Passa al tema normale
Discussioni su argomenti di matematica di scuola secondaria di secondo grado

Regole del forum

Consulta il nostro regolamento e la guida per scrivere le formule
Rispondi al messaggio

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 15:08

Anch'io all'inizio avevo pensato a $\bar(FC)$ però mentre se poni $\bar(FG)$ come incognita hai già la base minore del trapezio pronta $\bar(EG)=(6-x)$, se usi $\bar(FC)$ devi ricavartela con considerazioni varie ed eventuali, allora ho cambiato idea e ti ho proposto questa soluzione. Magari c'è una strada migliore non so dirti. Per quello ti ho chiesto se il libro aveva qualche suggerimento in merito.

Comunque, nota anche il significato del limite. Quando $\bar(FG)->0$ vedi quanto l'area del triangolo va a zero molto più velocemente dell'area del trapezio? Immaginati il segmento $\bar(EF)$ che si sposta?

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 15:11

All'inizio avevo pensato di calcolare le aree delle figure più grandi e poi per differenza ricavare quella del triangolino e del trapezio, ma credo che così avrei avuto bisogno di più dati.

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 15:15

Nono quello lo fai quando hai figure di cui non conosci la formula per l'area, allora devi andare per differenza. In questo caso hai tre elementi per il triangolo.
Quello con cui hai a che fare in questo problema è un trapezio ottusangolo in effetti e questo poteva trarti in inganno, però sempre un trapezio rimane, per cui vale la relativa formula per l'area che si fa anche alle elementari.

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 15:42

No, non era tanto per le formule, quanto per la complicazione di trovare i lati e altezze.
Comunque grazie ancora per i consigli!

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 20:43

Posso suggerire un approccio molto più semplice?
Se tratta di notare che l'angolo di 120° del parallelogramma è irrilevante: tutte le aree interessate sono indipendenti da questo angolo.
Allora si può ragionare sul rettangolo. E in questo caso i calcoli sono immediati.
Se chiamiamo $CF = x$, $AB = a, BC = b$, la base del triangolino è $xa/b$, la sua area $A_t = 1/2x^2a/b$, l'area del trapezio $A_T = 1/2(a + a - xa/b)*x$, il rapporto fra le aree $A_t/A_T = x^2a/b*1/((a + a - xa/b)*x) = (x)/(2(b-x))$ che, il cui limite, per x che va a zero, è zero

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 21:02

Non me ne ero accorto. Sicuramente così è più veloce e dal punto di vista dei calcoli è molto più efficiente.

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 21:47

Non capisco a che rettangolo si riferisca.

Re: Problema di trigonometria coi limiti

15/01/2019, 22:28

ZfreS ha scritto:Non capisco a che rettangolo si riferisca.

A quello che si ottiene "raddrizzando" il parallelogrammo

Re: Problema di trigonometria coi limiti

16/01/2019, 14:05

Ah ok ho capito, grazie per questo suggerimento!
Rispondi al messaggio