Vettori

Messaggioda pepper9 » 09/06/2019, 16:43

Buongiorno,
io so che un vettore è ad esempio $\vec v = (v_1 , v_2 , v_3)$
allora vi chiedo:
- che differenza c'è tra quello che ho scritto sopra e un vettore applicato?
- come si indica un vettore applicato in un punto diverso dall'origine?

Grazie in anticipo!
pepper9
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 40 di 46
Iscritto il: 05/01/2019, 11:15

Re: Vettori

Messaggioda caulacau » 10/06/2019, 09:36

Quello che si chiama "vettore applicato" è un elemento dello spazio affine su uno spazio vettoriale $V$; più formalmente, uno spazio affine è fatto di elementi ("punti") su cui c'è un'azione strettamente transitiva del gruppo $(V,+)$; allora, l'"applicazione" di un vettore a un punto dà come risultato un altro punto, che è "il punto cui arriva $P$ se viene traslato di $v$"; questo ci porta alla seconda domanda: un vettore $v$ applicato a $P$ si indica con $P+v$.
Avatar utente
caulacau
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 42 di 233
Iscritto il: 08/05/2019, 19:30

Re: Vettori

Messaggioda marco2132k » 11/06/2019, 11:58

@caulacau Perché dici che un elemento dello spazio affine è un vettore applicato?
marco2132k
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 283 di 404
Iscritto il: 19/02/2018, 00:52

Re: Vettori

Messaggioda caulacau » 15/06/2019, 21:37

marco2132k ha scritto:@caulacau Perché dici che un elemento dello spazio affine è un vettore applicato?

Perché... è quello che è; formalmente, no, ma l'idea è che $P+v$ è "quello che succede quando il vettore $v$, che prima era attaccato a $0$, viene attaccato a $P$".
Avatar utente
caulacau
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 68 di 233
Iscritto il: 08/05/2019, 19:30


Torna a Geometria e algebra lineare

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti