Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 24/07/2019, 07:43

Purtroppo è il prezzo da pagare per arrivare in alto: all'inizio la matematica sembra essere molto distante dalle applicazioni, ma il motivo di questo è che per arrivare ad averne abbastanza da utilizzare per problemi alla frontiera con la ricerca di punta devi studiare per anni... ma ti garantisco, per esperienza, che poi le soddisfazioni arrivano.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8204 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 24/07/2019, 09:57

Raptorista ha scritto:@Luca: grazie per la precisazione, è quello che volevo dire anche io, anche se forse sono stato troppo sintetico.
I matematici creano matematica di alto livello attraverso definizioni e teoremi motivati da interessi applicativi; gli altri, tra cui in particolare gli ing matematici, applicano questa nuova matematica, e a loro volta contribuiscono a dare un feedback sulle direzioni in cui serve più matematica. Sono due ruoli complementari, creare gli strumenti e applicare gli strumenti, che richiedono conoscenze e abilità diverse e questo giustifica l'esistenza delle due figure.
In realtà il discorso non è a compartimenti stagni, almeno a livello post laurea. Ci sono diversi esempi e diversi dottorati di ricerca attivi, nati come prosecuzione della laurea magistrale (anche nei politecnici, in modelli e metodi matematici o matematica) a dimostrarlo.
Di certo l'ingegnere matematico magistrale è chiamato a dover costruire e studiare modelli matematici nuovi e questo aspetto sicuramente lo distingue dall'ingegnere, inteso come professionista (non ricercatore).
Ultima modifica di civamb il 24/07/2019, 11:05, modificato 1 volta in totale.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 633 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 24/07/2019, 11:04

Hey1234 ha scritto:Diciamo che sono in dubbio principalmente perché se da un lato temo che ingegneria sia troppo pratica dall'altro ho paura che matematica pura sia invece troppo teorica...
Pratica ingegneria matematica? A me non è sembrata pratica neanche ingegneria per l'ambiente e il territorio.
Senza scomodare Dirac o altri ingegneri che hanno costruito dei pilastri nel progresso scientifico, posso darti una mia opinione. L'attitudine a studiare ed assimilare sia argomenti teorici, sia applicativi, sia connessi a problemi pratici è proprio il punto di forza dell'ingegneria e mi riferisco a quella non matematica.
A certi livelli ci arriverai soltanto se avrai la capacità per farlo. Giusto a titolo di esempio, il primo Italiano ad aver ricevuto una medaglia EMS è stato un ingegnere nucleare con dottorato in matematica.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 634 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 24/07/2019, 16:58

Ingegneria matematica è pratica da un punto di vista matematico, questo si, e forse l'autore del messaggio, siccome mette a paragone ing mtm con mtm, sottintendeva ciò. In effetti, studiare matematica in un cdl in matematica è una cosa diversa, nonostante gli esami abbiano lo stesso nome e sulla carta gli stessi contenuti. Un matematico "vero" deve conoscere la matematica con una profondità diversa rispetto ad un ingegnere matematico, al quale non vengono richieste competenze troppo fini.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8205 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 24/07/2019, 17:46

Il matematico non corrisponde ad una professione regolamentata, non a caso ci sono matematici con alle spalle lauree differenti come nell' esempio che ho accennato e laureati in matematica che non sono matematici.
Sul discorso pratico non sono d'accordo, caso mai parliamo di applicazione.

Non discuto il fatto che scegliendo una laurea in scienze matematiche (come la triennale del Politecnico di Torino del resto) si andrà più in profondità negli aspetti teorici rispetto al triennio di Milano. Nello stesso tempo condivido il fatto che a scienze matematiche magistrale si affronteranno più settori della matematica rispetto ad ingegneria matematica. Sul fatto che nei settori core (esami di analisi matematica, numerica e fisica matematica) non vengano richieste competenze troppo fini lo trovo anomalo. Sia sulla base dell'esperienza diretta di chi ha fatto i due percorsi sia sui chiarimenti che anni fa avevo chiesto ad uno dei fondatori del corso di LM stesso (a Milano). E non è un cattivissimo ingegnere.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 635 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 25/07/2019, 07:26

Io non parlo di matematico come professione, ma di matematica come corso di studi. I corsi di ingegneria matematica hanno fondamentalmente un compito diverso, ovvero creare delle figure che sappiano un po' di matematica per potersi poi occupare di modellistica. Torino o Milano credo che cambi assai poco, la vera differenza (limitatamente alla matematica) è con un corso in matematica ex facoltà di scienze. In ogni caso, ingegneria matematica non è nè meglio nè peggio di matematica, gli scopi sono semplicemente diversi.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8206 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 25/07/2019, 08:44

Fra Milano e Torino cambia innanzitutto la quantità di matematica fatta. Nel triennio in ingegneria ci sono (vado a memoria) 90-100 CFU in esami non appartenenti ad un settore MAT/. A Torino Politecnico, CdL in scienze matematiche, sono poco più di 40 (in pratica un anno di matematica in più) e nei 5 anni vengono caricati una quantità di CFU matematici equiparabili a quelli di matematica all' UniTo.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 637 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 25/07/2019, 09:37

Il problema non è il numero di crediti, ma cosa si fa in quelle ore in aula. Prendiamo analisi 1: sulla carta i contenuti sembrano gli stessi di un corso fatto in un cdl in matematica, ma si tratta in realtà di due corsi diversi.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8208 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 25/07/2019, 12:24

Così diversi che vengono riconosciuti nei passaggi da un CdL all'altro, a parità di CFU.
Il numero di crediti era per sottolineare il fatto che i corsi a Milano (ing matematica) e Torino (matematica per l'ingegneria) sono impostati in modo differente e non di poco.

Una cosa sembra evidente. Questi corsi di laurea danno un certo fastidio alle facoltà di scienze. Non mi riferisco a questa discussione a scanso di equivoci.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 639 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 25/07/2019, 12:36

Differenze tra Milano e Torino non mi esprimo più di tanto, ma li ritengo molto simili. Resto convinto, per esperienza personale, che a matematica le cose si fanno diversamente, che poi i crediti vengano riconosciuti è possibile.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8209 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

PrecedenteProssimo

Torna a Orientamento Universitario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti