Prepariamoci, arriva Saturno

saturno-2006-2008-.jpgE’ tornato nei nostri cieli, a far bella mostra di sé, Saturno, il più spettacolare dei pianeti del sistema solare. Nonostante il cielo velatissimo e le nubi sparse di queste sere, non sono riuscito a contenere l’irrefrenabile voglia di dargli un’occhiatina al telescopio, regalandomi uno spettacolo rarissimo, in quanto il pianeta ora si mostra in maniera del tutto differente rispetto agli anni passati.

 saturno-2006-2008.jpg

Nelle foto che vi ho proposto ci sono diverse riprese di Saturno, che ho effettuato in anni differenti, e si vede come cambia l’inclinazione dei suoi anelli, dovuta alla diversa prospettiva da cui noi lo osserviamo, mentre esso viaggia nella sua orbita intorno al Sole.

Saturno compie una rivoluzione intera in 29,45 anni circa e, poiché il suo asse di rotazione mantiene la medesima inclinazione, noi vediamo i suoi anelli a volte dal lato “superiore”, a volte da quello “inferiore”, alternativamente ogni 14,7 anni circa.

leone-saturno.jpgQuesto significa anche che vedremo i suoi anelli “di taglio” una volta ogni 14,7 anni circa, esattamente come sono apparsi ai miei occhi in queste sere. Questo accade perché la Terra attraversa il suo piano orbitale.

Se volete cimentarvi nell’osservazione in questi giorni è utile sapere che Saturno sorge abbastanza presto a est, già verso le 21:30, anche se per poterlo osservare meglio occorre attendere almeno un’oretta, il tempo che sia sufficientemente alto nel cielo, in maniera da evitare il deleterio effetto dovuto all’estinzione atmosferica. Lo troverete in prossimità della zampa posteriore del Leone.

 

Tuttavia, sebbene già oggi appaia bellissimo, questi giorni non rappresentano ancora il periodo migliore per osservarlo, in quanto non siamo ancora in fase opposizione. Cioè non abbiamo ancora raggiunto il perfetto allineamento Sole-Terra-Saturno che lo porterà alla minima distanza da noi e quindi ci permetterà di goderne appieno.

Molto presto però raggiungeremo l’opposizione, nella prima decade di marzo 2009, quindi tra meno di due mesi.

Non appena le condizioni meteo me lo permetteranno proverò ad effettuare qualche ripresa del pianeta che, ovviamente, non mancherò di condividere con voi.

http://www.sidereus.info/

Commenti

commenti

C'è un commento su questo articolo: