Passa al tema normale
Discussioni su programma di analisi 1 e 2: numeri complessi, calcolo di una o più variabili reali, equazioni differenziali ordinarie.

Regole del forum

Consulta il nostro regolamento e la guida per scrivere le formule
Rispondi al messaggio

Insieme semplicemente connesso

11/06/2019, 18:51

Ciao a tutti,

Volevo chiedere se qualcuno è in grado di fornire delucidazioni in merito alla definizione di insieme semplicemente connesso con uso della nozione di omotopia.
Io so che un insieme è semplicemente connesso se presa una qualsiasi curva chiusa all'interno del mio insieme, essa non è altro che la frontiera di un sottoinsieme del mio insieme.

Tuttavia, mettiamo caso che io prenda un insieme $A$ semplicemente connesso e fatto in questo modo: privo di buchi ma "stracolmo" di curve chiuse.
Come potrei, presi due punti $P1$ e $P2$ e due curve generiche che li congiungono, deformare con continuità una curva nell'altra?
Le curve chiuse darebbero "fastidio" e non permetterebbero che questa "trasformazione" possa avvenire con continuità.
Eppure l'insieme $A$ sopra descritto è semplicemente connesso.
Qualcuno sa aiutarmi?

Re: Insieme semplicemente connesso

11/06/2019, 18:52

Che significa "stracolmo di curve chiuse"?

Io so che un insieme è semplicemente connesso se presa una qualsiasi curva chiusa all'interno del mio insieme, essa non è altro che la frontiera di un sottoinsieme del mio insieme.
Non è proprio questa la definizione, ma è una buona immagine visiva. La definizione è quella con le omotopie.

Re: Insieme semplicemente connesso

12/06/2019, 19:50

dissonance ha scritto:Che significa "stracolmo di curve chiuse"?

Io so che un insieme è semplicemente connesso se presa una qualsiasi curva chiusa all'interno del mio insieme, essa non è altro che la frontiera di un sottoinsieme del mio insieme.
Non è proprio questa la definizione, ma è una buona immagine visiva. La definizione è quella con le omotopie.


Immaginiamo che il mio insieme $A$ abbia al suo interno un'unica curva chiusa che coincide con la frontiera di un sottoinsieme di $A$.
Io so che $A$ è semplicemente connesso per questo motivo.

Tuttavia, esistono sicuramente due punti arbitrari $a_1$ ed $a_2$ tali che, comunque prese due curve $\gamma_1$ e $\gamma_2$ differenti che li congiungono, esse non sono omotope.
Questo perché, a livello intuitivo, non potrò deformare con continuità una curva nell'altra, in quanto ci sarà la curva chiusa $\gamma_0$ a far sì che la deformazione non possa avvenire con continuità.

In parole povere, mi sembra che la definizione 1 e 2 siano in contraddizione:
definizione 1:"se presa una qualsiasi curva chiusa all'interno del mio insieme, essa non è altro che la frontiera di un sottoinsieme del mio insieme";

definizione 2 "comunque presi due punti e comunque prese due curve che li congiungono, allora posso deformare con continuità una curva nell'altra".

Re: Insieme semplicemente connesso

12/06/2019, 20:37

No, no, tutto sbagliato. Questa definizione ti sta facendo confondere. La definizione di insieme semplicemente connesso è quella con le omotopie, assumi quella e lascia stare queste elucubrazioni, non c'è niente di salvabile nel tuo ultimo post.

Re: Insieme semplicemente connesso

12/06/2019, 20:45

dissonance ha scritto:non c'è niente di salvabile nel tuo ultimo post.


Sono d'accordo, sono fuori strada.
Tuttavia non capisco (curiosità) come mai entrambe le definizioni sono corrette (lo sono?), eppure sembrano contraddirsi a vicenda sotto opportune ipotesi.

Re: Insieme semplicemente connesso

12/06/2019, 22:16

CLaudio Nine ha scritto:come mai entrambe le definizioni sono corrette (lo sono?)

No, la prima è una definizione che non ha senso per insieme semplicemente connesso, in quanto quasi tutte le curve sono frontiere di un insieme, ovvero di se stesse, in quanto insiemi chiusi con parte interna non vuota.

Re: Insieme semplicemente connesso

13/06/2019, 00:41

otta96 ha scritto:
CLaudio Nine ha scritto:come mai entrambe le definizioni sono corrette (lo sono?)

No, la prima è una definizione che non ha senso per insieme semplicemente connesso, in quanto quasi tutte le curve sono frontiere di un insieme, ovvero di se stesse, in quanto insiemi chiusi con parte interna non vuota.


E' la definizione del mio libro di testo...Tuttavia penso di essere fuori strada perché la definizione con le omotopie scritta in maniera rigorosa non è affatto semplice.

Re: Insieme semplicemente connesso

13/06/2019, 08:30

Ma questa cosa di "stracolmo di curve chiuse" non significa niente. Non ragionare su queste categorie bislacche, ragiona rigorosamente. Disegna un insieme "senza buchi", disegna una curva chiusa al suo interno e rifletti su come tu possa deformarla continuamente fino a ridurla ad un punto.

Su queste cose spesso si "tira via" un po', perché scrivere formule può essere difficile, ma non significa che non siano concetti rigorosi.

Re: Insieme semplicemente connesso

13/06/2019, 13:39

dissonance ha scritto:Su queste cose spesso si "tira via" un po', perché scrivere formule può essere difficile, ma non significa che non siano concetti rigorosi.


Ok ottimo.
Ma se prendo ad esempio una curva chiusa $\gamma_alpha$ contenuta in $A$, che coincide con la frontiera di un sottoinsieme di $A$ e che al suo interno contiene un'altra curva chiusa $\gamma_beta$?
Come potrò deformare con continuità $\gamma_alpha$ fino a ridurla ad un punto?
La curva chiusa $\gamma_beta$ contenuta nel sottoinsieme delimitato da $\gamma_alpha$ non impedirà che questa deformazione possa avvenire con continuità?

Re: Insieme semplicemente connesso

13/06/2019, 14:09

Ma certo che no. Se questa curva chiusa è contenuta nell'insieme, dove sta il problema?
Rispondi al messaggio