Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda dforum97 » 13/02/2018, 22:43

iSte ha scritto:
axpgn ha scritto:Ciò non implica che chi dice il contrario sia nel giusto ... :wink:


Ed essere "politically correct" sempre e comunque, di certo non implica dire/fare la cosa giusta.
Parliamo di contenuti, invece di fare filosofia spiccia.
Adesso faccio un po' il populista. Siamo Ingegneri, siamo giovani, in alcuni casi la futura classe dirigente, in altri innovatori, in altri liberi professionisti che si assumono responsabilità serie, talvolta che coinvolgono la vita, la sicurezza delle persone. Un po' di spina dorsale per l'amor del cielo. Ci sono problemi d'ogni genere nel mondo (figuriamoci nel nostro paese) e questo viene a lamentarsi che è "stanco" e "non è sicuro" su un forum? Di tutte le domande interessanti che si possono porre? Non c'è niente da dire. Bisogna svegliarsi. A 21 anni in altri paesi si fa impresa. Si gira il mondo. Si è indipendenti.
Senza poi considerare la questione apprendimento. Gli esami sono una prova che dovrebbe certificare l'apprendimento. Non una sequenza di "compitini" da svolgere e sei a posto. La laurea non è solo un pezzo di carta. Che si pensi, che si spenda un pomeriggio a pensare alle equazioni di Eulero, alla formulazione di Navier-Stokes. Che ci si appassioni, che si approfondisca. Non sempre con sta storia dell'"esame".
Questo è quello che ho da dire. E potrei andare avanti. Di certo, non m'interessa essere simpatico. E forse è persino più utile sentirsi sbattere in faccia le cose, invece che cullarsi a vicenda, costantemente, nella propria comfort-zone.



Chiedo umilmente perdono se ho chiesto un consiglio su un forum... sai com'è uno magari si sente un po' stanco se ha passato i suoi giorni dalle vacanze di natale ( 24,25 e 31 esclusi) su dei libri perchè l'università non è stata in grado di distribuire adeguatamente degli appelli per gli esami nell'arco di due mesi ( 3 esami in 4 giorni non mi sembra proprio il top) ; non so te, magari sei un qualche tipo di creatura divina che non risente della stanchezza, ma io ho visto molta gente andare in tilt per il troppo studio e non mi servirebbe a nulla cadere nello stesso errore ... Quindi si molto probabilmente mi manca un po' di spina dorsale come dici te, sono uno che non ha voglia di fare niente se non lamentarsi ( che poi non so da cosa lo hai dedotto) e magari non sarò mai l'ingegnere innovatore che tanto osanni, però preferisco arrivare al prossimo semestre che sono ancora in grado di pensare piuttosto che bruciarmi tutto subito...
La materia so anche io che è complessa ( per questo una volta se non sbaglio era un corso annuale, e ridurlo a 3/4 mesi non fa che aumentarne la difficoltà) , seppur interessantissima.So anche che preparare gli esami così velocemente è controproducente: puoi passarlo ma non ti rimane niente, oppure non lo passi e amen. Il problema è che questo mondo ti richiede una laurea in tempi brevi, cosa che a ingegneria è rara( basta vedere qualche dato), per buttarti subito a fare esperienza o in specialistica e quindi talvolta ti ritrovi a dover dare esami su esami per non finire fuoricorso. Siccome comunque arrivare al secondo semestre con 4 esami non è malissimo ( perchè comunque in 2 sessioni si possono benissimo preparare 4 esami) ho preferito chiedere consiglio a qualcuno con magari più esperienza.
dforum97
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 5 di 9
Iscritto il: 22/01/2018, 17:51

Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda iSte » 13/02/2018, 23:36

axpgn ha scritto:E chi ha detto questo? Anche essere sempre "contro" non implica essere nel giusto ... ognuno dice la sua, no?


Vuoi scriverlo un'altra volta?

Eh, mi sa di sì ... dire di "svegliarsi" a uno che ha già dato quattro esami in una sessione e ha qualche dubbio se dare o meno il quinto mi sembra un pochino fuori contesto, non ti pare?


No, non mi pare. Ma evidentemente tu hai totale fiducia nel sistema di valutazione, cosa che personalmente, io non ho. Ma non è neanche solo questo. E' una questione di senso pratico. O ce l'hai, o non ce l'hai.

E sul fatto che negli altri paesi a 21 anni si fanno "miracoli", lascerei perdere ... per un Bill Gates o uno Steve Jobs quanti migliaia di "loosers" ci sono? ... la realtà è un po' più complicata ... :wink:

Cordialmente, Alex


Non sto parlando di questo. Il problema è che all'estero io ci sono stato. Per un po' di tempo. Tu?

Mi spiace di non essere altrettanto cordiale, Stefano
Ultima modifica di iSte il 14/02/2018, 00:10, modificato 2 volte in totale.
iSte
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 232 di 295
Iscritto il: 07/05/2011, 15:22

Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda axpgn » 13/02/2018, 23:59

Anch'io sono stato all'estero e nonostante quello riesco a gestire i "quote" e usare l'anteprima: che cavolo significa "Vuoi scriverlo un'altra volta?" ? Cosa significa "il senso pratico ce l'hai o non ce l'hai" ? Detto poi ha uno che ha sostenuto tre esami in pochi giorni, più "senso pratico" di così ... :roll:
Non ho la minima idea di come sia il "sistema di valutazione" ma anche se lo conoscessi bene come sembra lo conosca tu, non mi permetterei mai di sostenere che una persona che non conosco va avanti solo per il "sistema" e non per le proprie capacità ... però, ok, convinto tu, va bene così ...

Buona notte.
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 10476 di 11794
Iscritto il: 20/11/2013, 23:03

Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda iSte » 14/02/2018, 00:02

dforum97 ha scritto:Chiedo umilmente perdono se ho chiesto un consiglio su un forum...


Ma tu sei assolutamente libero di chiedere quello che vuoi. Questo è il mondo (almeno, quello democratico): un posto libero (grazie a Dio), dove tu sei libero di aprire il tuo topic, io di scrivere quello che mi pare, tu di rispondere, eccetera.

sai com'è uno magari si sente un po' stanco se ha passato i suoi giorni dalle vacanze di natale ( 24,25 e 31 esclusi) su dei libri perchè l'università non è stata in grado di distribuire adeguatamente degli appelli per gli esami nell'arco di due mesi ( 3 esami in 4 giorni non mi sembra proprio il top) ; non so te, magari sei un qualche tipo di creatura divina che non risente della stanchezza, ma io ho visto molta gente andare in tilt per il troppo studio e non mi servirebbe a nulla cadere nello stesso errore ... Quindi si molto probabilmente mi manca un po' di spina dorsale come dici te, sono uno che non ha voglia di fare niente se non lamentarsi ( che poi non so da cosa lo hai dedotto) e magari non sarò mai l'ingegnere innovatore che tanto osanni, però preferisco arrivare al prossimo semestre che sono ancora in grado di pensare piuttosto che bruciarmi tutto subito...


Vallo a dire a chi, in quei giorni, lavorava, come cameriere, come infermiere, come turnista. Il problema di chi si lamenta e basta, non è che sia "sbagliato", è che è viziato, tutto qui. Hai la fortuna di studiare qualcosa che ti interessa, che ti assicurerà un futuro, un lavoro, un buono stipendio. Come qualcuno ha già detto, coglierai i frutti del tuo impegno.

La materia so anche io che è complessa ( per questo una volta se non sbaglio era un corso annuale, e ridurlo a 3/4 mesi non fa che aumentarne la difficoltà) , seppur interessantissima.So anche che preparare gli esami così velocemente è controproducente: puoi passarlo ma non ti rimane niente, oppure non lo passi e amen.


Perfetto, su questo ci capiamo.

Il problema è che questo mondo ti richiede una laurea in tempi brevi, cosa che a ingegneria è rara( basta vedere qualche dato), per buttarti subito a fare esperienza o in specialistica e quindi talvolta ti ritrovi a dover dare esami su esami per non finire fuoricorso.


Lo posso capire, ma non sono d'accordo. Quello che il mondo del lavoro chiede sono le competenze, le capacità, il carattere. Saper risolvere problemi, sapersi relazionare, essere flessibili, essere etici, seri, creativi. Avere ordine mentale e senso pratico. Avere sicurezza in sè stessi. Se tu hai tutte queste qualità, stai pur certo che il lavoro lo trovi anche se ti laurei a 32 anni. E fai pure carriera. Non ti sto dicendo che sbagli a concentrarti a passare gli esami e stare in pari. E' lodevole. Ti sto dicendo: non dimenticare la tua formazione. Perchè è quella che conta davvero, a lungo termine. Lasciando perdere le scuole superiori e medie, che costituiscono solo un'infarinatura, 5 anni di studio rispetto 40 di carriera sono già pochi. Questi sono gli anni dove ti formi davvero.

Siccome comunque arrivare al secondo semestre con 4 esami non è malissimo ( perchè comunque in 2 sessioni si possono benissimo preparare 4 esami) ho preferito chiedere consiglio a qualcuno con magari più esperienza.


Tu hai aperto il topic e io ho espresso la mia opinione. Non vuole essere un rimprovero, ma uno sprono. Per quanto riguarda l'esame: provaci. Magari lo passi. Il mio è un altro discorso.
Se hai dei dubbi su qualcosa che non capisci, in ogni caso, apri un topic nella sezione d'Ingegneria in questo forum. Ci sono molte persone preparate che possono aiutarti a chiarirti le idee (me compreso, e sarò felice di farlo).
iSte
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 233 di 295
Iscritto il: 07/05/2011, 15:22

Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda iSte » 14/02/2018, 00:13

axpgn ha scritto:Anch'io sono stato all'estero e nonostante quello riesco a gestire i "quote" e usare l'anteprima: che cavolo significa "Vuoi scriverlo un'altra volta?" ? Cosa significa "il senso pratico ce l'hai o non ce l'hai" ? Detto poi ha uno che ha sostenuto tre esami in pochi giorni, più "senso pratico" di così ... :roll:
Non ho la minima idea di come sia il "sistema di valutazione" ma anche se lo conoscessi bene come sembra lo conosca tu, non mi permetterei mai di sostenere che una persona che non conosco va avanti solo per il "sistema" e non per le proprie capacità ... però, ok, convinto tu, va bene così ...

Buona notte.


Avevo già capito la tua posizione. Lasciamo perdere.

Buonanotte a te.
iSte
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 234 di 295
Iscritto il: 07/05/2011, 15:22

Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda Vulplasir » 14/02/2018, 00:56

esami da 10 crediti? (che alla fine valgono 6)...fammi indovinare, politecnico di milano?

Comunque meccanica dei fluidi alla fine sono due equazioni di bilancio in croce, se uno ha fatto meccanica dei solidi, è la stessa cosa, solo spacciata per roba diversa.

Testo nascosto, perchè contrassegnato dall'autore come fuori tema. Fai click in quest'area per vederlo.
Nelle slide del mio prof di fluidodinamica: "la meccanica dei fluidi è molto più complessa della meccanica dei solidi, perché le deformazioni non sono infinitesime" :-D :-D :-D, certo perché le grandi deformazioni in meccanica dei solidi non esistono :lol:, talmente semplici che non esiste un modello generale per le grandi deformazioni nei solidi, al contrario dei liquidi
Le poloidi sono interpretabili come traiettorie nello spazio delle fasi.
Avatar utente
Vulplasir
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 4313 di 5136
Iscritto il: 13/08/2013, 19:13
Località: Firenze

Re: Preparare esame in 8 giorni

Messaggioda PadreBishop » 14/02/2018, 14:17

iSte ha scritto:
PadreBishop ha scritto:Fra un anno i sacrifici di questi giorni te li troverai tutti.


Se capisci quello che studi. C'era una volta Ingegneria. Non si può sentire Meccanica dei Fluidi in 8 giorni.



Salve, la tua risposta e' senza dubbio ben posta. Ma purtroppo quello in cui viviamo (ed al quale tocca adeguarci) non e' un mondo perfetto: il 3 +2 ha moltiplicato il numero degli esami, rendendo il tutto una corsa ad ostacoli senza fine ed in certi frangenti con poco senso (tesi triennale in primis)

Conosco casi di persone che sanno ogni virgola delle materie di esame, e non come concetti mnemonici, bensi' essendo "padroni della materia". Eppure, non essendo abitutati ad uno studio "Fordiano", in catena di montaggio, si sono laureati con vari anni di fuori corso. Invece gente che studiano con i comodi "eight days bundles", gia' stanno facendo i big money. Se han capito bene, se no, non importa: il SAP si impara sul momento.

Se non si hanno grandi disponibilita' economiche in famiglia, che permettono quindi di spendere 2 anni in piu' (uno in triennale ed uno in specialistica, prevedo) sui banchi universitari, e quell'anno in piu' cercando lavoro, il consiglio che do' a tutti e' di trattare gli esami come ferite: chiderli il prima possibile, cauterizzarli prima che arrivi la cancrena. Perche' quando inizi il primo anno fuori corso bestemmi ogni singola volta che hai rimandato un esame per "puntare al 2X", con $X \in { 6, 7, 8}$.

Io da parte mia ho dato il massimo per garantirmi la padronanza (relativa, ovviamente, non son mica diventato un guru) delle materie di base, putroppo accelerando il passo su certe materie piu' di supporto al piano studi che centrali alle mie aspirazioni ed al percorso formativo.
PadreBishop
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 186 di 205
Iscritto il: 10/09/2012, 00:06

Precedente

Torna a Orientamento Universitario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti