lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda matteo_g » 08/03/2018, 22:50

Ciao, mi viene chiesto il lavoro svolto dalla forza di gravità per eguagliare l'altezza del liquido. Io direi che è zero poichè entrambi i lati sono sottoposti alla forza di gravità e fanno spostamento uguale ed opposto, quindi la loro somma fa zero. Ma non è così.

Il problema raffigurato è il seguente (le sezioni sono tutte uguali e il liquido è lo stesso):



Immagine

riuscite a farmi un pò di chiarezza?
Grazie!!!
matteo_g
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 105 di 386
Iscritto il: 23/06/2017, 10:12

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda professorkappa » 08/03/2018, 23:07

Ti faccio una domanda, vediamo se rispondendo arrivi a capire il problema e a risolverlo da solo:

Secondo te, disponendo di un liquido in quella configurazione, riusciresti, con qualche strano marchingegno, a estrarre lavoro?
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 3102 di 3698
Iscritto il: 05/10/2014, 06:41

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda matteo_g » 08/03/2018, 23:15

Buonasera professorkappa!!
Premetto che io ho chiamato volgarmente quello in figura martinetto idraulico ma so che le sezioni dovrebbero essere diverse sui due lati verticali, altrimenti perderebbe la sua funzione principale.
Non so se ti riferivi a quello.
Cosa intendi per estrarre lavoro ?
matteo_g
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 106 di 386
Iscritto il: 23/06/2017, 10:12

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda professorkappa » 08/03/2018, 23:23

LAscia perdere la sezione, che poco importa.
Riformulo la domanda: Da quella configurazione in figura (chiamiamola 1 per comodita'), il liquido si portera' spontaneamente in situazione di equilibrio: in entrambi i rami, il livello sara lo stesso, giusto? mi pare lecito assumerlo, o no? Chiamiamo la configurazione in equilibrio "2".

Ti chiedo: e' possibile sfruttare questo movimento dalla configurazione 1 alla configurazione 2 per produrre uan qualsiasi forma di energia?
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 3104 di 3698
Iscritto il: 05/10/2014, 06:41

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda matteo_g » 08/03/2018, 23:29

ok, dovrei aver capito la domanda, si è possibile produrre una certa energia. Per la presenza dell'energia potenziale ( riferita ai centri di massa delle altezze) ottengo un certo lavoro che è diverso da zero. Infatti il problema affrontato con l'energia mi torna (che il lavoro svolto dalla forza di gravità sia diverso da zero). Ma non capisco perchè non mi torni ragionato con il modo in cui ho descritto all'inizio :(
matteo_g
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 107 di 386
Iscritto il: 23/06/2017, 10:12

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda professorkappa » 08/03/2018, 23:38

Perche il lavoro fatto dalla forza di gravita' non e' dato dalla forza per lo spostamento della sezione, ma dalla forza per la variazione del baricentro tra la configurazione 1 e la configurazione 2.
Confondi (e non e' raro, non sei il solo) il lavoro della forza di gravita' con il lavoro della pressione agente sulle sezioni.
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 3105 di 3698
Iscritto il: 05/10/2014, 06:41

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda matteo_g » 08/03/2018, 23:46

credo di aver capito. Ma in questo caso il lavoro della forza di gravità non coincide con il lavoro delle pressioni agenti sulle sezioni? Ho un pò di confusione qui....
matteo_g
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 108 di 386
Iscritto il: 23/06/2017, 10:12

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda matteo_g » 08/03/2018, 23:50

quindi il ragionamento che faccio io va bene se riferito alla lavoro svolto dalle pressioni ?
quindi il lavoro svolto dalle pressioni fa zero ? mentre quello svolto dalla forza di gravità va calcolato tenendo conto dello spostamento del centro di massa.
matteo_g
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 109 di 386
Iscritto il: 23/06/2017, 10:12

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda professorkappa » 08/03/2018, 23:54

matteo_g ha scritto:quindi il ragionamento che faccio io va bene se riferito alla lavoro svolto dalle pressioni ?
quindi il lavoro svolto dalle pressioni fa zero ? mentre quello svolto dalla forza di gravità va calcolato tenendo conto dello spostamento del centro di massa.


Si. Infatti, se non ci fosse la gravita', il liquido rimarrebbe in configurazione 1 (se le pressioni sono identiche su entrambi i rami). Quindi nessuna energia estraibile. Ma se una pressione fosse maggiore dell'altra ovviamente il lavoro per spostare le sezioni sarebbe diverso da zero
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 3106 di 3698
Iscritto il: 05/10/2014, 06:41

Re: lavoro nel martinetto idraulico (fluidi)

Messaggioda matteo_g » 08/03/2018, 23:57

ok, dovrei aver capito. Sei stato molto chiaro e veloce a rispondere. Grazie mille!!!
matteo_g
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 110 di 386
Iscritto il: 23/06/2017, 10:12


Torna a Fisica, Fisica Matematica, Fisica applicata, Astronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot], RenzoDF e 34 ospiti