59. Intervista a Piergiorgio Odifreddi

Gabriella Zammillo ha incontrato Odifreddi a Cavallino, il 15 giugno 2007, in occasione di un incontro con gli studenti dell’ISUFI e poi a Lecce, il 28 settembre 2007, in occasione dell’evento Notte dei Ricercatori. Non è facile restare insensibili alla sua impertinenza e … simpatia.

 

Commenti

commenti

Ci sono 7 commenti su questo articolo:

  1. Io ammiro tantissimo Odifreddi perchè è un matematico brillante e si occupa della divulgazione,un’attività molto importante che deve far conoscere la bellezza della matematica sempre a più persone.

  2. il mondo è bello perchè è vario!
    per fortuna esistono tipi come Odifreddi… certo è che se non ci fosse lui, gli invidiosi avrebbero meno occasioni per venire allo scoperto.

  3. Incredibile come questo folcloristico personaggio riesca a lasciarsi dietro risse e litigi anche quando non dice nulla di speciale, come il mitico protagonista di “Asterix e la Zizzania”. Lasciamolo fare, in fondo è buffo… Ma secondo la mia modestissima opinione, l’uomo di scienza e in primis il matematico dovrebbe presentarsi in tutt’altro modo, che questo onnipresente, rutilante, polemico signore. Credo anzi che finirà per affossarsi con le sue stesse mani, ora che ha deciso di mettersi pure in politica…

  4. “Odifreddi non è solo impertinente, è a-razionale; la verità non è solo quella scientifica e matematica, altrimenti tutti coloro che non sono scienziati o matematici sarebbero nella non-verità. Bravo Odifreddi, continua così.. d’altronde tutti gli assolutismi imperano così: annientando chi “non è come noi”.”

    Scusa tanto, a me non sembra che Odifreddi abbia denigrato chi non capisce la matematica o chi non se ne occupa…nemmeno ha detto che i matematici siano esserei” superiori” agli altri…da dove tiri fuori questi discorsi?
    perchè attribuisci a odifreddi cose che non ha detto?

    Addirittura parli di assolutismo!
    Ma lo colleghi il cervello alle mani quando scrivi??
    Se devi aprire bocca per sparare cavolate, tanto vale che te la tappi!

  5. “la verità non è solo quella matematica perché altrimenti chi non è scienziato opererebbe nella non verità”? non mi sembra una frase logicamente corretta e una giustificazione esatta…forse sarà proprio così e Odifreddi ha ragione, lui che colpa ne ha

  6. Odifreddi non è solo impertinente, è a-razionale; la verità non è solo quella scientifica e matematica, altrimenti tutti coloro che non sono scienziati o matematici sarebbero nella non-verità. Bravo Odifreddi, continua così.. d’altronde tutti gli assolutismi imperano così: annientando chi “non è come noi”.