196. Programmare giochi in 3D

In questo contributo presenterò delle attività realizzate nel mondo virtuale 3D Edmondo con la classe III A Sistemi Informativi Aziendali dell’I.I.S. “A. Guarasci” sez. Tecnico Economico di Rogliano (Cs) nell’ambito della sperimentazione d’informatica sulla land Scriptlandia. Si tratta di alcuni giochi classici di cui sono stati studiati gli algoritmi risolutivi e di cui è stata fatta la codifica in LSL (Linden Scripting Language), il linguaggio di programmazione simile a C, C#, Java, utilizzato nei mondi virtuali. Il percorso didattico si colloca nell’ambito della Teoria dei Giochi di cui sono stati trattati alcuni elementi durante le ore curricolari d’informatica, con collegamenti interdisciplinari in economia aziendale e matematica. La moderna teoria dei giochi può essere fatta coincidere con l’uscita del libro “Theory of Games and Economic Behavior” di John von Neumann e Oskar Morgenstern nel 1944 e questa disciplina rappresenta un buon modello per descrivere le interazioni strategiche tra agenti economici. Molti risultati economici coinvolgono l’interazione strategica come ad esempio l’andamento di mercati non perfettamente competitivi, l’andamento nelle aste, l’andamento nelle negoziazioni economiche. La teoria dei giochi [3] ha applicazioni nel campo strategico-militare, nella politica, nella sociologia, nella psicologia, nell’informatica, nella biologia, nello sport. Lo studio e la costruzione di giochi si rivela un’attività didattica significativa e motivante per gli studenti. Di seguito saranno presentati un gioco di strategia e due giochi di sorte.

download pdf

Commenti

commenti