Re: ....

Messaggioda Fioravante Patrone » 09/10/2006, 11:02

egogaia ha scritto:il mio proposito qui dentro è, oltre a quello di discutere dei temi che mi interessano, anche quello di sciogliervi un po'

inoltre penso che si ragioni meglio lasciando il cervello libero da stupidi formalismi. si ottiene una specie tira e molla cerebrale che olia le sinapsi meglio di qualunque tensione costante.


sì buana, grazie buana
Avatar utente
Fioravante Patrone
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 461 di 9298
Iscritto il: 09/06/2006, 20:18
Località: Temporaneamente a Novi Ligure ;-)

Messaggioda Luca.Lussardi » 09/10/2006, 11:26

Io non sono un probabilista, però a intuito non vedo un modello matematico che risponda alla tua domanda, e probabilmente non esiste nemmeno se no i casinò avrebbero già chiuso e i matematici sarebbero ricchi. Il gioco della roulette è troppo banale, non ha un albero; non ha senso parlare di massimizzazione o minimizzazone se non hai a disposizione diverse strategie di gioco. Prendi il gioco del tris che tutti fanno a scuola invece di ascoltare la lezione di Storia; questo ha un albero finito e non banale (anche abbastanza grande, bisognerebbe proporre agli studenti svogliati di costruirlo, almeno non imparano la Storia ma fanno un bellissimo esercizio di combinatorica...) per cui c'è la "soluzione" a questo gioco, ovvero la strategia che permette di concludere la partita in modo razionale. Il gioco della roulette, che è come quello del lotto alla fin fine, non ha un albero... su cosa massimizzi o minimizzi se non hai tante strade? Forse interpreto ancora male la tua richiesta, sto cercando una via per risponderti in modo meno negativo, ma la teoria della probabilità è Matematica, ed in Matematica le opinioni non contano molto.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 1070 di 8318
Iscritto il: 21/05/2006, 18:59

Messaggioda egogaia » 09/10/2006, 12:20

luca, io di teoria della probabilità non so un tubo, non studio dai tempi dell'università.
perciò è possibile che stia dicendo delle cazzate e in effetti mi scoccia un po' dovermi conforntare senza prima sapere bene, provvederò.
quello che ti posso chiedere di primo acchito è: ma in che senso non c'è un albero?
Avatar utente
egogaia
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 11 di 33
Iscritto il: 08/10/2006, 15:20

Messaggioda Luca.Lussardi » 09/10/2006, 12:50

Non è un gioco che procede in funzione di cosa è accaduto in passato: nel momento in cui la pallina si è fermata il gioco è già finito. Capirai che non è come il tris, in cui la partita ha più stadi e ci sono tante strade che posso seguire ogni volta, per cui si può costruire l'albero del gioco e trovare la "soluzione del gioco" ovvero la strada più conveniente per tutti i giocatori.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 1071 di 8318
Iscritto il: 21/05/2006, 18:59

Messaggioda egogaia » 09/10/2006, 13:02

ok.
e se invece tu vedessi come fine del gioco un numero n dato di giocate?
con l'intento di avere, alla fine di queste n giocate, ottenuto un profitto positivo?
anche in questo caso non si può costruire un albero, chiaramente probabilistico e non deterministico?
(dimmelo se dico cazzate perchè vado a intuito)
Avatar utente
egogaia
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 12 di 33
Iscritto il: 08/10/2006, 15:20

Messaggioda Luca.Lussardi » 09/10/2006, 14:01

Con le prove ripetute c'è un albero ma è sempre banale: la radice dell'albero è una sola poichè il gioco finisce ogni volta che un numero è uscito, quindi ogni volta la partita ricomincia da zero, quindi la situazione è banalizzata anche con $n$ estrazioni. Puoi sempre calcolare la probabilità di almeno una vittoria su $n$ lanci della pallina.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 1072 di 8318
Iscritto il: 21/05/2006, 18:59

Messaggioda Aeon » 09/10/2006, 14:29

Non mi divertivo così a leggere qualcosa dai topic-flame di NGI :-D
Avatar utente
Aeon
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 18 di 132
Iscritto il: 08/10/2006, 13:38
Località: PoliTo

Messaggioda fields » 09/10/2006, 15:07

desko ha scritto:Ciao enogaia

Questa è bella!! :-D :smt030

Non ricordo dove l'ho letto, ma ad un certo punto nei casinò (1980-90) c'era una versione del blackjack per la quale dei matematici avevano trovato un strategia vincente, facendo un mucchi di soldi. Naturalmente i casinò hanno provveduto immediatamente a ritirare quella infausta (per loro) versione del blackjack.

Mi domando dunque ora: diciamo che ho un casinò. Poiché la roulette c'è praticamente dappertutto, non sarà che hanno costruito un sistema di puntate dimostrabilmente perdente in media per il giocatore? La mia è una domanda. Magari sarebbe interessante prendere in esame un sistema concreto di roulette, fare questa dimostrazione relativa al sistema in esame, e così porre fine alle chiacchiere e alla fanta-probabilità.
Ultima modifica di fields il 09/10/2006, 15:09, modificato 1 volta in totale.
fields
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 213 di 1539
Iscritto il: 20/07/2006, 16:32
Località: Wien

Messaggioda Celine » 09/10/2006, 15:09

Rileggendo il tutto mi rendo conto di non essermi espresso nel modo migliore. Devo aver esagerato con il brunello, ieri. Comunque il riferimento allo steccone era reale, una constatazione che mi ha sempre divertito ma alla quale non ho mai associato altro, ok pensandoci una battuta tra amici ma niente di più...

Ciao e benvenuta!

E non pensare che ho scritto questo perchè ho visto la tua foto!
Celine
Celine
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 113 di 164
Iscritto il: 28/07/2006, 11:56

Messaggioda nato_pigro » 09/10/2006, 15:24

fields ha scritto:
Non ricordo dove l'ho letto, ma ad un certo punto nei casinò (1980-90) c'era una versione del blackjack per la quale dei matematici avevano trovato un strategia vincente, facendo un mucchi di soldi. Naturalmente i casinò hanno provveduto immediatamente a ritirare quella infausta (per loro) versione del blackjack.



io sapevo che dei matematici del MIT, intorno agli anni che hai detto te, hanno sbancato il banco del black jack tendendo conto dlle carte che erano già uscite. Questo si che è un gioco in cui si può usare la strategia, è un gioco che ha memoria e che quindi a ogni "puntata" le condizioni cambiano rispetto alla "puntata" prima.

Per la cronaca: quei matematici sono stati tutti diffidati dal ripresentarsi in ogni casinò di las vegas ^_^
Avatar utente
nato_pigro
Advanced Member
Advanced Member
 
Messaggio: 119 di 2626
Iscritto il: 10/08/2006, 15:07
Località: Imperia

PrecedenteProssimo

Torna a Statistica e probabilità

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti