Passa al tema normale
Per chi deve scegliere cosa studiare all'Università. Discussioni sui corsi scientifici esistenti in Italia e all'estero. Esperienze personali.

Regole del forum

Consulta il nostro regolamento e la guida per scrivere le formule
Rispondi al messaggio

Fluidodinamica applicata all'architettura

29/12/2018, 15:29

Salve a tutti,

l'anno scorso ho ripreso a studiare un corso di laurea triennale in ingegneria edile.
Ora sto svolgendo l'erasmus per migliorare l'inglese, in particolare quello tecnico.
A dicembre 2019 dovrei laurearmi e a 32 anni sarò ingegnere.

Ho una forte curiosità, mi piace la matematica e soprattutto la fisica. Sono appassionato di architettura e mi piace concentrarmi sull'implementazione.

Sto valutando due opzioni:
- tirocinio post-laurea con inserimento nel mondo del lavoro
- un corso di laurea magistrale affiancato da una attività lavorativa (ho lavorato molto nella vita, anche studiando e riconosco che non è facile ma si può fare)

Quali aziende e università sono specializzate nell'ambito di studi in oggetto (titolo messaggio)?

Mi piacerebbe avere opzioni sia sull'Italia che l'estero, amo viaggiare.


Grazie :)
Ultima modifica di Luke123a il 02/01/2019, 23:02, modificato 1 volta in totale.

Re: Ingegneria fluidodinamica

30/12/2018, 15:29

Mah, forse potrebbe interessarti un M.Sc. in Ing. Aeronautica con indirizzo Aerodinamica. Un M.Sc. in "Ingegneria Fluidodinamica", che mi risulti, non esiste. Tendenzialmente non ha troppo senso parlare nemmeno (solo) di "Fluidodinamica". E' un campo molto ampio.
Parlando di Architettura e Fluidodinamica, mi vengono in mente i corsi di "Interazione Fluido-Struttura", come per esempio questo qui erogato al Polimi: https://www4.ceda.polimi.it/manifesti/m ... iga=235078
A cui si può aggiungere il corso di CFD in energetica per la parte "calda".

Per quanto riguarda istituti/università:
Il Von Karman Institute è senz'altro fra i migliori centri d'Europa per la Fluidodinamica.
Link: https://www.vki.ac.be/
Come università mi viene in mente l'Imperial College di Londra. O il Politecnico di Milano stesso.

Se posso permettermi un commento, Fisica-Matematica-Ingegneria-Fluidodinamica-Architettura è po' un'accozzaglia; in altri termini non credo sia possibile (e non avrebbe neanche senso) mettere insieme in un unico corso di studi tutti questi aspetti. A tutto questo aggiungerei il fatto che il taglio di Edile è decisamente "soft", imbarcarsi in un M.Sc. sulla Fluidodinamica è un po' una follia, figuriamoci se nel frattempo hai intenzione di lavorare. Piuttosto, lascerei da parte la Fisica e la Matematica e virerei su qualcosa tipo Design & Engineering.

Re: Fluidodinamica applicata all'architettura

07/01/2019, 13:42

Avevo proprio bisogno di un'osservazione di questo genere!

Sfogliando il web mi sono reso conto che effettivamente Design & Engineering è decisamente più azzeccato..
Concentrerò le mie ricerche in questo ambito (forse ora l'oggetto del topic è più chiaro) e nel caso sono aperto ad ulteriori buoni consigli :)

Grazie per la disponibilità e complimenti per la capacità di analisi (impressionante).

Re: Fluidodinamica applicata all'architettura

09/01/2019, 01:16

Ti ringrazio per i complimenti, fa piacere dare una mano. In bocca al lupo!

Stefano
Rispondi al messaggio