Un bivio a 22 anni

Messaggioda Clarigatio » 11/08/2018, 20:37

Ciao.
Ho un diploma professionale ed attualmente lavoro nel mio campo. Dagli stage e tirocini pre e post scolastici ho sempre ricevuto complimenti per la mia determinazione e sebbene non sia un mostro, me la cavo. Tuttavia fino ad oggi (e sicuramente per un altro anno) ho sempre seguito il flusso degli eventi senza far sentire le mie intenzioni: con il tempo mi si è acceso un interesse per la matematica e la fisica, tuttavia finita la scuola non potevo permettermi l'università per motivi che vanno anche oltre a quelli economici. Ora la domanda, mi converrebbe a 22 anni buttarmi e fare un tentativo o sarebbe meglio continuare il proprio lavoro e dilettarsi con queste materie da autodidatta? Ciò però va inteso in chiave lavorativa, nel senso che conclusi gli studi dovrei continuare per questo percorso, perché a 27 o 25 anni (nella migliore delle ipotesi) avrò perso la manualità che ho acquisito, essendo un lavoro artigianale.
In breve, se non si va fuori corso, una laurea iniziata a 22 anni, è valida nel mondo del lavoro?
Clarigatio
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 1 di 1
Iscritto il: 11/08/2018, 19:23

Re: Un bivio a 22 anni

Messaggioda Omar93 » 12/08/2018, 01:44

Certamente! Con la tua determinazione, disciplina e la passione, buttati!
Omar93
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 267 di 267
Iscritto il: 30/10/2010, 14:47
Località: Cambridge

Re: Un bivio a 22 anni

Messaggioda seven » 12/08/2018, 15:32

Clarigatio ha scritto:In breve, se non si va fuori corso, una laurea iniziata a 22 anni, è valida nel mondo del lavoro?


Assolutamente! In più la tua esperienza alle spalle giustifica il tuo ritardo negli studi. Segui le tue passioni :)
seven
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 805 di 806
Iscritto il: 17/01/2011, 23:28

Re: Un bivio a 22 anni

Messaggioda MartaGueris » 14/08/2018, 13:58

Fallo!! In questi anni che non hai studiato sei sicuramente maturato e quindi ora sarà tutto più semplice!!
MartaGueris
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 30 di 36
Iscritto il: 12/03/2018, 09:58

Re: Un bivio a 22 anni

Messaggioda Vulplasir » 14/08/2018, 14:12

In questi anni che non hai studiato sei sicuramente maturato e quindi ora sarà tutto più semplice!!


Eh si, è risaputo e riconosciuto che se si prende una pausa dagli studi di 3-4 anni poi è MOLTO più semplice intraprendere gli studi, soprattutto se si proviene da una scuola professionale e ci si iscrive a fisica.
Avatar utente
Vulplasir
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 5098 di 5477
Iscritto il: 13/08/2013, 18:13
Località: Firenze

Re: Un bivio a 22 anni

Messaggioda Cuppls » 14/08/2018, 18:15

Se sei determinato e spinto dalla passione fallo! Io anche ho fatto una cosa del genere, mi sono iscritto a 22 anni a fisica dopo 3 anni che avevo finito le superiori (avevo fatto ragioneria, quindi fisica e matematica molto poco); ho quasi finito il mio percorso di studi e posso dirti che lo rifarei mille volte. Non sono ancora entrato a contatto col mondo del lavoro, anche perchè se tutto va bene proseguirò con un dottorato, ma credo che il lavoro non manchi per i fisici: ho conosciuto più di un laureato in fisica che ha avuto l'opportunità di lavorare nelle banche o assicurazioni..quindi magari non finirai a fare il fisico ma il lavoro c'è
Cuppls
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 264 di 271
Iscritto il: 23/08/2014, 20:13


Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: gabriella127, Google [Bot] e 8 ospiti