Scelta facoltà universitaria

Messaggioda ID19 » 20/11/2018, 15:33

Salve a tutti, sono uno studente all'ultimo anno del liceo classico e in questi giorni sto cercando di capire quale corso universitario mi conviene scegliere. Diciamo che è da un paio di anni che sto pensando di iscrivermi a una facoltà scientifica, ma vorrei capire meglio alcune cose.
1)In primo luogo, il mio più grande dubbio è se iscrivermi a uno dei numerosi corsi di ingegneria o se scegliere qualcos'altro (fisica per esempio mi attira parecchio). Diciamo che sono sempre stato un "amante della conoscenza": ho sempre cercato di cogliere il lato positivo di ogni materia (anche le più odiose come il greco) e la prima motivazione che mi spinge ad iscrivermi all'università è quella di imparare qualcosa di nuovo e capire meglio il funzionamento del mondo. Per questo motivo ingegneria mi suscita qualche perplessità. D'altra parte però so anche che con una laurea in ingegneria avrei molta più probabilità di trovare un lavoro attinente ai miei studi e a me piacerebbe occuparmi per tutta la vita di ciò che ho studiato (non vorrei avere poi l'impressione di avere sprecato gli anni universitari). Inoltre alcuni sostengono che fisica o matematica siano davvero toste e ho paura di non farcela.
2)Posta questa premessa, se decidessi di scegliere ingegneria, vorrei capire meglio le peculiarità dei diversi corsi. Diciamo che gli argomenti trattati a scuola in fisica che più mi sono piaciuti sono la termologia e il campo elettrico, mentre non mi ha entusiasmato la meccanica. Inoltre scarterei i corsi con troppa chimica perché la mia preparazione in questa materia è praticamente nulla (si sa, nella scuola italiana alcuni insegnanti sono davvero incapaci...).
3)Come ho detto sopra, vengo da un liceo classico e non so quanto la mia preparazione sia adeguata per affrontare i diversi corsi di laurea (al di là di chimica di cui ho già parlato).
4)Infine, poiché abito nel Nord Ovest, tra Torino e Milano quale città è meglio per studiare materie di questo tipo?
ID19
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 1 di 7
Iscritto il: 20/11/2018, 15:00

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda Fabio Zero » 20/11/2018, 18:31

ID19 ha scritto:la prima motivazione che mi spinge ad iscrivermi all'università è quella di imparare qualcosa di nuovo e capire meglio il funzionamento del mondo. Per questo motivo ingegneria mi suscita qualche perplessità.

non vedo il nesso logico trà le due cose.... ingegneria in generale(poi bisogna vedere che indirizzo) è una delle facoltà che più apre la mente, è interdisciplinare, sterminata e fornisce la formazione più solida e completa per il mondo del lavoro.

ID19 ha scritto:D'altra parte però so anche che con una laurea in ingegneria avrei molta più probabilità di trovare un lavoro attinente ai miei studi e a me piacerebbe occuparmi per tutta la vita di ciò che ho studiato (non vorrei avere poi l'impressione di avere sprecato gli anni universitari).

rispetto a quale altra facoltà potresti trovare un lavoro più attinente ai tuoi studi? visto che hai nominato matematica e fisica, prendo in esame quelle: per quanto riguarda matematica, il lavoro da matematico vero è il ricercatore.... però la cosa bella di questa materia è che(in generale) non hai bisogno di nulla se non di carta e penna per fare ricerca :D invece per quanto riguarda fisica se fai teorica idem con patate, se fai sperimentale li si potrebbe essere difficile entrare in un qualche centro di ricerca, però non è cosi infattibile come cosa.
ID19 ha scritto: Inoltre alcuni sostengono che fisica o matematica siano davvero toste e ho paura di non farcela.

fisica e matematica, nel complesso, non sono nè più nè meno difficili di una qualche ingegneria; quindi se il tuo dubbio è "se penso di farcela a fare una facoltà difficile faccio fisica o matematica, altrimenti faccio ingegneria" ti dico già che è una vaccata :D
ID19 ha scritto:Posta questa premessa, se decidessi di scegliere ingegneria, vorrei capire meglio le peculiarità dei diversi corsi. Diciamo che gli argomenti trattati a scuola in fisica che più mi sono piaciuti sono la termologia e il campo elettrico, mentre non mi ha entusiasmato la meccanica. Inoltre scarterei i corsi con troppa chimica perché la mia preparazione in questa materia è praticamente nulla (si sa, nella scuola italiana alcuni insegnanti sono davvero incapaci...).

Allora da quello che scrivi scarterei Ingegneria Meccanica e Ingegneria Chimica :-D ti potrei consigliare Ingegneria Informatica(si fa tanta matematica e Informatica se ti interessa) o Ingegneria Elettronica, oppure se ti interessa qualche bell'ibrido potresti considerare Ingegneria Fisica o Ingegneria Matematica..... comunque la differenza sostanziale trà i corsi scientifici(matematica,fisica,chimica,informatica...) e i corsi Ingegneristici è che i primi puntano a padroneggiare completamente la materia del corso analizzandola sotto tutti gli aspetti e da tutti i punti di vista, invece i secondi si interessano parecchio anche alla componente applicativa, quindi farai anche molte materie tecniche(automatica, tecnologie e dispositivi elettronici, teoria dei segnali, elettrotecnica, macchine, scienza delle costruzioni ecc.) oltre che quelle scientifiche utili all'ingegnere(analisi reale e complessa, geometria e algebra, matematica discreta, probabilità e statistica, calcolo numerico, fisica classica, meccanica razionale, chimica dei materiali, programmazione, algoritmi e strutture dati, sistemi operativi, analisi dati, ecc. ecc.)
ID19 ha scritto:Come ho detto sopra, vengo da un liceo classico e non so quanto la mia preparazione sia adeguata per affrontare i diversi corsi di laurea (al di là di chimica di cui ho già parlato).

Vai tranquillo, il primo anno ti consiglio di seguire i corsi introduttivi che fanno tutte le università, per il primo anno sarà un pò difficile trovare il corretto metodo di studio, ma col tempo ce la farai :smt023
ID19 ha scritto:4)Infine, poiché abito nel Nord Ovest, tra Torino e Milano quale città è meglio per studiare materie di questo tipo?

Che dire, complimenti sei nel posto giusto :D diciamo che emtrambi i politecnici sono ottimi, c'è poco da dire, dovresti scegliere in base ad altro(costo della vita, piano di studi, ecc.), direi comunque fa poca differenza.
Fabio Zero
New Member
New Member
 
Messaggio: 55 di 95
Iscritto il: 24/01/2018, 13:39

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda ID19 » 20/11/2018, 19:27

Ciao grazie per la risposta, effettivamente mi rendo conto che mi sono molto fatto influenzare da persone che frequento che dicono che "matematica e fisica sono materie per pochi geni" oppure "ingegneria rende tutti dei robot e non insegna a ragionare". Tutti luoghi comuni, ovviamente. Comunque sia, qualcuno potrebbe spiegarmi tra ing. elettrica, energetica ed elettronica? Perché se con le altre riesco a capire di che si tratta, tra queste tre proprio non riesco a capire quali siano le differenze. Inoltre vorrei sapere quante ore al giorno in media bisogna studiare in una qualsiasi ingegneria. Grazie in anticipo per le risposte.
ID19
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 3 di 7
Iscritto il: 20/11/2018, 15:00

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda Fabio Zero » 20/11/2018, 22:19

ID19 ha scritto: qualcuno potrebbe spiegarmi tra ing. elettrica, energetica ed elettronica? Perché se con le altre riesco a capire di che si tratta, tra queste tre proprio non riesco a capire quali siano le differenze. .

allora, senza andare nel tecnico, diciamo che tutte e tre condividono una cospicua parte degli esami, la differenza è parziale al secondo anno e totale al terzo anno ..... poi per le differenze trà ingegneria elettronica e elettrica ti consiglio di leggere questo topic differenza-fra-ingegneria-elettronica-e-elettrica-t99001.html ....
invece Ingegneria Energetica riguarda la gestione delle risorse energetiche, nonchè della loro produzione, distribuzione, conversione.... dovrai studiare chimica, meccanica, fluidodinamica in modo approfondito per poi passare a materie più tecniche attinenti alla meccanica e all'elettrotecnica perlopiù, infine al terzo anno andrai a studiare materie specialistiche del settore energetico :D
ID19 ha scritto:
Inoltre vorrei sapere quante ore al giorno in media bisogna studiare in una qualsiasi ingegneria

questa è una domanda a cui è quasi impossibile rispondere con precisione.... dipende da quanto riesci a massimizzare lo studio nel tempo che hai a disposizione, comunque nessuno ti regalerà niente :D
Ultima modifica di Fabio Zero il 21/11/2018, 01:17, modificato 4 volte in totale.
Fabio Zero
New Member
New Member
 
Messaggio: 56 di 95
Iscritto il: 24/01/2018, 13:39

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda ID19 » 20/11/2018, 23:52

Ciao grazie per le risposte. Ne approfitto per fare ancora una domanda: per passare con un buon risultato il test di ammissione cosa conviene fare? È conveniente comprare un alpha test, oppure sono soldi buttati via visto che sul sito di ogni università si possono trovare alcune esercitazioni?
ID19
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 4 di 7
Iscritto il: 20/11/2018, 15:00

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda Fabio Zero » 21/11/2018, 01:32

ID19 ha scritto:Ciao grazie per le risposte. Ne approfitto per fare ancora una domanda: per passare con un buon risultato il test di ammissione cosa conviene fare? È conveniente comprare un alpha test, oppure sono soldi buttati via visto che sul sito di ogni università si possono trovare alcune esercitazioni?

devi informarti sugli argomenti del test dell'università che ti interessa( per il polito e il polimi dovrebbero essere matematica, statistica, fisica, logica e comprensione verbale), individuare gli argomenti richiesti e studiarli, dopodichè fare più test possibili....
ti facilito la cosa, consulta questa pagina, dove troverai nelle dispense, trà le altre cose, le conoscenze minime richieste per sostenere il test http://www.poliorientami.polimi.it/come ... iAccede/6/
ovviamente(a meno che la tua sezione non sia ad indirizzo più scientifico) avendo fatto il classico dovrai recuperare qualcosa di matematica(l'ho fatto anch'io il classico quindi so di cosa parliamo), questa differenza ti consiglio di colmarla prima dell'inizio del prossimo anno accademico, comunque se non ci dovessi riuscire tranquillo, faranno dei corsi introduttivi e ti daranno tutti i mezzi perchè tutto possa filare liscio, l'importante è arrivare preparato per il test di ammissione al politecnico o a qualsiasi altra università tu voglia accedere :smt023
Fabio Zero
New Member
New Member
 
Messaggio: 57 di 95
Iscritto il: 24/01/2018, 13:39

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda Albesa81 » 23/11/2018, 10:34

ID19 ha scritto: mi rendo conto che mi sono molto fatto influenzare da persone che frequento che dicono che "matematica e fisica sono materie per pochi geni" oppure "ingegneria rende tutti dei robot e non insegna a ragionare"

Con tutto il rispetto, gente che parla così è meglio perderla che trovarla, certe idiozie non si possono sentire.
Albesa81
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 133 di 133
Iscritto il: 21/12/2010, 12:02

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda civamb » 24/11/2018, 20:51

Nella storia ci sono tanti risultati di matematica e fisica ottenuti da non matematici o fisici...coloro che evidentemente sono stati più geniali delle figure di cui sopra!

Non escludere ingegneria elettrica, impartisce un'ottima preparazione e ci sono relativamente poche figure con questo background.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 569 di 575
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda Fabio Zero » 25/11/2018, 12:59

civamb ha scritto:Nella storia ci sono tanti risultati di matematica e fisica ottenuti da non matematici o fisici...coloro che evidentemente sono stati più geniali delle figure di cui sopra!

Infatti :D non so perchè ma c'è questa assurda convinzione che qualcuno che frequenta un determinato corso di studi, ad esempio diciamo Ingegneria, assume una "mentalità da ingegnere" e stop, non potrà fare altro nella vita, come se all'università ti programmassero la mente per fare una determinata cosa, tipo lavaggio del cervello alla arancia meccanica! eddai..... è solo un corso di studi :D uno ci va per aumentare, e non di certo limitare, le proprie conoscenze.
Fabio Zero
New Member
New Member
 
Messaggio: 61 di 95
Iscritto il: 24/01/2018, 13:39

Re: Scelta facoltà universitaria

Messaggioda ID19 » 01/12/2018, 23:33

Grazie a tutti per le risposte. Ultimamente mi sto orientando su ing. elettrica, elettronica o fisica e vorrei sapere com'è la situazione lavorativa per i laureati in questi tre corsi. Preciso che non ho intenzione di scegliere il corso di laurea in base alla maggiore possibilità di trovare lavoro (non mi sembra giusto come ragionamento, e poi la situazione attuale magari non sarà la stessa fra cinque anni), però mi farebbe piacere se qualcuno mi spiegasse che tipo di lavoro generalmente si trova, dove (Italia o estero) e a che condizione (stage, tempo determinato, indeterminato...). Mi piacerebbe soprattutto sentire qualcuno che ha avuto un'esperienza diretta, visto che in giro si sentono opinioni contrastanti.
ID19
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 5 di 7
Iscritto il: 20/11/2018, 15:00

Prossimo

Torna a Orientamento Universitario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti