Analisi preliminare

Il calcolo di alcune misure di sintesi rende maggiormente chiara la struttura della distribuzione della serie storica in esame, in particolare sono stati calcolati i seguenti indici:

> max(indice)
[1] 5239.805
> min(indice)
[1] 850.6836
> mean(indice)
[1] 2112.766
> var(indice)
[1] 1251893
> length(indice)
[1] 170

Affinchè l’oggetto indice venga riconosciuto come serie storica xt viene utilizzata la funzione ts()

> xt<-ts(indice,start=c(1993,1),frequency=12)

dove il primo parametro indica la sorgente, il secondo indica la data di partenza, il terzo indica la cadenza che nel nostro caso è mensile.
Si verifichi che il riconoscimento sia stato effettuato:

> is.ts(xt)
[1] TRUE

e si visualizzino i dati:

> xt

Per l’analisi grafica della serie storica si utilizza il comando plot()

> plot(xt,ylab="importazioni di enegia",xlab="tempo",main="GRAFICO DELLA SERIE STORICA",lwd=1,lty=1,col="red")

dove:

• il primo argomento è la serie di cui si intende fornire la rappresentazione grafica;

ylab e xlab sono le etichette che si vuole compaiano sull’asse y e sull’asse x, rispettivamente;

main specifica l’intestazione principale del grafico;

lwd è il parametro che determina lo spessore della linea con cui si traccia il grafico;

lty specifica il tipo di segmento con cui si intendono unire i punti successivi di una serie;

col identifica il colore con cui si vuole venga tratteggiato il grafico.

Dalla rappresentazione grafica si rileva che la serie storica in esame è caratterizzata da un trend crescente, il quale risulta soprattutto evidente nei periodi intercorrenti tra novembre del 1998 e marzo del 2000 e tra gennaio 2003 e maggio 2006. E’ soprattutto in questo periodo che le importazioni di energia raggiungono picco massimo. Dal diagramma cartesiano si evince che la serie storica non è stazionaria.
Al fine di descrivere importanti aspetti della variabile in esame viene preso in considerazione l’istogramma:

> hist(indice,prob=TRUE,col="yellow")

La distribuzione di frequenza è asimmetrica positiva, in quanto il grafico è caratterizzato prevalentemente da una coda verso destra, presentandosi allungato verso il semiasse positivo delle ascisse.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti