Come si risolve un Sudoku

Scopo del gioco è quello di riempire le caselle bianche con numeri da 1 a 9, in modo tale che in ogni riga, in ogni colonna e in ogni regione quadrata con bordi in neretto, siano presenti tutte le cifre da 1 a 9 senza ripetizioni. Ma questa è solo la regola. Per risolvere effettivamente il gioco ci vuole logica e inventiva. Qualcuno il metodo infallibile l'ha trovato: riempire ogni casella con i numeri da 1 a 9 e poi cancellarli man mano. Sarà pure una tecnica risolutiva ma è di un noia mortale. D'altra parte ci sono tanti software che risolvono i sudoku, basta dare in pasto al computer i numeri noti ed ecco la soluzione da ricopiare. Anche questa è una tecnica risultiva ma no è certo un bel modo di giocare. Dov'è il divertimento? Allora immaginiamoci seduti su una sdraio vicino al mare, fa caldo, ma c'è l'ombra e c'è un piacevole venticello che viene dal mare. Prendiamo la matita, il foglio del sudoku …

 

METODOLOGIE RISOLUTIVE

Riduci il campo di gioco a tre righe orizzontali per volta, comincia da quelle dove ci sono più numeri. Nell'esempio sotto sono partito dalle prime tre righe, quelle con sfondo grigio. Osserva che il numero 7 è già in quetti e tre i riguadri e in tutte e tre le righe, quindi non se ne possono mettere altri. Il numero 1 invece è presente solo in 2 riquadri, manca allora nel terzo riquadro e nella seconda riga. Quindi l'1 sarà lì: nel terzo riquadro nella seconda riga. Ci sono però due posizioni libere, quella sotto il 6 e quella sotto il 5. L'1 non può stare sotto il 6 perché nella stessa colonna c'è già l'1, quindi deve stare sotto il 5.

Messo l'1 possiamo fissare l'ultima fascia verticale, come in figura. Osserviamo che l'1 c'è in ogni riquadro e in ogni colonna, quindi non ce ne vogliono altri. L'8 invece manca nella prima colonna e nell'ultimo riquadro. Può stare in un solo posto nella prima colonna in grigio sopra L'1 e sotto il 4.

Nella settima colonna, indica con la riga arancione, mancano solo due numeri, è facile capire quali sono, il 2 e il 5. Segnamoli a matita e proviamo a capire quale va escluso. Nel riquadro in alto a destra è già presente il 5, quindi nella casella celeste non può esserci il 5, cancello il 5 e rimane soltanto il 2.

Nella settima colonna, ora è rimasta una sola cella libera; è facile capire di quale numero si tratta perché è l'unico che manca nella colonna, il 5.

 

Commenti

commenti

Ci sono 19 commenti su questo articolo:

  1. il summenzionato esempio è tra i facili . Riterrei essere più utile riportare esempi ultradifficili indicando la strada da intraprendere là dove appare assurdo trovare una soluzione. Grazie comunque

  2. Le informazioni risolutive date servono solo per i sudoku semplici : Il mio problema è che mi blocco totalmente in quelli difficili o diabolici

  3. e quando nella colonna e riga ci sono pochi numeri,inizio sempre con il n.1 ha patto che non ci sia) ????

  4. queste indicazioni x un principiante come me sono state utili a farmi capire che sono sulla strada giusta.se ci sono altre dritte prego fatemele sapere.grazie e buon gioco a tutti.

  5. Ciao. Non credo che l’intezione di Antonio Bernardo nello scrivere queste istruzioni fosse quella di evadere tutte le tematiche in poche righe… Ci vuole ben altro e Antonio lo sa! Ma come poteva scrivere tutto? E poi dove stà il divertimento? Buon Sudoku a tutti

  6. X fiordaliso. Non ho capito a cosa ti riferisci. Comunqe qui è presente il mio indirizzo E-MAIL.

  7. A labrax- In effetti fiordaliso studia le strutture binarie globali proprio a questo scopo.
    A Veriano- Certo! Ma l’eleganza degli Autori e le conoscenze dei solutori possono dare risultati piacevoli. Mi vuoi leggere nella sezione più generale?

  8. non rilevo dagli scritti degli amici la considerazione di fondo che ogni schema iniziale è un teorema volto alla ricerca di TUTTE le soluzioni: se la soluzione è unica si convalida la “promessa” di unicità data dall’autore.
    La presunzione del solutore è che l’autore escluda la necessità di “visitare alberi”.
    Chi sa se il bravo A.Bernardo vuole intervenire?

  9. In effetti queste sono le basi \”minime\”. Mi attendevo di leggere qualcosa sulla soluzione finale di Sudoku quando sono presenti coppie di medesimi numeri nelle caselle da riempire!! Ciao

  10. Sarebbe interessante mettere a confronto diversi programmi fatti da utenti diversi, e vedere quale è il piu’ efficiente. Una sfida sul software, che non si limita a realizzare un algoritmo, ma anche che sia efficiente !

  11. Sono molto interessato ad aprofondire laconoscenza del sudoku e secondo me state dimostrando di essere i migliori. aspetto unaa vostra comunicazione.

  12. Articolo interessante. Ho notato che in tanti sudoku online le soluzioni fornite non sono uniche. Invece in e-dasaPUNTOcom tutta questa teoria sui grafi è applicata alla lettera.

  13. Quello descritto è l\’approccio base meccanico. Poi, come dice Veriano, ci sono più possibilità. Con schemi più difficili c\’é tutto un albero di possibilità che deve essere esplorato (anche a più livelli). Qui si vede la \”qualità\” dello schema: se è fatto bene allora permette una ed una sola possbilità altrimenti diventa ambiguo e presenta più soluzioni. W il sudoku!

  14. Ci sono dei SUDOKU, dove tutti i metodi da te descritti non sono sufficenti per risolvere il gioco. In questi casi bisogna, nella casella dove ci sono solo due numeri possibili, inserirne uno a caso e vedere se il gioco arriva a una soluzione oppure si arriva ad una impossibilità. Se si arriva ad una impossibilità significa che il numero inserito è quello sbagliato ed è giusto l’altro.