Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda axpgn » 25/07/2019, 12:49

Scusami civamb ma leggendoti sorge spontanea la domanda: perché fare un cdl in Matematica?
Faccio Ing.Mate al Polimi o al Polito e divento un Matematico con il plus dell'Ingegnere.
Ad ogni obiezione/critica/commento che viene fatto affermi che le differenze con un cdl in Mate sono minime (ma anche meno … :D )
Lungi da me ogni polemica (men che meno personale :wink: ) ma a me risulta difficile pensare che le diversità siano a livello di sfumature.
D'altra parte se così fosse ne sorge un'altra di domanda: che senso ha che i Politecnici eroghino cdl in (quasi) Matematica? Le altre università fanno così "schifo" da doverle "surrogare"?

Cordialmente, Alex
axpgn
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 13836 di 14826
Iscritto il: 20/11/2013, 22:03

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Bremen000 » 25/07/2019, 16:34

Mi inserisco perché sto terminando la magistrale in ingegneria matematica al PoliMi. Francamente non capisco questo continuo confronto astioso tra matematica e ingegneria matematica.

Sono due Cdl diversi, tanto. La matematica è trattata come strumento, non si dà eccessiva importanza al rigore teorico. Nella maggior parte dei corsi non è così importante aver capito bene gli strumenti che si stanno usando. Insomma se ne esce dei buoni ingegneri con delle buone capacità di comprensione di una gamma abbastanza vasta di argomenti matematici. Non si esce matematici. Sicuramente rispetto alle altre ingegnerie c'è un divario abissale nella quantità (e qualità) della matematica trattata, ma niente di paragonabile a un cdl in matematica.

Ma questo non è un male, è solo diverso. Il matematico medio non sa una mazza di numerica. L'ingegnere matematico medio non sa una mazza di algebra. La parola chiave è "medio" :D
Conosco gente che è uscita da ing mate e non sa manco fare una derivata e conosco gente uscita da ing mate che fa il matematico nella vita.

Per tornare alla domanda dell'OP, certamente non è frequentata dalle migliori menti italiane. C'è una selezione sicuramente, ma se entrano 300-400 persone all'anno non penso proprio si peschino 300-400 geni.
E' un corso di laurea difficile? E' una domanda molto generale per poter avere una risposta secca. Dipende. Da cosa ti piace, da come ti poni verso lo studio, da quanto uno è dotato. Secondo me non è né più facile né più difficile delle altre ingegnerie.
"Nessuno riuscirà a cacciarci dal Paradiso che Cantor ha creato per noi." (Hilbert)
Bremen000
Senior Member
Senior Member
 
Messaggio: 1225 di 1270
Iscritto il: 08/09/2015, 11:16

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 25/07/2019, 16:43

Per l'appunto, sono semplicemente corsi diversi, con scopi diversi.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8210 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 25/07/2019, 19:32

axpgn ha scritto:D'altra parte se così fosse ne sorge un'altra di domanda: che senso ha che i Politecnici eroghino cdl in (quasi) Matematica? Le altre università fanno così "schifo" da doverle "surrogare"?

Cordialmente, Alex


Figurati nessun problema. Il Politecnico di Torino eroga un cdl triennale in scienze matematiche ed uno magistrale in modellistica matematico fisica per l'ingegneria secondo la legge. In questi 5 anni carichi una quantità di crediti nei settori MAT/ comparabile a quello di un quinquennio in scienze matematiche. Al Politecnico di Milano 80-90 CFU in meno quindi parliamo di scelte differenti e non di poco.
Il Politecnico di Torino ha inaugurato il proprio corso in scienze matematiche oltre 20 anni fa non l'atro ieri.

Chi vuole studiare tutti i settori della matematica esistente farà naturalmente scienze matematiche a scienze. Chi è interessato a studiare determinate branche della matematica (analisi matematica, fisica matematica, analisti numerica su tutte) finalizzata a modellare matematicamente e risolvere problemi complessi dell'ingegneria opterà per "ingegneria matematica" in funzione di una più solida (Milano) o più limitata (Torino) preparazione ingegneristica di base. Altra differenza fra i due corsi.
Naturalmente in entrambi i casi vengono offerte tesi triennali e magistrali in analisi matematica, numerica, fisica matematica, calcolo scientifico, probabilità e statistica.
Finita la laurea magistrale (step 2 di 3) entrambe le strutture offrono dottorati di ricerca in matematica nei settori scientifico disciplinari della matematica di cui sopra. Laureati in ingegneria matematica stanno facendo il dottorato in settori quali analisi matematica, fisica matematica ed analisi numerica. Basta cercare nei gruppi di ricerca!

Rimango dell'idea (e, da quello che leggo, anche illustri matematici) che il matematico non è necessariamente colui che ha conseguito una laurea in matematica. Invito tutti a leggere l'intervista al Prof Quarteroni su ingegneria matematica proprio in questo sito, vista l'autorevolezza e l'esperienza internazionale del professore.

Spero di aver chiarito.
Ultima modifica di civamb il 26/07/2019, 16:18, modificato 1 volta in totale.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 640 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 25/07/2019, 21:26

Quello su cui io insisto, a beneficio di chi ha aperto il topic, è che la matematica viene comunque presentata in modo diverso a seconda che si scelga ingegneria matematica o matematica: polito o polimi che sia non si va in profondità nella materia, perché lo scopo non è quello. Sottolineo che parlo a ragion veduta, io insegno analisi 1 al polito e non farei mai un corso del genere a unito.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8211 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 26/07/2019, 08:16

Verrà presentata diversamente non lo metto in dubbio, ma in modo sufficientemente approfondito da poter inserire nel biennio corsi di matematica avanzata (dell'UniTo, laurea magistrale in matematica) come Analisi Superiore o Equazioni differenziali stocastiche. Questi sono fatti scritti sul piano di studi di ingegneria matematica del Politecnico di Torino. Consultabile da tutti.
Giudicare un corso di laurea da un esame del primo anno che fra l'altro ha più professori (o ricercatori...) ad insegnarlo ed è suddiviso in più gruppi di studenti con differenti crediti per chi rientra fra i giovani talenti non fa che sostenere il mio "sospetto".
Ultima modifica di civamb il 26/07/2019, 09:03, modificato 3 volte in totale.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 641 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda Luca.Lussardi » 26/07/2019, 08:26

Il tuo è un pregiudizio, penso che tu non abbia studiato matematica. Il mio è un giudizio, ho insegnato a matematica per 6 anni e adesso insegno anche a ingegneria matematica e non solo analisi 1, conosco benissimo le differenze. In ogni caso resta pure con la tua convinzione se ti fa sentire sereno.
Luca.Lussardi
Responsabile scientifico
Responsabile scientifico
 
Messaggio: 8212 di 8379
Iscritto il: 21/05/2006, 17:59

Re: Ingegneria matematica?

Messaggioda civamb » 26/07/2019, 08:40

Si, un giudizio chiaramente di parte se non ti sei laureato in entrambi i corsi di laurea. Io mi limito a riportare dei fatti, che fortunatamente sono esenti da giudizi e pregiudizi. Evidentemente danno fastidio ma sono facilmente verificabili dal piano di studio di ingegneria matematica.
Contraccambio il consiglio finale.
civamb
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 642 di 694
Iscritto il: 13/01/2014, 17:37

Precedente

Torna a Orientamento Universitario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti