200. Dal Paradosso di Achille e la tartaruga alle serie numeriche: un intervento didattico

Nello sviluppo di tale attività, ho cercato di stimolare la costruzione della conoscenza, il lavoro cooperativo, l’azione critica, la partecipazione, la discussione e il confronto, alternando le lezioni in classe con le attività di laboratorio. Il mio obiettivo era quello di motivare i ragazzi a un apprendimento attivo e dinamico dell’Analisi Matematica e di coinvolgerli il più possibile nel percorso da realizzare. Dovendo lavorare a gruppi, interagire, e mettere a confronto le proprie idee con quelle degli altri, infatti, la scelta è stata condivisa con interesse ed entusiasmo. In alcune situazioni, inoltre, mi sono servita anche della Storia come ottimo strumento didattico, non solo per incuriosire gli studenti, ma anche per proporre didatticamente l’evoluzione storica degli studi e magari suscitare in loro curiosità sempre nuove.

download pdf

Commenti

commenti