Analogo del campo magnetico per masse in movimento

Messaggioda inad87 » 12/02/2019, 00:10

Salve. Avrei una domanda per i fisici, o per appassionati di storia della fisica. Vorrei capire, se, quando, da quale fisico, e con quale esperimento, sia mai stato verificata l'ipotetica esistenza di un qualche campo "analogo" del campo magnetico, ma sviluppato da masse in movimento, anziché da cariche elettriche.

Mi spiego meglio, nel caso non sia stato chiaro: il campo magnetico può essere inteso come un effetto relativistico, ed è misurabile in presenza di cariche elettriche (sorgenti di campo elettrico) in movimento. E se la stessa cosa valesse anche per le sorgenti di campo gravitazionale, ovvero le masse? In tale ipotesi, questo eventuale campo sarebbe debolissimo, e molto difficile da misurare, in quanto l'interazione gravitazionale è infinitesima se confrontata con quella elettrica ad esempio.
Mi chiedevo quindi se e quando nella storia della fisica sia stato affrontato quest'argomento, e da quale fisico. Grazie.
inad87
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 1 di 2
Iscritto il: 11/02/2019, 23:53

Re: Analogo del campo magnetico per masse in movimento

Messaggioda singularity » 12/02/2019, 11:54

Ciao, la tua osservazione mi ha incuriosito. Da una rapida ricerca pare che una delle conseguenze della Relatività Generale sia proprio un fenomeno del genere, chiamato gravitomagnetismo o gravitoelettromagnetismo, anche se una prima introduzione di tale fenomeno pare sia già apparso in una pubblicazione di Heaviside del 1893.
Don't panic
Avatar utente
singularity
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 310 di 312
Iscritto il: 16/03/2016, 23:19

Re: Analogo del campo magnetico per masse in movimento

Messaggioda inad87 » 12/02/2019, 13:31

Grazie mille per la risposta. Ho posto qui la domanda, perchè pur avendo cercato su google non riuscivo a capire quale nome fosse stato dato a quest'ipotetico campo, che immaginavo fosse stato già teorizzato. Ed in effetti "gravitomagnetico" è il termine che più si addice e a cui non avevo pensato.
Leggo che nel 2004 la NASA, ha realizzato la missione Gravity Probe B, con l'intenzione proprio di verificare, tra le altre cose, anche il gravitomagnetismo.
La cosa mi interessa anche perchè credo che il concetto di "materia oscura" potrebbe essere semplice conseguenza di forze legate alla massa, a noi ancora non note, e che per la loro estrema debolezza si manifestano solo su vasta scala, e in presenza di grandi masse. Il gravitomagnetismo mi pareva potesse essere il "candidato" ideale, ma ovviamente, pare sia da escludere, in quanto già teorizzato e misurato. Grazie ancora.
inad87
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 2 di 2
Iscritto il: 11/02/2019, 23:53


Torna a Fisica, Fisica Matematica, Fisica applicata, Astronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 27 ospiti