Significato di "sensitivity" e "specificity" negli studi scientifici

Messaggioda Imbuter2000 » 17/05/2019, 19:39

Ciao ragazzi

Non capisco il significato dei termini "sensitivity" e "specificity" negli studi scientifici.

Ad esempio, in uno studio hanno preso 145 pazienti con un certo tipo di tumore e 75 senza quel tumore, ed hanno misurato i loro valori del sangue hPLAP, AFP, LDH e hCG.
I risultati sono stati: "hPLAP, AFP and hCG were statistically significantly higher in patients with [tumore] compared to patients with [non tumore] (p < 0.005). hPLAP showed the best sensitivity/specificity (51.1%/84.0%) followed by AFP (35.7%/97.1%), hCG (32.6%/98.6%) and LDH (31.4%/97.8%). ROC analysis demonstrated no difference between hPLAP, AFP and hCG in the specificity range of 80-100%. However, a combination of hPLAP, AFP and hCG provided statistically significantly better results than single markers (p < 0.001)."

Prendiamo ad esempio per l'hCG la sensitivity di 32.6% e la specificity di 98.6%. Cosa significano?
Leggendo Wikipedia riesco a capire forse che 32.6% è "totale dei test hCG positivi che sono di persone realmente con il tumore" / "totale persone con il tumore". Corretto?
Ma il 98.6% non lo capisco. è forse il "totale dei test hCG negativi che sono di persone realmente senza il tumore" / "totale persone senza il tumore"?
Imbuter2000
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 1 di 1
Iscritto il: 17/05/2019, 19:18

Torna a Statistica e probabilità

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti