Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda jacdel » 12/11/2019, 10:51

salve,
sono uno studente del primo anno di economia e frequento l'università bocconi a milano.
sono stato sempre interessato alla matematica, mi è sempre piaciuta e al liceo sono sempre andato bene.
durante l'ultimo anno del liceo ho avuto un professore di matematica che praticamente non faceva niente (liceo scientifico, ci tengo a precisarlo) e nonostante ciò ho cercato di studiarla da solo, non sono riuscito, però, ad avere una preparazione uguale a quella che avrei potuto avere con un buon professore, un po' per mia pigrizia un po' per mancanza di costanza nello studio dovuta all'assenza di un appuntamento fisso scolastico (in classe facevamo poco o nulla). per quanto riguarda la scelta dell'università ho sempre avuto il dubbio che economia fosse troppo poco quantitativa e poco legata alla matematica, però ho deciso di scegliere questa facoltà visto il mio interesse per la materia. Ma adesso, dopo quasi tre mesi di lezioni, mi sono reso conto che forse quello che realmente mi interessa è la soddisfazione (intellettuale) che la matematica ti da, e che forse qui è trattata in modo troppo semplicistico e troppo teorico con pochi esercizi ( parziali a crocetta sugli esercizi e domande aperte sulla teoria) e ho paura che andando avanti nel corso le cose possano peggiorare (con sempre più materie teorico/mnemonico). Mi interessa molto anche la finanza (penso visto che alla fine non l'ho mai studiata). pensate che continuare in finanza e poi con la magistrale in finanza possa essere adatta a me, dandomi le giuste soddisfazioni analitiche?
Mi piacerebbe trovare un corso più matematico ma anche legato all'economia( ho visto una triennale di mate finanziaria all'università di torino), però dovrei perdere un anno. si può fare una trasferimento a metà anno? ce la farei a recuperare le altre materie? Il dubbio che mi attanaglia è che avessi avuto un professore migliore magari avrei fatto una scelta dal punto di vista universitario.

grazie per la disponibilità.
jacdel
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 1 di 2
Iscritto il: 12/11/2019, 10:29

Re: Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda vict85 » 12/11/2019, 13:11

Che io sappia non si può fare un trasferimento a metà anno. Però siamo a novembre e non hai ancora sostenuto alcun esame, quindi potresti essere ancora in tempo per trasferirti all'interno del tuo stesso ateneo. Non penso invece che tu possa farlo verso un ateneo differente. Dovresti chiedere in segreteria.
vict85
Moderatore
Moderatore
 
Messaggio: 9972 di 10021
Iscritto il: 16/01/2008, 00:13
Località: Berlin

Re: Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda jacdel » 13/11/2019, 21:28

Bokonon ha scritto:Per pura curiosità, ho dato un'occhiata al corso di laurea in Economia e Finanza e alla magistrale in Finanza.
Se posso riassumere il tutto con un esempio chiarificatore specifico, dentro banche ed assicurazioni ci sono due entità: il management e l'ufficio che si occupa di fornire dati ed elaborazioni ai dirigenti.
I dirigenti sono coloro che prendono le decisioni sui piani aziendali ed hanno le competenze specifiche per indirizzare il consiglio di amministrazione verso le scelte di lungo periodo...e ovviamente devono sapere leggere e interpretare i dati.
L'ufficio statistico invece è composto da tecnici in grado di elaborare e modellare i dati sia sotto il profilo puramente matematico statistico che informatico.

Il tuo corso di laurea forma i dirigenti (ma ovviamente questo non esclude la carriera da dirigente anche ai tecnici).
Il corso di laurea in matematica finanziaria ed assicurativa a Torino invece forma i secondi (una volta questi corsi di laurea li chiamavano scienze statistiche ed attuariali). Ad un corso di laurea del genere, si affiancherebbe bene una magistrale in quantitive finance che aprirebbe le porte anche al trading.

Dal regolamento didattico: https://tinyurl.com/tqpsg6k

Venendo ad una analisi più dettagliata, i laureati in Matematica per la Finanza e l'Assicurazione
dell'Università di Torino conoscono e sanno utilizzare:
- il Calcolo differenziale in una e più variabili
- l'Algebra Lineare
- le Equazioni Differenziali
- il Calcolo delle Probabilità
- la Statistica
- la Matematica Finanziaria e Attuariale
- la Ricerca Operativa.
Inoltre hanno conoscenze di base su:
- alcuni metodi numerici
- alcune strutture algebriche
- Geometria di curve e superfici
- nozioni elementari di Fisica ed Informatica.


A me pare di capire che tu voglia diventare un tecnico, quindi Torino farebbe al caso tuo.


quindi che mi consigliate? magari fare un passaggio a scienze statistiche ed economiche, in modo da recuperare almeno qualche esame. quale in Italia è tra i migliori? sarebbe utile per la finanza quantitativa?
ho visto inoltre che sono presenti dei master/corsi di alta formazione in finanza quantitativa dove gli studenti hanno sia background scientifici che economici e dove si parte colmando entrambi i gap, potrebbe essere quella la giusta strada?.
jacdel
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 2 di 2
Iscritto il: 12/11/2019, 10:29

Re: Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda Bokonon » 13/11/2019, 21:46

Per pura curiosità, ho dato un'occhiata al corso di laurea in Economia e Finanza e alla magistrale in Finanza.
Se posso riassumere il tutto con un esempio chiarificatore specifico, dentro banche ed assicurazioni ci sono due entità: il management e l'ufficio che si occupa di fornire dati ed elaborazioni ai dirigenti.
I dirigenti sono coloro che prendono le decisioni sui piani aziendali ed hanno le competenze specifiche per indirizzare il consiglio di amministrazione verso le scelte di lungo periodo...e ovviamente devono sapere leggere e interpretare i dati.
L'ufficio statistico invece è composto da tecnici in grado di elaborare e modellare i dati sia sotto il profilo puramente matematico statistico che informatico.

Il tuo corso di laurea forma i dirigenti (ma ovviamente questo non esclude la carriera da dirigente anche ai tecnici).
Il corso di laurea in matematica finanziaria ed assicurativa a Torino invece forma i secondi (una volta questi corsi di laurea li chiamavano scienze statistiche ed attuariali). Ad un corso di laurea del genere, si affiancherebbe bene una magistrale in quantitive finance che aprirebbe le porte anche al trading.

Dal regolamento didattico: https://tinyurl.com/tqpsg6k

Venendo ad una analisi più dettagliata, i laureati in Matematica per la Finanza e l'Assicurazione
dell'Università di Torino conoscono e sanno utilizzare:
- il Calcolo differenziale in una e più variabili
- l'Algebra Lineare
- le Equazioni Differenziali
- il Calcolo delle Probabilità
- la Statistica
- la Matematica Finanziaria e Attuariale
- la Ricerca Operativa.
Inoltre hanno conoscenze di base su:
- alcuni metodi numerici
- alcune strutture algebriche
- Geometria di curve e superfici
- nozioni elementari di Fisica ed Informatica.


A me pare di capire che tu voglia diventare un tecnico, quindi Torino farebbe al caso tuo.
Avatar utente
Bokonon
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1765 di 1810
Iscritto il: 25/05/2018, 20:22

Re: Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda gabriella127 » 13/11/2019, 22:19

Ciao jacdel,
ti dico la mia esperienza. Sono laureata in economia, con indirizzo statistico-matematico. Poi, dopo diversi anni, ho studiato per diverso tempo matematica al Dipartimento di Matematica all'università. Anche io, come mi sembra tu, mi sono a un certo punto accorta che il mio interesse vero era la matematica, ma avevo fatto troppi esami per cambiare.-

A Economia, non è vero che farai esami mnemonici, l'economia è molto ragionata e teoricamente molto sofisticata, come si vede andando avanti.
E' vero però che la matematica in un corso di laurea in economia è una matematica semplicistica e 'ritagliata' sulle applicazioni. Non ti darà mai ne' il metodo ne' la forma mentis di un matematico.
Il salto dalla matematica come si fa a Economia a come si fa a Matematica è grande, sono cosa molto diverse.
Quindi, se quello che ricerchi è la soddisfazione intellettuale derivante dalla matematica, economia non fa per te, ti sentiresti frustrato.

Non farti ingannare da argomenti apparentemente simili nei due corsi di laurea, es. Equazioni differenziali, sono una cosa totalmente diversa a economia e a matematica, come approccio.

Se invece sei interessato a campi più applicativi come la finanza, allora è diverso, come scrive Bokonon.

Tieni presente che, se ti interessasse la finanza, la potresti fare dopo matematica, tanti che fanno finanza sono laureati in matematica.

Soprattutto cerca di fare quello che ti piace e senti adatto a te, perdere qualche mese, anche se fosse, non è un problema. E' un problema sentirsi un pesce fuor d'acqua a studiare cose che non sono il proprio principale interesse.
Ultima modifica di gabriella127 il 13/11/2019, 23:03, modificato 1 volta in totale.
A metà del trecento, nel centocinquanta (Nino Frassica)
gabriella127
Moderatore
Moderatore
 
Messaggio: 1084 di 1112
Iscritto il: 16/06/2013, 15:48
Località: roma

Re: Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda axpgn » 13/11/2019, 22:26

Non eri laureata in Economia?
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 14471 di 14608
Iscritto il: 20/11/2013, 22:03

Re: Passaggio da Economia a Matematica

Messaggioda gabriella127 » 13/11/2019, 23:06

:-D Grazie axpgn, sai meglio di me in cosa sono laureata! Piccolo refuso, dovuto a un lapsus da appagamento di desiderio (o scemunimento senile).

Ho modificato.
A metà del trecento, nel centocinquanta (Nino Frassica)
gabriella127
Moderatore
Moderatore
 
Messaggio: 1085 di 1112
Iscritto il: 16/06/2013, 15:48
Località: roma


Torna a Orientamento Universitario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti