Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda AnalisiZero » 13/02/2018, 18:20

Quindi è solo una questione di "nome" della forza. L'importante è sapere cosa succede.
AnalisiZero
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 515 di 835
Iscritto il: 15/10/2017, 08:17

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda professorkappa » 13/02/2018, 18:31

L'attrito statico e quello dinamico sono definiti come "forze di contatto che si oppongono allo strisciamento relativo delle 2 superfici".
Quindi sia la forza sotto la slitta, sia quella sotto il cavallo rientrano sotto questa classificazione, indipendentemente da che ruolo giocano per il moto. In paricolare, sotto la slitta si avra' attrito statico fino a che il cavallo mette in moto la slitta. Da qual momento in poi, l'attrito diventera' dinamico. Sotto lo zoccolo del cavallo, l'attrito rimarra statico, nell'ipotesi che lo zoccolo faccia presa completa e non scivoli.
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 2991 di 3516
Iscritto il: 05/10/2014, 07:41

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda AnalisiZero » 13/02/2018, 19:37

In effetti dalla definizione che hai scritto tutto torna :-) grazie mille.
AnalisiZero
Average Member
Average Member
 
Messaggio: 518 di 835
Iscritto il: 15/10/2017, 08:17

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda bibitaro » 14/02/2018, 02:42

professorkappa ha scritto:Il principio di azione e' reazione si applica ai sistemi isolati.
Sul cavallo agisce la forza di reazione del terreno (e' un attrito) che nasce dal fatto che i muscoli del cavallo spingono.
Oltre, ovviamente alla tensione della corda.
La forze che si applicano al cavallo sono la forza d'attirto e la tensione della corda. Pertanto
$F_a-T=m_ca_c$

e sulla slitta
$T=m_sa_s$. Sommando m.a.m. e tenendo conto che $a_s=a_c=a$

$F_a=(m_c+m_s)a$

Il cavallo pertanto deve sviluppare una forza interna pari a $F_a$ necessaria, oltre ad accelerare la slitta, anche se stesso.

F_a non dovrebbe essere uguale a T per il III principio della dinamica?
bibitaro
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 4 di 9
Iscritto il: 13/02/2018, 22:53

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda professorkappa » 14/02/2018, 10:21

Il III principio si applica alle interazioni fra 2 corpi. $F_a$ e $T$ sono 2 forze esterne applicate al cavallo che partecipano alla determinazione dell'accelerazione del cavallo.
Nell'esempio del cavallo il III principio si manifesta nel fatto che il cavallo tira il caretto con T, e il carretto tira il cavallo con T opposta. Il che sembrerebbe un paradosso: se il cavallo tira con una forza e il carrello si oppone, il cavallo non ce la fa a tirare. Se non fosse che il sistema non e' isolato per via della presenza dell'attrito: se non ci fosse attrito il cavallo non riuscirebbe a mettere in movimento il carretto: applicherebbe la forza, ma la stessa forza la applicherebbe il carretto e tutto starebbe fermo.
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 2996 di 3516
Iscritto il: 05/10/2014, 07:41

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda bibitaro » 14/02/2018, 12:10

professorkappa ha scritto:Il III principio si applica alle interazioni fra 2 corpi. $F_a$ e $T$ sono 2 forze esterne applicate al cavallo che partecipano alla determinazione dell'accelerazione del cavallo.
Nell'esempio del cavallo il III principio si manifesta nel fatto che il cavallo tira il caretto con T, e il carretto tira il cavallo con T opposta. Il che sembrerebbe un paradosso: se il cavallo tira con una forza e il carrello si oppone, il cavallo non ce la fa a tirare. Se non fosse che il sistema non e' isolato per via della presenza dell'attrito: se non ci fosse attrito il cavallo non riuscirebbe a mettere in movimento il carretto: applicherebbe la forza, ma la stessa forza la applicherebbe il carretto e tutto starebbe fermo.

Come si fa a determinare il modulo di T?
bibitaro
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 5 di 9
Iscritto il: 13/02/2018, 22:53

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda professorkappa » 14/02/2018, 12:33

1) Si spezza la cinghia e si mette un dinamometro.
2) Si misura massa della slitta e accelerazione della slitta e si ottiene $T=m_sa_s$
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 2999 di 3516
Iscritto il: 05/10/2014, 07:41

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda bibitaro » 14/02/2018, 12:52

professorkappa ha scritto:1) Si spezza la cinghia e si mette un dinamometro.
2) Si misura massa della slitta e accelerazione della slitta e si ottiene $T=m_sa_s$

Grazie! Quindi dipende solo dal massa e accelerazione del corpo trainato? Non capisco perché...
bibitaro
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 6 di 9
Iscritto il: 13/02/2018, 22:53

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda professorkappa » 14/02/2018, 13:06

E da che altro? E' una forza. F=ma
Ed ero gia' vecchio quando vicino a Roma, a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlo' all'Univerista dei fratelli Tute Blu che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace
professorkappa
Cannot live without
Cannot live without
 
Messaggio: 3001 di 3516
Iscritto il: 05/10/2014, 07:41

Re: Sul principio di azione e reazione

Messaggioda bibitaro » 14/02/2018, 23:30

professorkappa ha scritto:E da che altro? E' una forza. F=ma

Probabilmente non ho chiaro il concetto di tensione...me lo potrebbe enunciare con riferimento all'esempio del cavallo?
bibitaro
Starting Member
Starting Member
 
Messaggio: 7 di 9
Iscritto il: 13/02/2018, 22:53

PrecedenteProssimo

Torna a Fisica, Fisica Matematica, Fisica applicata, Astronomia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 32 ospiti