Dadi e la magia del “common knowledge”: un solitario per due

satiricon86-dadi.jpgQui non c’è da spremersi nessuna meninge per scegliere la mossa giusta. Tutto va avanti da sé, in automatico, come il ben noto “Linotipia a chiave” della Settimana Enigmistica. La differenza rispetto a un solitario tradizionale è che qui si fa in due. Niente soldi, niente squadre , solo il piacere di osservare la tesi di un teorema che si materializza sotto ai propri occhi. Io trovo che il risultato che viene “provato sperimentalmente”, giocando, non sia per nulla scontato, anzi sia piuttosto sorprendente.

Commenti

commenti

C'è un commento su questo articolo: