avere a che fare

@SaO, hai detto che cercavi qualche fisico che ti desse informazioni

be’ io ho appena cominciato una magistrale in fisica nucleare (quella vera: diffida delle imitazioni) quindi non sono ancora un fisico a tutti gli effetti, ma purtroppo in questo forum i veri fisici sono pochi, perciò dovrai accontentarti di me

non ho il tempo ne’ la voglia di commentare certe idiozie che sono state scritte, ma ti dirò questo: nessuno conosce la fisica meglio di un fisico

se vuoi comprendere davvero come funziona la natura, e se, come hai detto, non ti piace l’idea di trascurare la fisica moderna, allora iscriversi a fisica è l’unica soluzione davvero soddisfacente

resto a disposizione per eventuali domande
the standard model: https://home.cern/about/physics/standard-model

"the electron is a theory we use; it is so useful in understanding the way nature works that we can almost call it real"
~ feynman

britney spears’ guide to semiconductor physics: http://britneyspears.ac/lasers.htm
v3ct0r
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 321 di 349
Iscritto il: 28/06/2015, 17:44

Re: Me e l'università...

Messaggioda Vulplasir » 11/11/2017, 18:54

se vuoi comprendere davvero come funziona la natura, e se, come hai detto, non ti piace l’idea di trascurare la fisica moderna, allora iscriversi a fisica è l’unica soluzione davvero soddisfacente

Eh si, la natura in cui le forze sono conservative e le mucche sono approssimabili a sfere omogenee.

"still a second rate mathematician" e "studies useless shit like quarks" mi fanno morire :lol: :lol: :lol:

Comunque penso siamo andati abbastanza OT.



Immagine
Ultima modifica di Vulplasir il 11/11/2017, 19:03, modificato 1 volta in totale.
Le poloidi sono interpretabili come traiettorie nello spazio delle fasi.
Avatar utente
Vulplasir
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 3880 di 4711
Iscritto il: 13/08/2013, 19:13
Località: Firenze

Re: Me e l'università...

Messaggioda SaO » 11/11/2017, 19:02

Ingegneria fisica non é un misto fra meccanica ed elettronica. Fra l'altro tu consideri solo in cdl del politecnico di Milano mentre a Torino il corso é impostato in modo differente visto che prepara per la laurea magistrale in fisica dei sistemi complessi, in cui vedrai molta fisica avanzata (in particolare teorica).


Il corso si chiama anche modellistica matematico-fisica per le discipline ingegneristiche, dal titolo sembrerebbe essere una sorta di corso di studio dove si sviluppano formule prese dalla matematica e dalla fisica, per poter essere utili poi agli ingegneri.
Guardando invece il video dell'ateneo sembra essere una laurea indirizzata allo sviluppo delle nanotecnologia, a dire la verità, non si capisce molto bene cosa è.
La cosa ancora più strana è che è un corso che si fa in pochi atenei, il che non è un male, ma è strano il fatto che varia così tanto dal polito al polimi.

be’ io ho appena cominciato una magistrale in fisica nucleare (quella vera: diffida delle imitazioni) quindi non sono ancora un fisico a tutti gli effetti, ma purtroppo in questo forum i veri fisici sono pochi, perciò dovrai accontentarti di me

Come puoi vedere la discussione si è incentrata molto sulla fisica, sono state dette molte cose al riguardo a paradossalmente non abbiamo avuto l'opinione di un fisico.

se vuoi comprendere davvero come funziona la natura, e se, come hai detto, non ti piace l’idea di trascurare la fisica moderna, allora iscriversi a fisica è l’unica soluzione davvero soddisfacente

Si, mi piace molto poter avere una preparazione che mi permetta di interpretare un fenomeno naturale tramite una formula matematica.
La cosa che apprezzo tanto della fisica è il fatto che questa disciplina, anche se non sembra, non vuole altro che semplificare la realtà, creando una formula che possa essere usata per lo stesso fenomeno in più contesti.
Se non mi sbaglio molti aspetti della fisica moderna sono ancora teorie da dimostrare, o che funzionano solo in parte.

Quello che però temo mi manchi, se dovessi fare fisica, è la capacità di creare qualcosa di funzionale, vedere la conoscenza che si trasformare in qualcosa di fruibile e funzionale dal punto di vista tecnologico.
Insomma, non mi piacerebbe "chiedere" occhio la sera pensando che le mie conclusioni o realizzazioni sono state solo delle equazioni, per quanto apprezzi tanto formule come quella della relatività generale.
Quando ho affermato ciò molti hanno ribadito il fatto che potrei fare fisica sperimentale, ma secondo me fisica sperimentale non è altro che un modus operandi del fisico, ovvero un approccio dove si fanno degli esperimenti ( sempre che ci siano i fondi) per dimostrare teorie.
Quindi non penso che quest'ultima sarebbe la soluzione ottimale, tu cosa dici?
SaO
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 135 di 237
Iscritto il: 06/10/2017, 10:39

Re: Me e l'università...

Messaggioda civamb » 11/11/2017, 20:02

Diciamo che fisica dei sistemi complessi ricade nelle lauree in modellistica matematico fisica per l'ingegneria. Di fatto approfondisce branche della fisica teorica di interesse ingegneristico mentre di ingegneria pura si affrontano pochi esami ma particolarmente teorici (vedi fluidodinamica non lineare).

Ps nessuno conosce meglio la fisica presente nelle varie branche ingegneristiche meglio di un ingegnere.
Ultima modifica di civamb il 13/11/2017, 09:51, modificato 1 volta in totale.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 480 di 504
Iscritto il: 13/01/2014, 18:37

Re: Me e l'università...

Messaggioda axpgn » 11/11/2017, 20:24

Testo nascosto, perchè contrassegnato dall'autore come fuori tema. Fai click in quest'area per vederlo.
Comunque qualcosa di buono questo thread sicuramente ce l'ha: abbiamo scoperto l'inutilità di matematici, fisici e informatici, perché gli ingegneri LO FANNO MEGLIO!!! :-D :-D :-D
Fanno matematica come i matematici (Ingegneria Matematica), approfondiscono fisica meglio dei fisici (Ingegneria Fisica) e smanettano meglio degli informatici (Ingegneria Informatica), con buona pace di Luca.Lussardi che continua a ripetere che la matematica fatta dagli ingegneri è diversa da quella che si fa a Matematica: non è vero! Rassegnati! :lol: :lol: :lol:


Cordialmente, Alex
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 9708 di 11394
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

Re: Me e l'università...

Messaggioda v3ct0r » 11/11/2017, 20:34

SaO ha scritto:La cosa che apprezzo tanto della fisica è il fatto che questa disciplina, anche se non sembra, non vuole altro che semplificare la realtà, creando una formula che possa essere usata per lo stesso fenomeno in più contesti.
Se non mi sbaglio molti aspetti della fisica moderna sono ancora teorie da dimostrare, o che funzionano solo in parte.


la fisica più avanzata, in gran parte, è ancora “work in progress”, certamente, e la ricerca in fisica gira proprio intorno a questi campi

SaO ha scritto:Quando ho affermato ciò molti hanno ribadito il fatto che potrei fare fisica sperimentale, ma secondo me fisica sperimentale non è altro che un modus operandi del fisico, ovvero un approccio dove si fanno degli esperimenti ( sempre che ci siano i fondi) per dimostrare teorie.


beh certo, sempre di fisica si tratta, anche se in certi settori ci sono grosse ripercussioni tecnologiche, soprattutto nella fisica delle alte energie (ad esempio, il world wide web, che stiamo usando in questo momento, è nato al cern)

tuttavia, quando il fisico si occupa di creare tecnologia, si occupa soprattutto di prototipi, strettamente funzionali alle sue esigenze (ad esempio, i detector usati nei collider di particelle)

SaO ha scritto:Quindi non penso che quest'ultima sarebbe la soluzione ottimale


credo che dipenda tutto da te

il fisico studia la natura e, anche se nel suo lavoro c'è uno stretto contatto con la tecnologia, il fine ultimo della ricerca in fisica è sempre creare e verificare modelli matematici

ciò non toglie che con una laurea in fisica tu possa anche dedicarti ad altro, le possibilità non mancano (esistono anche corsi di laurea in fisica applicata, di vario tipo, che potresti prendere in considerazione)

SaO ha scritto:tu cosa dici?


ti dico una sola cosa, e ti chiedo di rispondermi sinceramente: tu cosa vuoi fare, principalmente? studiare la natura, o progettare tecnologia? (niente mezze risposte)
the standard model: https://home.cern/about/physics/standard-model

"the electron is a theory we use; it is so useful in understanding the way nature works that we can almost call it real"
~ feynman

britney spears’ guide to semiconductor physics: http://britneyspears.ac/lasers.htm
v3ct0r
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 325 di 349
Iscritto il: 28/06/2015, 17:44

Re: Me e l'università...

Messaggioda axpgn » 11/11/2017, 20:41

v3ct0r ha scritto:... anche se in certi settori ci sono grosse ripercussioni tecnologiche, soprattutto nella fisica delle alte energie (ad esempio, il world wide web, che stiamo usando in questo momento, è nato al cern)


Pur con tutta la comprensione possibile che c'entra il www con le alte energie ? ... non mi pare l'esempio più appropriato ...
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 9709 di 11394
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

Re: Me e l'università...

Messaggioda v3ct0r » 11/11/2017, 21:02

axpgn ha scritto:Pur con tutta la comprensione possibile che c'entra il www con le alte energie ? ... non mi pare l'esempio più appropriato ...


cosa c’è che non va? ho voluto fare sia un esempio di hardware (i detector) che un esempio di software

i fisici delle alte energie hanno notevoli competenze informatiche (è uno dei motivi per cui ho scelto la fisica delle particelle)
the standard model: https://home.cern/about/physics/standard-model

"the electron is a theory we use; it is so useful in understanding the way nature works that we can almost call it real"
~ feynman

britney spears’ guide to semiconductor physics: http://britneyspears.ac/lasers.htm
v3ct0r
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 326 di 349
Iscritto il: 28/06/2015, 17:44

Re: Me e l'università...

Messaggioda axpgn » 11/11/2017, 21:25

Se non te ne rendi conto tu ... avranno anche notevoli competenze informatiche ma non è il loro "core business", si presume che il loro obiettivo sia altro, non ti pare?
Peraltro Tim Berners Lee è un informatico (ancorché laureato in fisica) che si è sempre occupato di informatica, sia al CERN che prima ... avrebbe inventato il www anche da un'altra parte, non è stata una "creazione" generata da ciò che facevano al CERN ...
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 9710 di 11394
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

PrecedenteProssimo

Torna a Orientamento Universitario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Raptorista e 21 ospiti