Principali tecniche di ottimizzazione e posizionamento sui motori di ricerca

google.jpgNella rete ci sono molti siti belli da vedere, funzionali e ben gestibili, ma purtroppo non ottimizzati per i motori di ricerca. Lo scopo principale di un sito web è quello di farlo trovare dalle persone, altrimenti sarebbe come avere una bella macchina chiusa in garage.

Non basta però ottimizzare e posizionare il sito per essere davvero primi, si deve fare in modo di converire i visitatori in clienti inserendo ottimi contenuti o fornendo servizi eccellenti.

Per posizionare un sito bisogna tener conto di alcuni fattori tra cui: un ridotto utilizzo di linguaggi di scripting lato client, (come ad esempio Javascript) ed un ridotto utilizzo di animazioni e pdf dato che non sono gestite perfettamente dagli spider dei motori di ricerca.

I fattori che influiscono maggiormente sulla posizione del sito nelle SERP sono:

  • Il tag title
  • Il numero di keywords nel testo
  • I tag di formattazione, come ad esempio grassetto o sottolineato
  • La disposizione del codice nella pagina
  • Il numero di backlink (sopratutto quelli spontanei)
  • La frequenza di aggiornamento
  • Il testo alternativo e title tags nelle immagini

Detto questo si può notare che i tag o la disposizione del testo nella pagina sono facilmente gestibili ma i link esterni che rimandano al sito web in questione devono essere guadagnati con fatica, inserendo contenuti esclusivi e non copiati da altri siti web, inoltre non é sufficiente adottare campagne pubblicitarie, come ad esempio il pay per clik per ottenere una buona visibilità poichè é dimostrato che piu del 60% degli utenti preferiscono i risultati "puri" dei motori di ricerca a quelli sponsorizzati.

Possiamo quindi dire che per portare un sito al successo si devono seguire quattro fasi principali.

Studio e definizione degli obiettivi

Lo studio degli obiettivi consiste nel valutare la concorrenza, definire la vera funzione del sito web nella rete creando contenuti esclusivi e realizzando un layout grafico molto facile da usare e di grande impatto visivo. E’ molto importante anche la scelta del nome dominio, il nome del sito infatti deve essere facile da ricordare e deve contenere le parole chiave principali del sito (un esempio eccellente è quello del sito www.matematicamente.it).

Ottimizzazione del codice e della struttura del sito

E’ dimostrato che gli appassionati di internet non amano aspettare molto tempo per il caricamento delle pagine, quindi il sito deve essere molto veloce da caricare e deve avere dei menù ben visibili per fare in modo che l’utente trovi velocemente le informazioni che sta cercando.

Lo studio delle parole chiave deve essere effettuato meticolosamente, valutando la concorrenza e utilizzando uno dei servizi di selezione di parole chiave presenti nella rete come ad esempio il famoso servizio di overture. Inoltre và ricordato che i motori di ricerca preferiscono la presenza di una sitemap, di una o più pagine di faq (Frequently asked questions) e di un glossario che elenchi tutti quei termini tecnici di cui l’utente potrebbe non conoscere il significato.

Indicizzazione nei motori di ricerca e nelle directory principali

Per indicizzare il sito nei motori di ricerca si possono seguire due strade differenti: la prima consiste nel fornire manualmente al motore di ricerca l’indirizzo del sito, mentre la seconda (preferita dai motori) consiste nell’inserire un link in un sito già indicizzato, di modo che gli spider possano seguirlo e quindi indicizzare le nuove pagine.

L’iscrizione nelle directory và effettuata rispettando alcune regole fondamentali; inserendo come testo del link le parole chiave con cui si desidera posizionare il sito e inserendo una breve descrizione che rispecchi il reale contenuto della pagina o del sito web.

Miglioramento costante dei risultati ottenuti

Questa è la fase più importante nel posizionamento delle pagine web; per migliorare costantemente i risultati ottenuti si deve aggiornare continuamente il sito e si deve fare in modo di ottenere molti link a tema, inoltre, non bisogna tralasciare lo studio degli algoritmi utilizzati dai motori di ricerca poiché quest’ultimi potrebbero cambiare con il passare del tempo.

Internet lo si potrebbe descrivere citando una frase pronunciata da Tim Robbins nel film Synapse: "Questo mondo è binario, o sei uno o sei zero".

Commenti

commenti

Ci sono 2 commenti su questo articolo: