Non so studiare

Messaggioda Iperuranio » 18/05/2018, 14:36

Salve ragazzi vi scrivo perché ho un grande problema di metodo di studio. Frequento il 4 anno del liceo scientifico e il mio problema è che in pratica non riesco a studiare con costanza, continuità e concentrazione. Io ho sempre avuto questo problema ma ultimamente si sta facendo sempre più marcato. Il fatto è che non riesco a studiare più di 10/15 minuti di fila. Dopo quel tempo la testa inizia ad andare altrove e non sono più concentrato. Allora inizio a fare altro e poi ciao ciao. Il problema non è di rendimento qui al liceo, perché ho sempre avuto la media sopra il 9 e ce l'ho tuttora evidentemente in quei 10 minuti che studio al giorno colgo le cose giuste, boh . Il fatto è che sono pienamente consapevole che così all'università non si può fare. Li ci vogliono ore di studio costante tutti i giorni. Non 10 minuti qua, 10 là e una riletturina l'ora prima della verifica. E lo stesso vale per il seguire le lezioni. I primi 10 minuti sto attento e prendo magari anche appunti. Poi inizio a disegnare, a guardare in giro o cose così.
Sono sempre stato innamorato della matematica e della filosofia, hanno entrambe un qualcosa di magico ed hanno in comune più di quanto si possa pensare. Però anche qui, tutte le volte che mi sono messo seriamente a studiare qualcosa, mi sono immediatamente perso. Faccio un esempio. Ho comprato recentemente un libro P. Di Martino, Algebra, Pisa University Press, 2013, perché volevo capire se matematica è qualcosa che davvero mi interesserebbe studiare all'università. Però anche qui dopo 10 minuti che lo leggo mi perdo. E non è perché non capisco il libro, tutt'altro. Se mi impegno e sto concentrato, lo capisco benissimo e capisco anche quanto sia bellissima la matematica. Lo stesso con la filosofia. Ho comprato dei libri semplici da leggere, per iniziare, ma niente, ho letto 3 pagine e li ho messi da parte.
Ora mi chiedo, come faccio a uscire da questa situazione? I miei compagni non hanno questi problemi perché sono abituati a studiare duramente anche qui al liceo, quindi immagino non si faranno problemi a farlo anche all'università. Dite che l'università non è posto che fa per me ed è meglio che vada a tirar fuori vanga e piccone oppure devo solo acquisire un metodo e poi non mi peserà più studiare? Cioè proprio solo all'idea di concentrarmi e studiare mi viene male, devo proprio avere lo stimolo della verifica l'ora dopo per farmi aprire il libro e leggerlo. Forse è meglio che lascio stare e faccio qualcosa di più "pratico"...
Iperuranio
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 1 di 4
Iscritto il: 18/05/2018, 07:14

Re: Non so studiare

Messaggioda Indrjo Dedej » 18/05/2018, 17:57

Ciao! :) Anch'io sono in quarta liceo scientifico.
Iperuranio ha scritto:Sono sempre stato innamorato della matematica e della filosofia, hanno entrambe un qualcosa di magico ed hanno in comune più di quanto si possa pensare.

Bravo! :smile:
Iperuranio ha scritto:Però anche qui, tutte le volte che mi sono messo seriamente a studiare qualcosa, mi sono immediatamente perso. Faccio un esempio. Ho comprato recentemente un libro P. Di Martino, Algebra, Pisa University Press, 2013, perché volevo capire se matematica è qualcosa che davvero mi interesserebbe studiare all'università. Però anche qui dopo 10 minuti che lo leggo mi perdo. E non è perché non capisco il libro, tutt'altro. Se mi impegno e sto concentrato, lo capisco benissimo e capisco anche quanto sia bellissima la matematica. Lo stesso con la filosofia.

Posso farti delle domande? In che senso "leggo 10 minuti e mi perdo"? A cosa pensi? Cosa ti distrae? (Puoi anche non dirmelo, eh) Hai un'idea del perché ti distrai? C'è qualcosa di esterno che ti condiziona o ti turba? Perché molli quei libri? Ti annoiano? Poi riprendi le cose che hai lasciato? Se sì, dopo quanto? O forse semplicemente ti manca un po' d'ansia... Da quanto scrivi, sembra che te la passi comoda, che con piccoli sforzi riesci ad andare (molto) bene. E - come dire? - ti adagi sugli allori e, per la facilità dei risultati, ti annoi e cerchi qualcosa di più stimolante? Oppure stai cercando qualcosa di più compatibile ai tuoi interessi? A questo punto: cosa vuoi fare dopo il liceo?
Iperuranio ha scritto:Ora mi chiedo, come faccio a uscire da questa situazione? I miei compagni non hanno questi problemi perché sono abituati a studiare duramente anche qui al liceo, quindi immagino non si faranno problemi a farlo anche all'università. Dite che l'università non è posto che fa per me ed è meglio che vada a tirar fuori vanga e piccone oppure devo solo acquisire un metodo e poi non mi peserà più studiare? Cioè proprio solo all'idea di concentrarmi e studiare mi viene male, devo proprio avere lo stimolo della verifica l'ora dopo per farmi aprire il libro e leggerlo. Forse è meglio che lascio stare e faccio qualcosa di più "pratico"...

Ritorno ad una delle domande che ti ho fatto. C'è qualcosa di esterno che ti condiziona o che ti scoraggia in quello che fai? Genitori, amici o che altro? Diciamocelo pure chiaramente: matematica e filosofia sono un'accoppiata di cose inutili1. E questo non è che sia ben visto dai genitori che vorrebbero medici, ingegneri, avvocati o altro. Boh, magari mi sbaglio...

Note

  1. Tu sai cosa intendo con "inutile", no?
Euclide! Chi era costui? (adattamento da "I promessi sposi") ~ io :roll:

Usa $\exists$ e $\forall$. Non te lo scordare. ~ ancora io :-D
Indrjo Dedej
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 357 di 558
Iscritto il: 31/05/2016, 20:58
Località: Milano

Re: Non so studiare

Messaggioda Iperuranio » 18/05/2018, 19:40

No non c'è nulla che mi condiziona. I miei appoggerebbero qualsiasi mia scelta, non è quello il problema. Forse il fatto è che non mi trovo in un ambiente stimolante. Nel senso, magari in un ambiente universitario la voglia mi verrebbe, sapendo che ci sono gli esami, i professori e le lezioni da seguire. Mi sentirei più motivato magari. Non saprei.
Mi distrae qualsiasi cosa, non persone o oggetti esterni. Mi distraggo da solo in pratica. O vado fuori a prendere il sole o faccio un giro in moto o cose così. Poi si le cose le riprendo ma dopo giorni, quando mi prende un'ondata di entusiasmo, ma subito svanisce, specialmente se incontro qualcosa che non capisco. Magari una dimostrazione che non so fare e invece che dire "dai ora mi impegno finché non riesco a farla" dico "ma si ci provo un'altra volta, tanto non sono capace". Lo stesso per i libri di filosofia. Avevo iniziato a leggere la critica della ragion pura ( si, so che è una pessima scelta per uno che si approccia alla filosofia, però è uno di quei testi che ti apre la mente, mi piaceva troppo), ma nonostante riuscivo nei limiti della mia conoscenza a capire un po', alla fine l'ho abbandonata. Poi son passato alla ragion pratica (non so neanche io perché, ma evidentemente mi piace iniziare le cose e non finirle mai) e ho lasciato li pure quella.
Comunque si capisco ciò che intendi con inutile, ma sai è proprio quello ciò che le rende bellissime. Non mi piace molto risolvere equazioni con 50 radici dentro, perché intanto una volta che hai capito quelle quattro regole è sempre tutto uguale (nonostante vadano avanti per 4 anni di liceo a fare solo cose così, che alla fine sono tutte le stesse, con qualche variante.... ). Non è ciò che mi piace della matematica. Ciò che adoro è come descriva tutto con assoluta precisione, cosa che la filosofia non riesce sempre a fare e sicuramente non riescono per niente a fare le altre discipline (leggi quei libri di storia dell'arte o di letteratura, non si capisce niente di cosa vogliano veramente dire...). Quindi mi piace per esempio parlare delle relazione d'ordine ecc. Cioè tutti sanno che 3>2, ma io ti faccio vedere davvero perché è così, tutta la costruzione che c'è dietro.
Ah se posso dire un libro che veramente ho letto con estremo piacere senza fermarmi ecc sono I pensieri di Pascal. Non so aveva un qualcosa di speciale, non era complicato, ero d'accordo con tutto ciò che diceva (finché non ci sbatte dentro dio, va be. .. ma tutta la discussione sul divertissement ecc.). Ma appunto era semplice, la critica della ragion pura è tutto tranne che semplice.
Iperuranio
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 2 di 4
Iscritto il: 18/05/2018, 07:14

Re: Non so studiare

Messaggioda Indrjo Dedej » 18/05/2018, 20:12

Iperuranio ha scritto:Poi si le cose le riprendo ma dopo giorni, quando mi prende un'ondata di entusiasmo, ma subito svanisce, specialmente se incontro qualcosa che non capisco. Magari una dimostrazione che non so fare e invece che dire "dai ora mi impegno finché non riesco a farla" dico "ma si ci provo un'altra volta, tanto non sono capace".

Cosa credi? :smile: Quello che pretendi di fare richiede pazienza e tempo. Non capisci una cosa, bene, ci può stare. Ci ritorni un secondo momento. Non capisci ancora? Fa nulla. Insisti e chiedi aiuto. Anch'io ho giornate in cui faccio le cose con entusiasmo, altre in cui mi viene spento dai compiti per scuola che devo fare o dal fatto che per il momento non riesco a capire. Fa niente. Metto via. Ci ritorno qualche giorno, settimana o, anche, mese dopo. Non è detto che debba avere un andamento lineare. Certo, sarebbe auspicabile, ma nella mia e nella tua situazione non succede tante volte... Quindi non ti preoccupare ed insisti un po' di più, perché la costanza è una di quelle cose che va allenata. Ne vale la pena visto che dici una cosa del genere:
Iperuranio ha scritto:(...) tutti sanno che 3>2, ma io ti faccio vedere davvero perché è così, tutta la costruzione che c'è dietro. (...)

Continua pure con questo approccio... :smile:

PS:
Iperuranio ha scritto:Comunque si capisco ciò che intendi con inutile, ma sai è proprio quello ciò che le rende bellissime. Non mi piace molto risolvere equazioni con 50 radici dentro, perché intanto una volta che hai capito quelle quattro regole è sempre tutto uguale (nonostante vadano avanti per 4 anni di liceo a fare solo cose così, che alla fine sono tutte le stesse, con qualche variante.... ). Non è ciò che mi piace della matematica.

Io stesso dico che la matematica e la filosofia sono inutili...(Qualcuno obietterà, ma mi posso confidare in questo piccolo spazio...) Quindi...
Euclide! Chi era costui? (adattamento da "I promessi sposi") ~ io :roll:

Usa $\exists$ e $\forall$. Non te lo scordare. ~ ancora io :-D
Indrjo Dedej
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 358 di 558
Iscritto il: 31/05/2016, 20:58
Località: Milano

Re: Non so studiare

Messaggioda Martino » 18/05/2018, 20:27

Una domanda che sembra una battuta ma non lo è: dopo 15 minuti che stai facendo la cosa che ha causato la tua distrazione ti distrai di nuovo su qualcos'altro?

In altre parole: esiste una cosa nella tua vita che cattura la tua attenzione per (diciamo) più di un'ora?
Le persone che le persone che le persone amano amano amano.
Avatar utente
Martino
Moderatore globale
Moderatore globale
 
Messaggio: 7077 di 7286
Iscritto il: 21/07/2007, 11:48
Località: Brasilia

Re: Non so studiare

Messaggioda Iperuranio » 18/05/2018, 20:52

È una giustissima domanda, me la sono chiesta più volte pure io. La risposta è sì, ma sono tutte cose che non richiedono alcun tipo di concentrazione o troppo impegno. Tipo andare in moto. Finché non mi fa male la schiena io continuerei ad andare, però non è un'attività paragonabile allo studiare matematica. Per quanto riguarda attività "intellettuali" diciamo di no, non ha mai trovato nulla che mi prendesse per più di un'ora. Mi stufo di tutto troppo in fretta, ed è un problema grave che devo cercare di risolvere. Magari non sono fatto per questo genere di cose ed è meglio che mi dedichi a cose più semplici e pratiche. Mi piace molto stare a contatto con la gente, forse è per questo che non riesco a studiare da solo per troppo tempo. Però è anche vero che la matematica è una materia che ben poco si adatta allo studio di gruppo. O magari sono solo un enorme pelandrone che non ha voglia di fare nulla ma è stato abbastanza fortunato da riuscire a cavarsela egregiamente a scuola fino ad ora grazie a qualche strana dote nascosta, sicuramente non grazie all'impegno che ci ha messo.
Iperuranio
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 3 di 4
Iscritto il: 18/05/2018, 07:14

Re: Non so studiare

Messaggioda gugo82 » 18/05/2018, 22:41

@Iperuranio: Scusa la domanda, ma ti è sempre successo di deconcentrarti in questa maniera? Oppure è solo un periodo?

In ogni caso, devi allenarti.
Per fare ciò, considera di organizzarti il lavoro come segue:

  • arrangiati lo spazio dove studi cercando di eliminare tutte le possibili fonti di distrazione (cellulare, tablet, computer, tv, videogiochi, etc...);

  • lavora per tempi brevi, con pause frequenti;

  • fissati degli obiettivi facilmente raggiungibili (e.g., non pensare di leggere tutto un capitolo in una volta, ma concentrati su un singolo paragrafo o un teorema alla volta) e, quando li raggiungi, concediti una gratificazione che non richieda troppo tempo (e.g., non un giro in moto, ma una fetta di pane e Nutella! :lol: );

  • quando prendi appunti, usa parole chiave, mappe concettuali, e cose così.

Chiaramente, all’inizio è molto difficile, ma ti assicuro che, con la passione che hai, una volta cominciato non ti fermi! :wink:
Sono sempre stato, e mi ritengo ancora un dilettante. Cioè una persona che si diletta, che cerca sempre di provare piacere e di regalare il piacere agli altri, che scopre ogni volta quello che fa come se fosse la prima volta. (Freak Antoni)
Avatar utente
gugo82
Moderatore globale
Moderatore globale
 
Messaggio: 18697 di 19688
Iscritto il: 13/10/2007, 00:58
Località: Napoli

Re: Non so studiare

Messaggioda dRic » 19/05/2018, 16:58

@Iperuranio ero/sono come te. Anche io dopo 15/20 minuti mi perdo. Al liceo tutto easy come te, quando sono arrivato all'università ho preso una batosta assurda ahahahah Fortunatamente non ho mai bocciato esami, ma ho raccattato una sfilza di 18 che potrebbe fare invidia ad un collezionista! :-D

Io ho risolto chiudendomi letteralmente in università durante il periodo di esami. In biblioteca 0 distrazioni, anche se la mente ti viaggia prima o poi deve tornare! Poi faccio tantissime pause: ogni 20/30 minuti faccio una pausa di almeno 10/15. Purtroppo in questo modo passo un sacco di tempo in università (pomeriggio interi e anche dopo cena), ma non è che abbia mote alternative perché se no il mio cervello non vuole funzionare!

Poi quando non riesco proprio a capire qualcosa allora stacco e poi cerco di pensarci durante la giornata magari anche quando faccio la doccia o quando vado a dormire o mentre mangio... di solito dopo un paio di giorni l'illuminazione arriva... altrimenti chiedo sul forum! :-D

Per le lezioni purtroppo non ho risolto... non riesco a stare ad ascoltare qualcuno per più di 20/30 minuti. Menomale c'è la pausa ogni ora quindi alla fine su un'ora e mezza di lezione un'oretta scorsa la riesco a seguire.
dRic
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 447 di 656
Iscritto il: 01/01/2017, 04:54

Re: Non so studiare

Messaggioda gugo82 » 19/05/2018, 20:02

Mi permetto di segnalare la possibilità che, in generale, questi comportamenti possano non essere causati da mancanze nel metodo di studio o da scarso impegno, quanto piuttosto da altro, come un disturbo dell'attenzione.
Non credo proprio sia il caso, ma provate a documentarvi in merito.
Sono sempre stato, e mi ritengo ancora un dilettante. Cioè una persona che si diletta, che cerca sempre di provare piacere e di regalare il piacere agli altri, che scopre ogni volta quello che fa come se fosse la prima volta. (Freak Antoni)
Avatar utente
gugo82
Moderatore globale
Moderatore globale
 
Messaggio: 18699 di 19688
Iscritto il: 13/10/2007, 00:58
Località: Napoli

Re: Non so studiare

Messaggioda Iperuranio » 20/05/2018, 18:57

Grazie mille a tutti, proverò a mettere in pratica ciò che avete consigliato, vi faccio sapere come va, cerco di iniziare con mezz'ora consecutiva al giorno, vediamo se almeno quello riesco a farlo
Iperuranio
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 4 di 4
Iscritto il: 18/05/2018, 07:14

Prossimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Indrjo Dedej e 14 ospiti