Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Thememe1996 » 21/03/2020, 22:16

La formula dell’EOI di cui parli è questa che avevi riportato qualche messaggio fa?

Rpm*6*(tempo iniezione di 85g a 4000rpm a 1800bar)/1000000

Non capisco da dove arrivi questa formula, non l’ho mai vista; penso proprio che, comunque, qualsiasi risultato dia, questo sia espresso in angoli dell’albero motore.

Un’altra cosa: ho provato a vedere i dati di Excel che hai allegato, ma non capisco una cosa. Sulle righe della tabella hai messo i giri del motore, giusto? Però mi sembra strano che questo vadano da 120 giri/min a 1800 giri/min.
Inoltre, non credo sia totalmente corretto iniettare a 1800 bar ad ogni regime, perché proprio grazie all’iniezione diretta si può variare la pressione del combustibile (così da evitare di consumare quasi inutilmente potenza per mettere in pressione il combustibile, dato che nel cilindro a bassi carichi e/o basse velocità non c’è una pressione alta, che giustificherebbe un’alta pressione dí iniezione).

Infine, come puoi vedere dalle foto che ti ho inviato, raramente l’iniezione termina esattamente al PMS, anzi. E la fine dell’iniezione varia da regime a regime: oggi è di primaria importanza poter minimizzare i consumi e la fine dell’iniezione è fissata con tale scopo, ma di sicuro i produttori non “buttano via” della potenza che non sfruttano volontariamente.
Sia la potenza che la produzione di inquinanti sono ottimizzati quando tutto il combustibile si miscela bene all’aria e tutto viene bruciato, perciò si tira fuori il massimo della potenza. La sfida è farlo senza raggiungere temperature nella camera troppo elevate (che favoriscono la produzione di NOx) e di far accumulare il combustibile negli interstizi del cilindro (e provocare idrocarburi incombusti).
I motori moderni, poi, spesso dispongono di iniezioni multiple, perciò iniettano sia prima, che a cavallo che dopo il PMS: la prima iniezione (in piccola quantità) scalda il cilindro e aumenta la pressione, e genera, con la successiva iniezione (la principale, che anche essa può essere divisa in più parti, molto ravvicinate) una combustione meno rumorosa e appunto con temperature minori; l’ultima iniezione (di piccole quantità di combustibile) permette di convertire eventuale CO ed altri combustibili.
Questa è lo scenario più completo, poi da regime a regime si opta per una iniezione o più.

Questo discorso è solo per farti capire quanto ampio e complesso sia il problema, perciò sia difficile poterti dare una linea guida che valga sempre. In tutto questo, ricordo ancora l’importanza della turbolenza, fondamentale per miscelare bene il combustibile e far reagire eventuali inquinanti.
Thememe1996
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 126 di 144
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Jakalfree » 21/03/2020, 23:16

Immagine
Sì capisco. Cmq ho sbagliato a riportare nella colonna RPM. In realtà sono Bar di pressione, nel scrivere la mappa su excel ho sbagliato a scrivere.

Per quanto riguarda la pressione rail, ho necessità di iniettare a 1800 bar quando i tempi si allungano troppo.
Devo capire se il rail tiene o si svuota troppo presto.
Ti allego la mappa rail che ho creato.
Jakalfree
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 20 di 24
Iscritto il: 05/02/2020, 16:03

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Jakalfree » 26/03/2020, 20:22

Allora caro Thememe1996, ho rifatto tutto, ed ora mi è tutto chiaro.
Grazie per tutte le spiegazioni, ho dovuto rileggerle ed ho capito meglio come applicarle.
Ora, sono stato ripreso da una persona molto più esperta di me sui tempi calcolati a 1800Bar di pressione rail.
Secondo il suo parere, e credo sia corretto, i tempi da me calcolati sono troppo "lunghi" e mi ha fornito i dati nuovi corretti.
Ora voglio capire definitivamente il calcolo da fare, purché complicato, ed ovviamente approssimativo.

Puoi cortesemente ricominciare da capo a spiegarmi su come calcolare i tempi di iniezione approssimati 1 1800Bar conoscendo con certezza solo quelli a 1600Bar?
mi rimane da capire correttamente solo questo.
grazie per la pazienza ;-D
Jakalfree
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 21 di 24
Iscritto il: 05/02/2020, 16:03

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Thememe1996 » 26/03/2020, 20:52

Scusami, ti rispondo solo ora.
Guardando le durate delle iniezioni, effettivamente sono un filo troppo prolungate, ma l’ordine di grandezza è quello, perciò non eri molto lontano.

Per risponderti bene, ti chiederei se puoi prima dirmi bene quali dati delle iniezioni a 1600 bar conosci.
Thememe1996
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 132 di 144
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Jakalfree » 26/03/2020, 22:07

Ciao, allora i tempi di iniezione calcolati originali (quindi certi calcolati da casamadre) sono tutti fino a 1600Bar fino a 85mm3. Il resto(90-95-105mm3) li ho calcolati io con il metodo delle proporzioni.
Ho da calcolare totalmente i valori a 1800Bar di pressione.

P.s. Per esempio a 1800bar - 105mm3, secondo il tipo, ho calcolato oltre 160 Microsecondi in più....
Jakalfree
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 22 di 24
Iscritto il: 05/02/2020, 16:03

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Thememe1996 » 27/03/2020, 21:02

Per calcolare i tempi di iniezione, usa pure la formula che ti avevo riportato:

Immagine

Il prodotto ma.*ε/n (portata massica d’aria moltiplicata per il numero di effetti, cioè 2, diviso per il numero di giri), dà la massa d’aria aspirata ogni ciclo. Divisa per ncyl (numero di cilindri), ottieni la massa d’aria aspirata in un ciclo per un solo cilindro.
Tutto questo, diviso per α (cioè massa di aria diviso massa di combustibile), dà la massa di combustibile iniettato in un ciclo in un cilindro (mF), che è il dato noto che tu hai (dal volume passi alla massa, moltiplicandola per la densità).

Quindi la formula si riscrive come:

Δt,inj=mF/((2*ρF*ΔP,inj)^(1/2)*Aeff)

Assumi ρF (densità del Diesel) pari a 835 kg/m^3.

Poi, ΔP,inj è la differenza tra la pressione di iniezione e la pressione nel cilindro al momento dell’iniezione: ovviamente, la pressione nel cilindro varia durante l’iniezione, ma si può prendere un valore medio un poco inferiore al picco di pressione nel cilindro per un certo carico e velocità. Questo varia da motore a motore, non so se sei in possesso di questo dato...
Infine, l’area effettiva (Aeff) è il valore di area media degli iniettori durante l’iniezione: se questa dura tanto, e gli iniettori si aprono velocemente, questo valore può essere assunto con buona approssimazione pari all’area di passaggio del singolo iniettore moltiplicata per il numero di iniettori (conosci il diametro del singolo iniettore e il numero di essi?).
Se l’iniezione è molto breve o gli iniettori sono lenti ad aprirsi, l’area di passaggio per il combustibile non è sempre quella data dal suo del diametro, perché c’è un intervallo di tempo non trascurabile in cui l’iniettore è aperto solo in parte. In questo caso, è difficile avere il dato esatto, a meno che hai dei dati approfonditi sul motore.
Quello che puoi fare, è calcolare a ritroso questo valore nel caso dei dati noti a 1600 bar e 85 mm^3: questi sono una pressione sufficientemente alta per minimizzare una errata stima della pressione nel cilindro durante l’iniezione (essendo alta la pressione, l’errore di stima impatta poco sul risultato), e una quantità di combustibile sufficientemente grande per dare una iniezione prolungata e approssimare la sezione di passaggio degli iniettori come Aeff.

Quindi Aeff=mF/((2*ρF*ΔP,inj)^(1/2)*Δt,inj), usando appunto 1600 bar e 85 mm^3 (realisticamente, potresti assumere ΔP,inj=1600-80=1520 bar, o qualcosa giù di lì, dipende dal motore; usa 80 bar da sottrarre alla pressione di iniezione anche quando fai i calcoli per 1800 bar).

A quel punto, nota Aeff, puoi calcolarti i tempi di iniezioni a 1800 bar e le quantità di combustibile che preferisci.
Thememe1996
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 134 di 144
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Jakalfree » 29/03/2020, 10:15

Immagine


Immagine
Caspita, sei davvero in gamba.
Grazie.
Appena possibile faccio un tentativo e riporto.
Per quanto riguarda gli iniettori, nessuno, nemmeno casa madre da questi parametri...
Ma ho ottenuto questi con molta fatica, sono in russo ed in inglese, ma credo, che qualche dato ci sia...

Immagine


Immagine
Jakalfree
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 23 di 24
Iscritto il: 05/02/2020, 16:03

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Thememe1996 » 29/03/2020, 14:21

Il dato “Pulse” nel primo foglio sai a cosa si riferisce di preciso?
Al tempo per far arrivare il segnale elettrico all’iniettore per aprirsi (dubito, perché non credo dipenda dalla pressione di iniezione)?
Oppure può essere che si riferisca al tempo necessario all’iniettore ad aprirsi?
Thememe1996
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 136 di 144
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Jakalfree » 29/03/2020, 14:54

Credo si riferisca alla durata del tempo iniezione/stroke...?
Overflow vuol dire che fuori limite?
Jakalfree
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 24 di 24
Iscritto il: 05/02/2020, 16:03

Re: Esercizio sui motori

Messaggioda Thememe1996 » 01/04/2020, 19:51

Non lo so, sono dei dati un po’ difficili da interpretare...
Thememe1996
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 137 di 144
Iscritto il: 08/10/2018, 17:24

Precedente

Torna a Ingegneria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti