Avevamo l’umanismo oggi abbiamo l’animalismo

Tesina – Premio maturità 2009
Titolo: "Avevamo l’umanismo oggi abbiamo l’animalismo"
Autore: Bagnarol Lucia
Descrizione: In questo mio lavoro cercherò di esaminare gli effetti della teoria darwiniana sulla dimensione filosofico – culturale dell’epoca, incentrandomi sul gravare della teoria evoluzionistica sulla concezione contemporanea dell’uomo e della società. Introdurrò l’argomento enunciando la teoria esposta da Darwin nel 1859 e, descrivendo brevemente i caratteri principali del periodo storico dominato dal Positivismo nel quale essa si diffuse, giustificherò la rapida diffusione della teoria ed il suo sconfinare dagli ambienti scientifici a quelli religiosi e filosofici. Analizzerò inoltre alcuni ambiti di ricerca in sviluppo all’epoca al di fuori dell’area scientifica che si alimentarono delle ipotesi darwiniane e la comune tendenza di queste discipline a riportare la dimensione umana, a livello animale. La teoria Darwiniana inflisse infatti un duro colpo alla visione antropocentrica e favorì il giungere ad una fase di “animalismo” in cui società umana e uomo stesso, cominciarono ad essere considerati come parte di un processo evolutivo in corso che affonda le sue radici nella dimensione animale. La società umana appare ora descritta da Spencer come organismo in evoluzione in cui domina forza e sopraffazione e nell’uomo, apice del processo evolutivo in atto, si ricerca ora la presenza di somatici elementi atavici che testimoniando un minor livello di evoluzione giustifichino tendenze comportamentali istintive ed animalesche. Tale tendenza si riflette nella sensibilità artistica che da sempre manifesta l’ideologia dell’epoca contemporanea. La concezione della realtà sociale percepita come luogo di sopraffazione in cui ognuno trasportato da interessi individuali supera i deboli destinato ad essere vinto dai sopravvenienti favorendo così l’incessante cammino della “fiumana del progresso” emerge chiaramente nella prefazione ai Malavoglia e L’umana dimensione istintiva scissa da quella conscia e razionale trova nella letteratura di Sevenson, per la creazione del personaggio di Hyde, caratteri animaleschi e grotteschi. .
Area: umanistica
Materie trattate: Filosofia, Spencer, Darwinismo sociale: Influenze delle teorie darwiniane sulla concezione della società. Italiano, Verga, "I ciclo dei Vinti": la sensibilità artistica manifesta l’ideologia dell’epoca contemporanea. Inglese, Stevenson, "Dr Jekyl and Mr Hyde": attraverso la creazione del personaggio di Hyde manifesta la concezione dell’uomo influenzata dalle teorie di Darwin.
Bibliografia: • “Profili storici”(volume 2 dal 1650 al1900)edizione 2000,La terza. A. Giardina, G.Sabatucci, V.Vidotto. • “Itinerari di filosofia, protagonisti, testi, temi e laboratori”(volume 3° da Shopenauer alle teorie novecentesche sulla politica) edizione 2003,Paravia. N.Abbagnano, G.Fornero. • “Biologia,concetti e applicazioni”(volume2 ereditarietà ed evoluzione)edizione 2005-2006, Garzanti scuola. C.Starr. • “Conoscere le scienze”(volume 3) edizione 2000, Fabbri Editori. • N.romano, G.Flaccavento Romano. • “Religione”(volume 2 per il triennio) edizione 2000, Sei. F.Pajer. • “Letteratura e storia” (volume 5 età del realismo)edizione 2005,Sansoni Scuola. R.Bruscagli, G.Tellini. • “Only connect, a History and anthropology of english literature” edizione 1997, Zannichelli Editore. M. Spiazzi, M.Tavella. • “Il Darwinismo nell’arte” 30 marzo 1883,De Sanctis. • “I Malavoglia” edizione 1939 Oscar Mondatori. Verga. • “Lo strano caso del Dr Jekill e del signor Hyde” edizione 1985, Mondatori. Stevenson.  
Scarica la tesina (~ 2.6MB)

Commenti

commenti