Re: Campionato del mondo

Messaggioda Bokonon » 11/11/2018, 01:24

gabriella127 ha scritto:Io oggi ho visto la partita in compagnia di giocatori di prim'ordine, tra cui alcuni maestri e candidati maestri, quindi quello che dico non è farina del mio sacco.

Quello che hanno osservato è che la mossa in apertura che ha creato problemi a Carlsen, lo ha sorpreso, è stata 10....Rd8, una variante giocata molto raramente e su cui probabilmente Carlsen non era molto preparato, infatti ci ha pensato un secolo. Caruana sembrava preparatissimo sull'apertura, giocava velocissimo.
Questa osservazione è confermata dall'articolo sulla partita uscito in chess.com. La cosa che ho trovato interessante, sempre citando questo articolo, è che entrambi i giocatori hanno avuto la sfortunata esperienza di stare peggio in apertura con il bianco.
Caruana intervistato dice: "Sembra esserci una tendenza negli scacchi moderni - c'è più libertà di manovra con il nero". Ha detto inoltre che i computer stanno aprendo nuove strade piuttosto che portare a gioche ripetitivi: "Stanno venendo fuori nuove varianti - c'è molta libertà creativa."

Non dico che 9....D5 non era importante, volevo proporre una linea di riflessione.

E' tutto esatto! Ma la variante inizia con Da5...senza Td8 a seguire non avrebbe senso.
Il commento di Caruana (che non è rivoluzionario :) ) è che il pc ha consentito di non scartare mosse in apertura che in passato venivano scartate "intuitivamente" e quindi ha permesso di creare molte varianti "one shot". Intendo dire che raramente col pc uno rivoluziona le aperture e trova varianti sensate e "durature" che non siano già state trovate e studiate appronditamente nei decenni. Però il pc ha permesso di giocare anche mosse spesso minori che in realtà "reggono" e magari portano a posizioni estremamente complesse in cui l'avversario (al contrario di chi l'ha preparata a casa) deve trovare tutte le mosse giuste per poi ottenere....una patta.
Proprio come oggi.
Insomma il pc ha aperto scenari "analizzabili" (in termini di tempo-uomo) che una volta erano proibitivi e che permettono ai giocatori di mettere in "riserva" linee giocabili e non facilmente confutabili alla scacchiera da parte dell'avversario...che potrebbe quindi sbagliare.
Esattamente come oggi, again.
Sono linee come dicevo, "one shot" ovvero che uno gioca una volta e poi basta.
Ecco cosa intendeva Fabiano.

Anche Anand trovò un sacrificio di pedone in una variante nota della semislava che gli permise di battere Kramnik...praticamente col nero! Poi ovviamente dopo quel match nessun top player l'ha mai impiegata perchè avevano già tutti scoperto l'antidoto. Quindi, certamente il pc ha ampliato le chance del nero visto che il bianco non può prepararsi su tutte le possibili mosse che "reggono"
Bokonon
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 392 di 401
Iscritto il: 25/05/2018, 20:22

Re: Campionato del mondo

Messaggioda gabriella127 » 19/11/2018, 00:15

Si vedrà, in questo campionato, una partita non patta? Siamo alla settima. O si andrà al tie break?
Caruana tiene, eccome. Però so che Carlsen, se si andasse al tie break, al rapid è molto superiore.

Carlsen oggi ha riproposto il gambetto di Donna, come nella prima partita, in cui Caruana aveva sofferto di più, ma niente, sempre patta.

p.s. Bokonon, interessanti le tue riflessioni sulle varianti 'one shot'.
E che è difficile che con il computer si trovino nuove linee durature.
Le proporrò, se possibile, ai mie conoscenti maestri.
Anche a proposito del fatto che in questo mondiale viene spesso posta la domanda se il nero stia diventando meglio del bianco.
Carlseen ha detto che ci sono troppe poche casistiche per dirlo, ed è certo vero. Poi ha detto che si può trattare di un fatto psicologico, il nero si sente meno pressato.
Ma questo caso mai era vero pure prima, o no?

Ma poi perché il nero può fare le varianti one shot per sorprendere l'avversario e il bianco no?
"Per consolarti, o povera anima mia, ripeti:
il quadrato costrutto sovra l'ipotenusa
è la somma di quelli fatti su i due cateti".
(Ernesto Ragazzoni)
gabriella127
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 519 di 519
Iscritto il: 16/06/2013, 15:48
Località: roma

Re: Campionato del mondo

Messaggioda Bokonon » 19/11/2018, 09:55

gabriella127 ha scritto:Si vedrà, in questo campionato, una partita non patta? Siamo alla settima. O si andrà al tie break?
Caruana tiene, eccome. Però so che Carlsen, se si andasse al tie break, al rapid è molto superiore.

Anche se nel passato recente Fabiano ha fatto benino nel rapid, temo anch'io che lo spareggio sia a favore di Magnus.
Però, dai, Fabiano ha tre bianchi nelle prossime 5 partite. Basterebbe un risultato decisivo a questo punto...e faccio scongiuri.
In un match di sole 12 partite, se uno vuole prendere dei rischi vorrà farlo nella prima metà del match, quindi è probabile che non lo faranno ora e come dice Grischuk "ci saranno 12 patte".
Ma i ragionamenti lasciano il tempo che trovano...staremo a vedere.

gabriella127 ha scritto:Carlsen oggi ha riproposto il gambetto di Donna, come nella prima partita, in cui Caruana aveva sofferto di più, ma niente, sempre patta.

A proposito, avevi ragione tu....la "novità" era Td8. Appariva rischiosa ma oggi non solo Fabiano ha ripetuto la linea ma Magnus non ha giocato 10. Td1 per indurla di nuovo! Se dopo una settimana, il team Carlsen non è venuto a capo di 10. ... Td8 allora deve avere dei pregi assoluti come mossa..o almeno così parrebbe. Magnus ha giocato immediatamente 10. Cd2 a cui Fabiano ha replicato istantaneamente 10. ... Dd8. Una replica rarissima, tanto che Svidler è perplesso e a questo punto dice "...penso che sia un'idea davvero seria da parte del team Caruana. non sembra più essere una variante buona solo per una partita ma bensì un nuovo approccio ad una vecchia linea di gioco" e poi continua dicendo che non è sicuro che il bianco possa ottenere un reale vantaggio. https://youtu.be/rhG2vf2D5KY?t=10m6s

gabriella127 ha scritto:p.s. Bokonon, interessanti le tue riflessioni sulle varianti 'one shot'.
E che è difficile che con il computer si trovino nuove linee durature.
Le proporrò, se possibile, ai mie conoscenti maestri.


Beh non è una mia riflessione, lo dicono spesso i giocatori stessi. Con il PC è possibile resuscitare o inventare linee che prima venivano scartate a priori. Mosse che prima venivano giudicate "unsound" dal punto di vista strategico, diventano giocabili se passate al vaglio del gioco concreto. Però spesso è un azzardo perchè le posizioni risultanti (a gioco corretto) potrebbero essere estremamente complicate per chi le propone...e magari il pc continua a difendere la posizione in maniera quasi perfetta mentre un umano starebbe semplicemente aumentando a dismisura le sue chance di sbagliare.
In genere le varianti one shot hano dei requisiti ben precisi:
a) devono essere mosse davvero inattese che l'avversario non abbia mai considerato durante la sua preparazione
b) devono porre l'avversario davanti ad una mole di calcoli concreti e tattici tali per cui sia facile che sbagli un giudizio e permetta al nero di pareggiare rapidamente nella gran parte delle varianti
c) nel malaugurato caso in cui l'avversario trovi la strada giusta sula scacchiera e ottenga un vantaggio concreto dopo l'apertura, la posizione deve essere ancora nei binari della giocabilità e la preparazione casalinga deve essere così profonda da conoscere tutti dettagli che possano far tenere la partita nei binari della parità.
Insomma, è una forma di azzardo "controllato"...e rispondendo alla tua domanda finale, si, lo impiegano anche col bianco visto che in questo caso spesso il caso peggiore equivale ad una posizione leggermente inferiore ma aperta e giocabilissima e di cui conoscono meglio i dettagli. Anzi secondo me Aronian è il "campione" di questo tipo di approccio col bianco.

Poprio ieri Grischuk diceva che questo approccio funziona particolarmente bene nel rapid e lampo..per la semplice ragione che gli avversari non avranno il tempo materiale per guardare la linea. Inoltre, giocando diverse partite durante la medesima giornata, può essere impiegato ripetutamente.

gabriella127 ha scritto:Anche a proposito del fatto che in questo mondiale viene spesso posta la domanda se il nero stia diventando meglio del bianco.
Carlseen ha detto che ci sono troppe poche casistiche per dirlo, ed è certo vero. Poi ha detto che si può trattare di un fatto psicologico, il nero si sente meno pressato.
Ma questo caso mai era vero pure prima, o no?

Francamente trovo stucchevole questa polemica. Una cosa che balza agli occhi piuttosto è la paura che entrambi i giocatori hanno di giocare le linee più aggressive. Alla conferenza stampa, Magnus ha detto che sapeva benissimo che 15. 0-0 non portava assolutamente nulla al bianco ma che non riusciva proprio a decidersi per una linea concreta.
Io credo che in questo match, la paura stia favorendo Fabi...raramente si è visto un Magnus così insicuro.
Bokonon
Junior Member
Junior Member
 
Messaggio: 401 di 401
Iscritto il: 25/05/2018, 20:22

Precedente

Torna a Scacchi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti