Curva di Wohler semplificata

Messaggioda Cla1608 » 18/01/2020, 18:59

Ciao a tutti, sto studiando per la prima volta il fenomeno della fatica e ho iniziato da poco. Nelle "dispense" che ho viene introdotta la curva di Wohler (diagramma logaritmico solo alle ascisse), poi viene introdotto quello semplificato (doppio logaritmico) ... anche in questo caso tutto chiaro.

Viene poi introdotto il rapporto f tra sigma limite a fatica e sigma di rottura.

Vengono poi fatte delle valutazioni (senza alcun tipo di commento) che non mi risultano per niente chiare ...
Immagine
Immagine

Come viene fuori questa roba??

Inoltre nel caso in cui venga richiesto di tracciare una curva semplificata di Wohler (quella doppia logaritmica) come ci si deve comportare?
Se non ho capito male occorre sapere:
1) sigma limite a fatica (in genere si considera un 10^7 cicli)
2) sigma a rottura dopo fatica oligociclica (quindi da 10^3 cicli in su)

Una volta note queste sul diagramma doppio logaritmico basta tracciare una retta .... troppo facile per essere giusto o è corretto?

grazie
Cla1608
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 26 di 44
Iscritto il: 19/05/2012, 13:04

Re: Curva di Wohler semplificata

Messaggioda Cla1608 » 23/01/2020, 15:55

qualche anima pia/mente illuminata?
Cla1608
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 28 di 44
Iscritto il: 19/05/2012, 13:04

Re: Curva di Wohler semplificata

Messaggioda Thememe1996 » 23/01/2020, 17:39

Ciao,

per quanto riguarda la curva di Wöhler nel piano doppio-logaritmico, ciò che dici è corretto: solitamente si traccia una retta trai punti (10^3 cicli; 0,9*Rm) e (10^7; σlim,fatica). Il numero limite di cicli può essere fissato tra 10^6 e 10^7 cicli, dipende dal materiale. Con Rm indico il limite di rottura statica.
Occhio a considerare i logaritmi nel scrivere l’equazione della retta, perciò: y=mx+q diventa log(σ)=m*log(N)+q o equivalentemente σ=a*N^b.

Riguardo le due foto che hai allegato, ho cercato di capirci qualcosa, ma estrapolate dal contesto sono un po’ difficili da interpretare: per esempio, cosa indicano f, σR e σLF?
Thememe1996
New Member
New Member
 
Messaggio: 84 di 96
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Re: Curva di Wohler semplificata

Messaggioda Cla1608 » 23/01/2020, 17:52

Thememe1996 ha scritto:Ciao,

per quanto riguarda la curva di Wöhler nel piano doppio-logaritmico, ciò che dici è corretto: solitamente si traccia una retta trai punti (10^3 cicli; 0,9*Rm) e (10^7; σlim,fatica). Il numero limite di cicli può essere fissato tra 10^6 e 10^7 cicli, dipende dal materiale. Con Rm indico il limite di rottura statica.
Occhio a considerare i logaritmi nel scrivere l’equazione della retta, perciò: y=mx+q diventa log(σ)=m*log(N)+q o equivalentemente σ=a*N^b.

Riguardo le due foto che hai allegato, ho cercato di capirci qualcosa, ma estrapolate dal contesto sono un po’ difficili da interpretare: per esempio, cosa indicano f, σR e σLF?


f= σLF/σR
σR = tensione di rottura del materiale
σLF = tensione limite a fatica

Il problema forse è che non c è contesto ... faccio difficoltà
Cla1608
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 29 di 44
Iscritto il: 19/05/2012, 13:04

Re: Curva di Wohler semplificata

Messaggioda Thememe1996 » 24/01/2020, 18:57

Ho provato a ragionarci ancora un po’, ma ci sono più cose che non tornano.

Se f fosse veramente σLF/σR, allora le tre curve del grafico dovrebbero essere delle rette orizzontali, siccome ognuna di esse ha un valore di σLF/σR costante.
E poi, nella definizione di σ_1000cicli=f*σR, inserendo la formula di f, si otterrebbe σ_1000cicli= σLF/σR*σR= σLF, quindi paradossalmente lo sforzo limite a fatica a 1000 cicli e a 10^6 (o 10^7) cicli sarebbe lo stesso e non avrebbe senso...

Il Professore che ti ha dato le slides non ti saprebbe essere d’aiuto?
Thememe1996
New Member
New Member
 
Messaggio: 86 di 96
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Re: Curva di Wohler semplificata

Messaggioda Cla1608 » 24/01/2020, 19:01

Thememe1996 ha scritto:Ho provato a ragionarci ancora un po’, ma ci sono più cose che non tornano.

Se f fosse veramente σLF/σR, allora le tre curve del grafico dovrebbero essere delle rette orizzontali, siccome ognuna di esse ha un valore di σLF/σR costante.
E poi, nella definizione di σ_1000cicli=f*σR, inserendo la formula di f, si otterrebbe σ_1000cicli= σLF/σR*σR= σLF, quindi paradossalmente lo sforzo limite a fatica a 1000 cicli e a 10^6 (o 10^7) cicli sarebbe lo stesso e non avrebbe senso...

Il Professore che ti ha dato le slides non ti saprebbe essere d’aiuto?


Sto cercando di mettermi in contatto ... metterò un aggiornamento per i posteri se dovessi capirci qualcosa
Cla1608
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 30 di 44
Iscritto il: 19/05/2012, 13:04


Torna a Ingegneria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti