Citrini, "Da Pitagora a Borges" - recensione

Messaggioda tristimonia » 21/06/2007, 14:07

Vorrei apportare un contributo (nella speranza di avere il tempo di proseguire) per una bibliografia dell'infinito.

Claudio Citrini, Da Pitagora a Borges - Discussioni in rete sull'infinito
Mondadori, 2004, pag. 242, Isbn 88-424-9147-0, 17 Euro.

Questo libro non si presenta come una delle solite rassegne storiche sul concetto di infinito. L'autore, docente di analisi al Politecnico di Milano, sperimenta la novità affabulatoria della (almeno all'inizio) spiazzante struttura dialogica di una chat. Rompendo le barriere spaziotemporali, Matematici, filosofi e poeti (Omero,Pitagora,Poincaré,Euclide,Galileo,Newton e Leibniz per citarne alcuni), si ritrovano a discutere su e attorno all'ente in esame. Tra tutti un personaggio e un'opera dominano, e sono Dante con la sua Commedia (d'altronde l'autore non ci nasconde le sue preferenze letterarie).
Il testo, come avverte la premessa, "parla tante lingue, ma non richiede la conoscenza delle lingue", ed in questo si potrebbe dissentire sulla scelta dell'autore di "far parlare ogni personaggio con le sue parole". Le numerose citazioni in greco e latino potrebbero indispettire qualche lettore che non ha la fortuna di conoscere tali idiomi.
Per il resto lo scritto scorre bene, ammicca e diverte, incuriosisce e stimola, e si deve un plauso a Citrini perchè certamente questo era uno dei suoi scopi. Spesso infatti ci si ritrova a prendere un appunto per visitare un sito o verificare un dato, tanti sono gli input presenti. Troviamo qui i paradossi di Zenone e di Banach-Tarski, il concetto di limite e le frazioni continue, la concoide di Nicomede e i primoriali... non c'è dubbio che l'autore, con il materiale presente, avrebbe potuto senza difficoltà quintuplicare l'ascissa delle pagine senza far perdere il filo dell'attenzione. D'altronde il libro, come ammonisce l'autore, "dev'essere visitato com'è stato costruito, con lo stile del ragno, che va qua e là a raccogliere i bocconi che preferisce", anche se ogni capoverso risulta immancabile. Mirabile, nel capitolo sui numeri reali, la descrizione di estremo superiore: dietro il curioso, spesso impertinente "Epsi", nick dell'autore, si avverte l'ombra del didatta.
Il libro non presuppone alcuna preparazione specifica. Dalla premessa: "Questo libro nasce dalla curiosità, e questa sola dote richiede al lettore. Parla di matematica, ma non richiede competenze superiori a quelle di uno studente liceale e non è un libro di matematica". Completano il volume un'adeguata bibliografia e riferimenti a siti internet.

Indice
1 Prologo
13 1. La parola
25 2. Enumerare
33 3. Algoritmi
51 4. Periodicità
65 5. I numeri reali
85 6. Quanti sono?
117 7. Uno strano numero
125 8. Asintoti
137 9. Avvicinarsi all'infinito
151 10. Limite
181 11. Inviluppi
191 12. Paradossi sulle serie
201 13. Induzioni
217 14. Regressus
227 Testi citati
233 Indice dei nomi
Avatar utente
tristimonia
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 6 di 15
Iscritto il: 31/05/2007, 12:29


Torna a Leggiti questo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti